ELEZIONI REGIONALI/ La nuova giunta di Formigoni: tre proposte per cambiare la Lombardia

- La Redazione

ELEZIONI REGIONALI 2010 – A pochi giorni dal voto per le Elezioni Regionali Roberto Formigoni ha incontrato Guido Podestà per iniziare a discutere la composizione della nuova Giunta

FormigoniRoberto_R375

A pochi giorni dal voto per le Elezioni Regionali Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia al quarto mandato, ha incontrato Guido Podestà, coordinatore del Pdl in Lombardia, per iniziare a discutere la composizione della nuova Giunta. In gioco l’assetto e il peso degli esponenti del Partito della libertà e dei partiti alleati.

Al termine, il Presidente Formigoni ha dichiarato: “Ho definito tre punti per far ripartire la regione e aggredire la coda della crisi che morde soprattutto l’occupazione. Voglio convocare il mondo dell’impresa, delle banche e del lavoro per attivare tutte le strategie per la ripresa dopo la crisi.

“Voglio coinvolgere le banche stesse per un’assunzione di responsabilità, e non è una critica, in questo momento in cui la coda della crisi morde”.

Il secondo punto in testa all’agenda è  l’obiettivo "Zero burocrazia": "Oggi siamo già la regione con meno burocrazia. Voglio che questo tavolo, che risponderà direttamente a me, porti avanti tutte le misure necessarie per un’ulteriore sburocratizzazione dopo gli interventi di questi anni".

"Faranno parte del tavolo anche i dirigenti regionali che avranno il compito di trovare proposte forti da portare al governo nazionale, ma anche in sede europea’’. 

Infine un impegno sulla conciliazione lavoro-famiglia: "Affronteremo le politiche femminili affinchè nessuna donna lombarda sia costretta a scegliere tra lavoro e famiglia".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori