VERTICE DI ARCORE/ Pdl e Lega Nord: Fini deve dimettersi, non è più super partes

- La Redazione

Il Pdl e la Lega hanno firmato un documento congiunto in ci chiedono le dimissioni di Fini da presidente della Camera. Nei prossimi giorni si recheranno al Colle per sottoporre a Napolitano la questione.

berlusconi_napolitano2R375

Il Pdl e la Lega hanno firmato un documento congiunto in ci chiedono le dimissioni di Fini da presidente della Camera. Nei prossimi giorni si recheranno al Colle per sottoporre a Napolitano la questione.

La tradizionale cena del Lunedì ad Arcore si è trasformata in un tesissimo vertice tra Pdl e Lega al termine del quale il verdetto, frutto del’accordo tra i due partiti, è stato insindacabile: Fini si deve dimettere. Il presidente della Camera, dopo il discorso di Mirabello, non è più in grado di mantenere un ruolo super partes. «Le sue parole — si legge nel comunicato congiunto — sono la chiara dimostrazione che svolge un ruolo di parte ostile alle forze di maggioranza e al governo, del tutto incompatibile con il ruolo super partes di presidente della Camera».

Nel frattempo, la Lega spinge per le elezioni anticipate. Avrebbe proposto anche una data, a fine novembre, ma Berlusconi frena. Gli italiani imputerebbero a lui la fine della legislatura, il che lo penalizzerebbe alle urne. Smentita la voce secondo la quale il Carroccio non approverebbe i 5 punti programmatici se non si andrò a votare. In ogni caso, il documento contro Fini pare che rimarrà tutt’altro che lettera morta. «Abbiamo deciso di andare dal presidente della Repubblica — ha spiegato Bossi al termine del vertice —, è quella la strada giusta. Il primo passo non sarà presentare le dimissioni del governo ma chiedere che Fini sia spostato da presidente della Camera».

 

Leggi anche: SCENARIO/ Folli: ecco perche Fini vuol seppellire Berlusconi e il bipolarismo

 

Leggi anche: SCENARIO/ Fini lancia il “patto a tre”. Con un occhio alle elezioni…, di A Fanna



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori