DIRETTA STREAMING/ Bersani, l’opposizione scenderà in piazza: “Mandare a casa il governo”

- La Redazione

Pierluigi Bersani annuncia una manifestazione di piazza per la fine di novembre

BersaniTg3R400

Il Partito democratico si prepara a scendere in piazza. L’annuncio ufficiale di Pierluigi Bersani arriverà sabato prossimo dopo le giornate del “porta a porta” in cui gli attivisti del Pd si recheranno a incontrare gli italiani nelle loro abitazioni. Poi tutti in piazza. Bersani ha fatto capire che non gli interessa l’eventuale uscita dalla maggioranza di Fini: basteranno loro a dare la spallata definitiva a Berlusconi, o meglio, come dice Bersani, a “staccare la spina al governo”.

Un governo che per il Pd non c’è più. La data possibile per questa scesa in piazza dovrebbe essere la fine del mese di novembre. E se non dovessero partecipare quelli dell’Udc, da sempre contrari a scendere in strada, Bersani è certo di portare a Roma centinaia di migliaia di manifestanti pacifici. Il Pd ormai non ha più intenzione di accogliere alcun segnale della maggioranza: i vari provvedimenti varati negli ultimi giorni, ad esempio quello sulla sicurezza, vengono definiti “vuota propaganda”. E se il governo dovesse cadere, Bersani intende dar vita a un governo tecnico che cambi la legge elettorale e affronti i temi più urgenti. Intanto Nichi Vendola manda il suo messaggio a Bersani, e lo fa durante un convegno con il governatore leghista del Piemonte.

Vendola vuole le primarie del Pd: «La democrazia non può essere un optional, neanche nella selezione delle classi dirigenti. Il centrosinistra si candida al suicidio se non sceglie di rifondarsi, di uscire dai palazzi, e se non accetta una sfida autentica come quella delle primarie». A chi gli ha chiesto se si andrà a votare anticipatamente, Vendola ha risposto: «sì, a Marzo si vota». E poi con una battuta, «si andrà a votare il 27 marzo, me lo ha detto Maroni». (fonte: Ansa)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori