BEPPE GRILLO/ Vendola: è un integralista. Scambio di accuse fra i due

- La Redazione

Scambio di accuse fra Beppe Grillo e Nichi Vendola

Grillo_BeppeR375

A Beppe Grillo non piace il programma “Vieni via con me”. Qualche sera fa, nel corso del suo nuovo spettacolo teatrale, l’attore ha dichiarato così: “Roberto Saviano, per carità, è bravissimo. Ma “Vieni via con me” è un programma Endemol. E di chi è la Endemol? Di Silvio Berlusconi. Dunque quando Saviano fa audience, a guadagnare è il Cavaliere. Se poi ci aggiungiamo che Saviano lancia accuse a destra e a manca, senza però fare mai mezzo nome, è facile capire perché Silvio goda come un riccio”.

Le migliaia di persone in sala sono rimaste mute, neanche un applauso. Nel frattempo il governatore della Puglia Nichi Vendola ospite di Maria Latella su Sky Tg 24 parlava proprio di Bepep Grillo: “Quella di Grillo è una deriva di integralismo. E si tratta, a mio parere, di un fenomeno piuttosto preoccupante: perché se ciascuno sente di possedere il metro per giudicare, si finisce in una sorta di giudizio universale permanente. Insomma io penso che la politica sia il campo della verità con la “v” minuscola, ma se qualcuno pensa di avere sempre la verità con “v” maiuscola, è chiaro che finisce poi per sentirsi Savonarola”.

Il sito di Repubblica riporta alcune dichiarazioni di Grillo rilasciate in esclusiva: “No, dico: lei ha idea di che fine fecero fare a Savonarola?”. Definito eretico, il frate Girolamo Savonarola fu impiccato e bruciato sul rogo.

Grillo: “Ora, a parte che se fosse vissuto in quest’epoca, a Savonarola avrebbero organizzato subito una puntata di "Porta a Porta" e così forse sarebbe persino riuscito ad evitare il rogo… il punto è che io, in comune con Savonarola, ho solo una cosa: la parola. Con la differenza che io la uso in Rete, la faccio viaggiare con Internet. Dove non ci sono padroni. E dove il consenso è incontrollabile. Se dici cose giuste, oneste, ti dicono che hai ragione e che sei perbene. Se fai il furbo, ti scoprono dopo mezzo secondo. Un modo di procedere, mi rendo conto, che Vendola, purtroppo, non può capire. Vede, il fatto è che Vendola fa politica vecchia. Sta lì che promette e fonda partiti, ma non è più tempo di partiti, non c’è più storia del Pci che tenga, o tradizione, o destra e sinistra. Questo è il tempo dei giovani e della loro forza in Rete”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori