CLEMENTE MASTELLA/ Lettera con proiettili dalle nuove Br alla famiglia del leader dell’Udeur

- La Redazione

 La famiglia di Clemente Mastella è stata raggiunta da una lettera minatoria firmata dalle nuove Brigate rosse assieme alla quale sono stati recapitati 5 proiettili. La lettera minatoria alla famiglia di Mastella è stata preceduta, nei giorni scorsi, da diverse telefonate minatorie.

mastella2R375

La famiglia di Clemente Mastella è stata raggiunta da una lettera minatoria firmata dalle nuove Brigate rosse assieme alla quale sono stati recapitati 5 proiettili. La lettera minatoria alla famiglia di Mastella è stata preceduta, nei giorni scorsi, da diverse telefonate minatorie.

Nella villa di Ceppaloni del leader dell’Udeur Clemente Mastella sono è stata recapitata una busta contente una lettera minatoria e cinque proiettili, due dei quali esplosi. La lettera, firmata dalla nuove br, sarebbe stata indirizzata alla famiglia Mastella senza specificare il destinatario. Sulla vicenda sono in corso delle indagini da parte dei carabinieri. Nei giorni precedenti, infatti, la famiglia Mastella aveva ricevuto delle minacce al telefono. La lettera, che è tata ricevuta materialmente dalla donna di servizio, la quale ha immediatamente contattato i carabinieri, conterrebbe minacce di morte indirizzata a Sandra Mastella, al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, e all’assessore al lavoro Severino Nappi.

Nelle scorse settimane diversi familiari di Mastella erano stati raggiunti da minacce telefoniche tramite i telefoni cellulari. La moglie di Mastella era stata raggiunto da una telefonata minatoria mentre si trovava in ospedale per un piccolo intervento chirurgico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori