RIFORMA FISCALE/ Il governo studia un bonus per i figli a carico

- La Redazione

Il governo, nell’ambito della riforma fiscale, starebbe accelerando per introdurre un bonus fiscale per i figli, a seconda del numero dei quali si differenzierebbe di famiglia in famiglia

730_CompilazioneR400
Foto Fotolia

I – Il governo starebbe accelerando per introdurre un bonus fiscale per i figli, a seconda del numero dei quali si differenzierebbe di famiglia in famiglia. Si tratterebbe di una delle misure più importanti cui stanno lavorando i tecnici all’opera sulla riforma fiscale. Sarebbe stato studiato, a quanto emerge da fonti tecniche, per le famiglie a basso reddito e mirerebbe a modularsi sulle misure simili introdotte da diversi governi europei, dove il bonus per la prole arriva addirittura a 5mila euro circa. Contestualmente, vi sarebbe anche un’impennata della tassazione sulle rendite: esclusi i titoli di Stato, passerebbe dall’attuale 12,5 per cento al 20.

Archiviata al momento, invece, l’ipotesi di aumentare l’aliquota Iva, mentre non si esclude l’aumento per i beni di lusso. Intanto, si apprende che per giovedì 30 è stato convocato un Consiglio dei ministri in cui sarà discussa una manovra economica unica da 40 miliardi, ripartita su più anni, contemporaneamente alla quale sarà varata la legge delega sulla riforma del fisco, in linea, tuttavia, con l’obiettivo di arrivare al pareggio di bilancio entro il 2014. 

In ogni caso, per quanto riguarda la tassazione sugli interessi, pare che i contribuenti potranno scegliere tra una ritenuta del 27 per cento e l’imposizione applicata sui redditi; l’aliquota sui dividendi, invece, potrebbe essere dell’11 per cento sull’ammontare totale a cui va aggiunta l’imposta sul reddito, che grava sul 60 per cento dell’ammontare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori