INCONTRO BOSSI FINI/ Il leader della Lega: Fini mi ha riferito le stesse cose che ha detto a Perugia

- La Redazione

L’incontro tra Bossi e Fini non sembra aver smosso gli eventi. Fini continua a chiedere le dimissioni di Berlusconi.

FiniPerugiaR400

L’incontro tra Bossi e Fini non sembra aver smosso gli eventi. Fini continua a chiedere le dimissioni di Berlusconi.

Dall’incontro tra Bossi e Fini pare che non ne sia uscito nulla di nuovo. «Mi ha riferito le stesse cose che ha detto da Perugia» ha dichiarato il leader del Carroccio, lasciando la Camera dopo il colloquio con il capo dei futuristi. Quindi, Fli è disposta ad aprire una nuova fase di governo, a patto che Berlusconi presenti la dimissioni. Né Bossi né Fini si sono particolarmente sbilanciati sui contenuti dell’incontro. A quanto si apprende dalle ricostruzioni effettuate da diverse agenzie, Bossi, avrebbe dichiarato: «Noi potremmo anche ragionare di Berlusconi bis, il problema è che Berlusconi non vuole dimettersi».

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
Pare che il Senatùr abbia fatto presente la difficoltà della mediazione, a quelle condizioni, e al reticenza della Lega ad accettare l’Udc in una futura alleanza di governo. Nulla o poco più da parte dei rispettivi luogotenenti: «non si è risolto nulla», ha detto vicecapogruppo di Fli Giorgio Conte, mentre Fabio Granata afferma che «si apre una fase piena di incognite per la politica italiana». Il leghista Roberto Marini, dal canto suo, risponde ai giornalisti, al termine dell’incontro, con un secco: «Non ho nulla da dire», mentre il governatore del Piemonte, Roberto Cota, più ottimista, confessa: «Mi aspetto che il nostro lavoro costruttivo sortisca effetti nell’interesse di tutti».

 

Leggi anche: BERLUSCONI/ Video, “Nel mio paese ho qualche difficoltà” al primo ministro vietnamita

Leggi anche: SCENARIO/ Fini e governo tecnico, prove di “collasso” istituzionale, di L. Violini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori