RIFORMA DELLE PENSIONI/ Tremonti: l’abbiamo fatta con un emendamento, senza un giorno di sciopero

- La Redazione

Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti rivendica di aver fatto la riforma delle pensioni con un emendamento, senza un giorno di sciopero

Tremonti_occhi_sbarratiR375

O – Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti rivendica di aver fatto la riforma delle pensioni con un emendamento, senza un giorno di sciopero. Il ministro Tremonti ha parlato della riforma delle pensioni dall’Ecofin di Bruxelles.

«Il testo della manovra è uguale o anche migliorato rispetto a quello che è entrato in Parlamento, come quantità e come qualità»: lo ha dichiarato il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, parlando al termine dell’Ecofin a Bruxelles. «Non c’è stato alcun arretramento sulla linea dei numeri e delle norme – ha aggiunto Tremonti – anzi, su alcuni punti c’è stato un avanzamento». E, riportando il parere positivo dell’Ecofin, a sottolineato come «sull’Italia la valutazione è che sono state adottate misure adeguate ed effettive, perfettamente in linea con gli impegni presi».

Leggi anche: SCENARIO/ Casini si “infila” tra Berlusconi e Bossi per aprire la crisi di governo?

Leggi anche: SCENARIO/ La melina di Berlusconi per costringere Fini all’autogol. Con l’aiuto di Napolitano…

 

Tremonti, a proposito dell’emendamento alla manovra che avrebbe fatto saltare il limite dei 40 anni per i contributi per la pensione, ha precisato che non si è trattato di un “refuso”. Secondo il titolare dell’Economia, è stata approvata «un’importante riforma delle pensioni» «senza alcuna protesta, nella pace sociale, senza un giorno di sciopero». Quanto all’aver collegato l’innalzamento dell’età pensionabile alle aspettative di vita, a ribadito: «Abbiamo fatto la riforma delle pensioni con un emendamento» ed ha aggiunto: «non crediate che il sindacato non se ne sia accorto, il sindacato sa fare bene il suo lavoro».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori