NON SONO PARTITO/ Video, Fedez accusato di vilipendio dal Pd: l’M5S lo difende

E’ stato pubblicato oggi sul blog di Beppe Grillo l’inno ufficiale di #Italia5Stelle, il raduno del Movimento 5 Stelle in programma dal 10 al 12 ottobre al Circo Massimo di Roma

08.10.2014 - La Redazione
m5s_bandiera_r439
M5S, preferenze Roma

Dopo aver composto l’inno per #Italia5Stelle, il raduno M5S in programma dal 10 al 12 ottobre a Roma, Fedez torna a farsi sentire. “Oggi – scrive il rapper sul blog di Grillo – Stefano Pedica ha avuto l’ardire di accusarmi di Vilipendio per il testo di Non sono Partito; mi viene proprio da ridere. Tralasciando il fatto che il reato di Vilipendio implica un’offesa e che gli unici a sentirsi offesi dalle istituzioni sono i cittadini, mi chiedo come il fatto di augurarsi che il Capo dello Stato si presenti spontaneamente a deporre su una questione così delicata come la trattativa Stato-Mafia possa essere considerato un reato”. Ma il punto è un altro, aggiunge Fedez, “ed è che la nostra classe politica sembra più concentrata a fare interrogazioni parlamentari su una partita di calcio e a condannare i testi di un rapper piuttosto che dedicarsi ad analizzare i veri problemi del paese”. Quindi conclude: “In un momento per me di grande visibilità mediatica l’ultima cosa di cui avevo bisogno era espormi politicamente, con tutti gli attacchi e le conseguenze che ne sarebbero potute derivare. E’ vero, non è stata una mossa furba, ma oggi più che mai sono orgoglioso di non far parte della cosiddetta Italia dei furbi”.

E’ stato pubblicato oggi sul blog di Beppe Grillo l’inno ufficiale di #Italia5Stelle, il raduno del Movimento 5 Stelle in programma dal 10 al 12 ottobre al Circo Massimo di Roma. “Non sono partito” è il titolo della canzone composta dal rapper italiano in cui non mancano gli attacchi al presidente della Repubblica: “Caro Napolitano/te lo dico con il cuore/o vai a testimoniare/oppure passi il testimone!/Dove sono i nastri dell’inchiesta?/Si dice che Nicola Mancino/scriva meglio con la destra”, recita parte del testo. “Ringrazio Fedez che ci ha dedicato una canzone per sostenere l’iniziativa mettendoci la faccia e dimostrando che le nuove generazioni hanno coraggio e voglia di esprimere un pensiero nuovo. Ci vediamo al Circo Massimo”, ha scritto invece Beppe Grillo sul suo blog.

 

Ti fidi ciecamente

Repubblica non vedente

Non si spiega…

In pratica è la Repubblica c(i)eca

Milioni di elettori

Addormentati per vent’anni

Davanti ai televisori

Buonanotte senatori!

Caro Napolitano

Te lo dico con il cuore

O vai a testimoniare

Oppure passi il testimone!

Dove sono i nastri dell’inchiesta?

Si dice che Nicola Mancino

Scriva meglio con la destra

Stendono un veto

Sul decreto

In Parlamento non c’è spazio

Per i disonesti

Sono già al completo

La Storia ci ha insegnato

Che l’Italia

Quando trovi la tua strada

Te la fa saltare in aria

Non ti fidi più di nulla

Ma tu prova! Tu prova!

Dalla marcia su Roma

Fino al marcio su Roma

C’è solo un MoVimento che va avanti

All’infinito.

No! Per voi non ci sarò!

Io non sono partito.

Un partito non ce l’ho

Io non sono partito.

Un partito non ce l’ho

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori