BERLUSCONI/ Vertice con Tremonti. La Borsa crolla: “la posizione del ministro è indebolita”

- La Redazione

Il premier Silvio Berlusconi ha deciso di incontrare il ministro Tremonti a Palazzo Chigi per un chiarimento e per definire l’agenda degli impegni da affrontare nei prossimi giorni.

Berlusconi_TremontiR400
Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti (Ansa)

Berlusconi vede Tremonti. Il premier ha dato appuntamento al ministro dell’Economia per una «colazione di lavoro», per un chiarimento. Il premier ha deciso di incontrare Tremonti a Palazzo Chigi per definire «l’agenda degli impegni che insieme affronteremo nei prossimi giorni». E’ ancora distante, quindi, il tanto chiacchierato divorzio tra i due, come si evince anche dalla recente smentita del Cavaliere. «Dispiace – ha precisato – che in resoconti, interviste e retroscena pubblicati sui giornali di questa mattina siano state raccolte espressioni già diffuse ieri dalle agenzie di stampa e prontamente smentite, senza che si sia tenuto conto né delle mie smentite né delle mie precisazioni». Il presidente del Consiglio ha fatto riferimento anche al quotidiano La Repubblica, che avrebbe trasformato un «amichevole conversazione» in un «intervista con tanto di domande e risposte». A quanto avevano riportato svariati media, il premier aveva detto che Tremonti non è in grado di fare gioco di squadra, che da anni lo sopporta malgrado il suo modo di fare, e che «lui è preoccupato dai mercati. Lo capisco. Ma gli ricordo sempre che in politica il fatturato è composto dal consenso e dai voti. A lui il consenso non interessa, a noi sì. Quindi, fermo restando i saldi, noi la manovra la cambieremo in Parlamento».  Pace fatta? Vedremo. In ogni caso, sembra che i mercati stiano risentendo dell’attacco al titolare dell’Economia. 

L’indice Ftse Mib di Piazza Affari è piombato, caso unico in Europa, del 2,1%, dopo aver toccato quota -2,5%). Gli esperti parlano di attacco speculativo all’Italia, in virtù del fatto che la posizione del ministro Tremonti – che in Europa è considerato il garante della stabilità dei conti pubblici – è stata percepita come indebolita. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori