SAVERIO ROMANO/ E’ il nuovo ministro dell’Agricoltura. Napolitano: chiarisca la sua posizione

- La Redazione

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, oggi, ha accolto con riserva la richiesta di nomina di Francesco Saverio Romano a ministro delle Politiche agricole.

saverioromanoR400
Saverio Romano - Foto Ansa

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, oggi, ha accolto con riserva la richiesta di nomina di Francesco Saverio Romano a ministro delle Politiche agricole.

Francesco Saverio Romano è il nuovo ministro dell’Agricoltura. Ora, con ogni probabilità, si avvicina l’avvicendamento alla Cultura tra Galan, ex governatore del Veneto e, fino a poche ore fa  ministro dell’Agricoltura, e Bondi. Romano, leader dei Responsabili, il gruppo formatosi a Montecitorio come stampella del governo Berlusconi, ha giurato oggi al Quirinale. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, tuttavia, ha accettato la nomina esprimendo alcune riserve.

In una nota, la presidenza della Repubblica fa sapere che il Capo dello Stato «dal momento in cui gli è stata prospettata la nomina dell’onorevole Romano a ministro dell’Agricoltura, ha ritenuto necessario assumere informazioni sullo stato del procedimento a suo carico per gravi imputazioni». In  particolare, dopo che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha formalizzato la propria proposta, Napolitano ha «proceduto alla nomina non ravvisando impedimenti giuridico-formali che ne giustificassero un diniego». Resta il fatto che l’inquilino del Quirinale auspica «che gli sviluppi del procedimento chiariscano al più presto l’effettiva posizione del ministro».

CLICCA >> SUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO  

«Sono dispiaciuto dalla nota del Quirinale. Non sono mai stato imputato», è stato il commento del neoministro. Nel frattempo, il gip palermitano Giuliano Castiglia ha fatto sapere che non intende procedere all’archiviazione dell’inchiesta che vede Romano indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Dopo alcune dichiarazioni di Massimo Ciancimino, il neotitolare dell’Agricoltura è anche coinvolto in un procedimento per corruzione aggravata finalizzata a favorire Cosa Nostra.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori