FECONDAZIONE ASSISTITA/ Intervento di Eugenia Roccella: “Attacco dei tribunali alla legge 40”

- La Redazione

Intervento di Eugenia Roccella sul caso della legge 40

fecondazioenassistita_R400
Foto d'archivio

E’ intervenuta Eugenia Roccella, sottosegretario alla Salute, sul caso del rinvio della legge sulla fecondazione assistita alla corte costituzionale.

“E’ ormai evidente che nei confronti della legge 40 c’è un attacco di alcuni tribunali e non su punti marginali, ma puntando alla struttura della legge per smontarla. Si dica che si vuole tornare al Far West” ha commentato l’esponente del governo. Si attacca anche la volontà popolare, sostiene il sottosegretario, da parte dei giudici: al referendum sul divieto dell’eterologa non era stato raggiunto il quorum.

"L’eterologa – aggiunge Roccella – ha prodotto un mercato internazionale degli ovociti anche con connotazioni razziste e sfruttamento di giovani donne che hanno portato anche alla morte. Anche la questione dell’anominato del donatore esterno è particolarmente grave perché conoscere i propri genitori biologici oltre ad essere un diritto umano è un diritto alla salute perché si ottengono informazioni preziose".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori