SONDAGGIO NUCLEARE/ Gnresearch: tre italiani su quattro dicono no all’atomo

- La Redazione

Un sondaggio pubblicato in eslcusiva da Repubblica.it rivela che la maggioranza degli italiani sarebbe contraria all’energia nucleare e voterà contro al referendum

centralenucleareR400-1
Foto Ansa

Un sondaggio condotto per la Gnresearch ha rivelato questo dato: tre italiani su quattro sarebbero contrari all’energia nucleare. Sono stati intervistati mille cittadini in rappresentanza della popolazione nazionale. Il sondaggio è stato pubblicato sul sito Repubblica.it.
Il dettaglio del sondaggi indica i seguenti dati. Il 59% si dice “molto contrario” alla costruzione di nuove centrali nucleari. Il 17% degli intervistati si dice “abbastanza contrario”, e sommando i due dati si ha un 75% di contrari, più o meno. Quello che preoccupa gli intervistati riguardo all’energia nucleare non sono le possibili conseguenze di guasti e catastrofi, come in Giappone, ma la amministrazione normale. Cioè, “L’impatto negativo sull’ambiente e sulla salute dei cittadini, anche in assenza di incidenti o errori umani” è temuto dal 45%, lo “smaltimento delle scorie radioattive” dal 29%, il “rischio di incidenti dovuti ad errori umani” dal 15% e il “rischio di incidenti dovuti ad eventi naturali” dall’11%. Tra i favorevoli all’energia atomica, poi, il 20% si dice abbastanza o molto contrario alla costruzione di centrali nucleari nella regione dove risiede.


clicca sul pulsante qui sotto per leggere del sondaggio sul nucleare

In vista del referendum, il 70% degli intervistati si dice pronto a votare no all’energia nucleare. Infine sulle dichiarazioni die ministri Prestigiacomo e Romani, di prendere una pausa di riflessione sul problema nucleare, il 56% considera questa presa di posizione “una scelta di convenienza per non perdere consensi” mentre il 39% ritiene che sia  “concreta preoccupazione per la salute e la sicurezza dei cittadini”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori