STUPEFACENTI/ Il ministro Lorenzin: drogarsi non è normale

- La Redazione

Drogarsi non è normale e questa cultura deve essere sconfitta. Lo ha detto il ministro della salute Lorenzin spiegando l’allarme del consumo di droghe da parte di sempre più giovanissimi

lorenzin_R439
Beatrice Lorenzin

Drogarsi non è normale: bisogna sconfiggere la cultura della normalizzazione del drogarsi. Lo ha detto il ministro della sanità Lorenzin dicendo che è ora di dare un messaggio forte al paese, soprattutto ai più giovani. Parlando in una conferenza stampa insieme ai politici del Ncd  Nunzia De Girolamo, Eugenia Roccella, Alessandro Pagano e al senatore Carlo Giovanardi, il ministro ha affermato che la sua ossessione non è stabilire la quantificazione delle pene, ma piuttosto di preoccuparsi del recupero delle persone. Il tema che considera fondamentale, ha spiegato, è l’integrità della persona specie quando si tratta di giovanissimi: “oggi l’uso delle sostanze stupefacenti registra un abbassamento dell’età incredibile: si utilizzano sostanze già a 11-12 anni, con danni enormi alla salute provati scientificamente” ha detto. Il messaggio dunque per cui ha ringraziato il parlamento è che “non esiste per noi una normalizzazione dell’uso della droga”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori