MORTO COSSIGA/ A Cheremule i funerali del Presidente Cossiga

- La Redazione

Il Presidente emerito Francesco Cossiga è morto oggi all’età di 82 anni. La camera ardente sarà aperta da domani. I funerali si svolgeranno in forma privata in Sardegna. Le informazioni all’interno dell’articolo

Cossiga_Francesco_ProfiloR375

MORTE FRANCESCO COSSIGA – CAMERA ARDENTE E FUNERALI: Francesco Cossiga, il Presidente emerito della Repubblica Italiana è morto oggi all’età di 82 anni al policlinico Gemelli di Roma. 

La camera ardente sarà allestita da domani. Il comunicato dell’Università Cattolica di Roma recita infatti:  «Corrispondendo ai desideri espressi dalla famiglia, la salma del sen. Prof. Francesco Cossiga, Presidente emerito della Repubblica, deceduto questa mattina al Policlinico sarà esposta presso la Chiesa centrale della sede di Roma dell’Ateneo in largo Francesco Vito 1, domani, mercoledì 18 agosto 2010, dalle ore 10.00 alle ore 18.00».

I funerali di Cossiga invece, si svlgeranno in forma privata nella sua Sardegna, a Cheremule (Sassari), un piccolo paese del Meilogu. Lo si apprende da amici di famiglia che hanno spiegato qaunto il presidente fosse affezionato a quella città, nella quale erano nati i genitori. 

Le dimensioni della chiesa parrocchiale fanno capire che la funzione avrà carattere strettamente privato.

Francesco Cossiga, il ricordo di Renato Farina

Continuano intanto i messaggi di cordoglio da parte degli esponenti della politica italiana. Anche il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, ha voluto esprime la propria vicinanza ai famigliari del Presidente, che servì il Paese «in momenti assai delicati».

«Il Card. Angelo Bagnasco – si legge nel comunicato – eleva preghiere di suffragio, ricordandone il profondo senso dello Stato e l’intensa esperienza di fede, testimoniata nei lunghi anni dell’attività accademica e dell’impegno politico. Egli ha servito il nostro Paese nei più importanti compiti istituzionali, in momenti assai delicati, sempre consapevole delle proprie responsabilità e attento al perseguimento del bene comune».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori