GOVERNO/ Fini: non ci saranno ribaltoni. La politica è onestà intellettuale

Le dichiarazioni del Presidente della Camera, Gianfranco Fini

06.12.2010 - La Redazione
FINI_r400
Immagine d'archivio

VERSO LA FIDUCIA – LE DICHIARAZIONI DI GIANFRANCO FINI – Il Presidente della Camera Gianfranco Fini, durante una lezione al liceo Orazio di Roma, ha risposto alle domande degli studenti. 

A chi ha chiesto cosa ne pensasse dei ribaltoni politici il leader di Fli ha risposto: “Il ribaltone è un sovvertimento della volontà popolare. Non credo che ci saranno ribaltoni – e ha aggiunto -. Ma cosa ne pensa lei di tante promesse non mantenute e di impegni disattesi da chi aveva promesso che la legge sarebbe stata uguale per tutti e poi si è occupato solo degli affari suoi?”.

“La politica è onestà intellettuale”, ha poi proseguito il Presidente della Camera. “Se si fosse più umili, se si pensasse che avere torto non è un complotto le cose andrebbero meglio. Mi guardo allo specchio e dico che c’è un limite oltre il quale non si può andare pena la dignità”.

 

Si continua a discutere delle proposte lanciate da Casini in questi giorni: dimissioni del premier prima del 14 dicembre e l’individuazione di una nuova leadership all’interno del Pdl, in modo che Berlusconi possa essere messo da parte".

Il ministro Rotondi, intervistato dall’Unità, consiglia al premier di non dimettersi per nessun motivo, "nemmeno per succedere a se stesso". E si sbilancia sul comportamento che terrà Napolitano in caso di crisi. "Seguirà tutti i passaggi formali. A differenza di qualcuno però le maggioranze le registra, non le costruisce. Quindi non ne troverà".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori