SONDAGGIO ELEZIONI REGIONALI 2010/ Come si comporteranno gli elettori dell’Udc?

- La Redazione

SONDAGGIO – ELEZIONI REGIONALI 2010 – INTENZIONI VOTO – COMPORTAMENTO ELETTORI UDC: A meno di venti giorni dal voto per le elezioni regionali, nelle quali verranno eletti 13 nuovi presidenti, la campagna elettorale si sposta nelle piazze

UrnaElettorale3_R375
Immagine d'archivio

A meno di venti giorni dal voto per le elezioni regionali, nelle quali verranno eletti 13 nuovi presidenti, la campagna elettorale si sposta nelle piazze. Sabato 13 sarà il giorno del Pd, di Antonio Di Pietro e del popolo viola che protesteranno a Roma contro il governo e il decreto interpretativo che avrebbe dovuto aggiustare il cosiddetto “caos liste”. Il sabato successivo toccherà a Silvio Berlusconi che ha annunciato una maxi-manifestazione del Pdl con tutti i candidati presidenti.
Tutti i partiti però tengono un occhio sui sondaggi per capire come cambiano le intenzioni di voto. In questo sondaggio realizzato da Analisi Politica e pubblicato su Il Clandestino si prova ad approfondire il comportamento degli elettori dell’UDC.

Ora le leggerò i nomi di alcuni dei principali partiti italiani, per ciascuno mi puo’ dire se li prenderebbe o se li già ha presi in considerazione per il voto?

Gli elettori dell’Udc per il 61% hanno preso o potrebbero prendere in considerazione di votare per il Pdl. Contano sicuramente in questo senso molti anni di alleanza e di governo, nazionale e regionale.
Molti meno potrebbero spostarsi all’ultimo in parti uguali verso Pd o Idv. Nessuno degli intervistati potrebbe convincersi a votare Lega Nord.

L’Udc potrebbe fare la differenza in alcuni regioni chiave, come in Piemonte (a favore del centrosinistra), nel Lazio (a favore del centrodestra) o in Puglia (dove andando da soli potrebbero togliere i voti necessari al centrodestra per battere Vendola).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori