DISCORSO FINE ANNO SALVINI/ Diretta Facebook in streaming video, leader Lega Nord: “Chi può avere fiducia di Gentiloni?” (oggi, 31 dicembre 2016)

- La Redazione

Discorso fine anno di Matteo Salvini: diretta Facebook video, il discorso del segretario e leader della Lega Nord alternativo a quello istituzionale di Mattarella. Progetti e boicottaggi

salvini_lega_discorsoR439
Matteo Salvini (Foto: Lapresse)

Il pensiero del leader della Lega Nord Matteo Salvini vola a chi è in difficoltà. Ecco le sue parole dalla diretta streaming del discorso di fine anno: “A chi lavora anche stasera chi ci garantisce sicurezza per uno stipendio ridicolo e che vengono dimenticati dal Governo e dello Stato. Se sparano per difendere un loro collega vanno a processo. Dovrebbero essere liberi di fare quello che il loro mestiere comporta. La reintroduzione del servizio militare e civile magari di sei mesi. Con i nostri ragazzi che si devono riabituare nel rispetto reciproco è venuto un po’ meno. Vogliamo i giovani che ritornano a lavorare e non col ricatto del voucher o dei centri commerciali aperti sette su sette o con le cooperative che non pagano le tasse“.

Il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha pronunciato il suo discorso di fine anno in diretta sulla sua pagina di Facebook. Sono state tante le critiche, ma sicuramente la più piccante è arrivata nei confronti del Pd e dell’attuale Governo Gentiloni. Ecco le sue parole proprio in merito a questo: “Chi può avere fiducia in Gentiloni che è Renzi in versione sfigata. So che il Pd vuol portare avanti la legge dello Ius Soli regalando la cittadinanza ai figli degli immigrati e anche il voto per gli immigrati che non hanno cittadinanza. Noi faremo le barricate se farete questo. L’Italia non è in vendita”. Riflessione anche sul nuovo mondo: “Il mondo è quello che ha votato per la Brexit che ha eletto Trump, sta cambiando e non sarà facile, ci vorrà tempo ma è un mondo che va avanti non con le paure ingiustificate come dice Sergio Mattarella“.  

E’ stato davvero molto intenso il discorso di fine anno di Matteo Salvini che ha ribadito concetti importanti e ricordato anche persone che non ci sono più. Ecco tutti i ringraziamenti del leader della Lega Nord: “Ho tanti grazie per voi, questa è una pagina che cresce alla faccia di chi vorrebbe oscurare tutto, vorrebbe controllare tutto oltre la tv e i giornali anche la rete. grazie a chi ci ha dato una mano. Grazie a questa comunità con un milione e settecentomila persone. Grazie a chi non c’è più tipo Gianluca Buonanno. Grazie a chi ci darà una mano dalle prossime ore, ce la metteremo tutta per riportare gli italiani ad avere fiducia nelle sue istituzioni”. Continua: “Prima gli italiani, la nostra gente, non come Mattarella che dice prima Bruxelles, le banche. No, prima i cittadini che non hanno i soldi e i poteri forti come loro, ma hanno testa e hanno cuore. Non è questa l’Italia che vogliamo lasciare ai nostri figli. Adesso stanno cantando, cominciano i trenini”.

Matteo Salvini nel suo discorso di fine anno ha voluto fare un augurio agli italiani, sottolineando anche quello che dovrà essere l’anno della sicurezza e al quale ha sicuramente dedicato poco tempo Sergio Mattarella. Ecco le parole del leader della Lega Nord: “Deve essere un 2017 di serenità, di sicurezza e Mattarella ne ha parlato 13 secondi. Bisogna rispedire tutti a casa e proteggere anche gli immigrati regolari che sono i benvenuti. Vi auguro qualche istante di serenità. Se voi non mollate e io non mollo. I discorsi superati non ne sentiremo più se ci credete. Buona fine e buon inizio”. Un discorso poi importante anche sul made in Italy che secondo Matteo Salvini è da proteggere affinchè il paese non sia costretto a un movimento che porti all’importazione senza controllo: “La tutela del made in Italy, basta all’immigrazione dell’olio dalla Tunisia, dal tonno delle Filippine, io vorrei che si mangiasse quello che la nostra terra ci da sempre”.

Nel discorso di fine anno Matteo Salvini ha parlato moltissimo anche dell’impegno verso una buona scuola. Il leader della Lega Nord ha sottolineato che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella non ha nemmeno speso una parola per un problema che sicuramente va affrontato anche perchè non è giusto che un professionista debba viaggiare da nord e sud per poter avere una cattedra. Ecco le parole in merito di Matteo Salvini: “Non una parola di Mattarella sulla scuola, costringe gente per girare da nord a sud l’Italia per cercare un posto. Io vorrei una buona scuola, che permetta la possibilità a degli insegnati di insegnare dove sono cresciuti e dove hanno famiglia”. Parole importanti poi sono state dedicate anche all’ambiente: “Sull’ambiente non è stata detta nemmeno mezza parola, penso agli enti parco che andrebbero rivisti. Penso che la montagna debba essere gestita da gente di montagna, i problemi sono frutto di ambientalisti da salotto che dicono non si tocca il torrente poi viene giù tutto“.

Matteo Salvini ha tenuto il suo discorso di fine anno senza andare per le lunghe e arrivando ai punti focali sui quali si voleva soffermare. Ci sono stati molti riferimenti al discorso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con attacchi diretti e pensieri volti al rispetto degli italiani. Si è poi passati al confronto tra il discorso di Putin e quello proprio di Mattarella, andando ad evidenziare brevemente ma in maniera decisa le differenze. Queste erano legate soprattutto al fatto che il Presidente della Federazione Russa ha richiesto alla popolazione di pensare a dare più figli al suo paese, una cosa che secondo Salvini dovrebbe accadere anche in Italia. Il Leader della Lega Nord ha sottolineato: “Ho sentito Putin che ha parlato, proprio lo stesso livello di Mattarella. Putin ha chiesto figli. In Italia il 2016 è stato l’anno peggiore per i bambini dai tempi di Garibaldi. Posso ringraziare quel ristoratore che ha chiesto ventitré italiani da sfamare? Posso ringraziarlo? Quando ci sarà per tutti allora potremo anche accogliere. Il dovere è prima aiutare chi ne ha bisogno, gli italiani”.

Tra poco vedremo in diretta su Facebook il discorso di fine anno di Matteo Salvini pronto a dire la sua in vista del 2017 al popolo italiano. I toni del leader della Lega Nord sono abbastanza polemici, sottolineando che parlerà dopo il discorso del (loro) Presidente Sergio Mattarella. Scorrendo il profilo di Matteo Salvini su Facebook inoltre possiamo vedere che questo pomeriggio in Valtellina ha incontrato l’ex ciclista Ivan Basso. Questo è stato in carriera protagonista di molti successi ed è sicurametne un personaggio italiano molto amato dal pubblico anche perchè rappresenta da sempre i valori dello sport oltre al talento del nostro paese. A una foto che li ritrae sorridenti Matteo Salvini commenta: “Begli incontri in Valtellina. Auguri da parte mia e del campionissimo di ciclismo Ivan Basso“, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower.

Inizierà tra poco anche il discorso di fine anno di Salvini: il leader della Lega Nord lo terrà su Facebook, in contemporanea con quello del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che parlerà come di consueto a reti unificate Rai e anche su Canale 5 e Rete 4. Tra i leghisti c’è attesa per sapere che cosa dirà Matteo Salvini che per tutto il giorno ha postato video della Polizia di Stato: nei filmati si vedono alcuni reati commessi da immigrati e non. E proprio sugli stranieri Salvini ha poi anche scritto questo post: “IMMIGRATI, cambia la posizione del governo: aumenteranno retate, controlli e rimpatri, riapriranno i Cie, raddoppieranno le espulsioni. Ma come…… Non era mica tutto sotto controllo? Non eravamo io e la Lega ad essere RAZZISTI e a inventare paure? Intanto grazie al PD in tre anni ne sono sbarcati oltre 500.000. Dai Amici, nel 2017 ANDIAMO A GOVERNARE e poi… tutti a casa!!!” Infine Matteo Salvini, in attesa di pronunciare il suo discorso di fine anno ha pubblicato anche questo post: ” Vi aspetto stasera dopo il discorso del (loro) presidente Mattarella, per farci gli auguri ma soprattutto per preparare un 2017 di battaglie, di lavoro, di sicurezza, di Libertà! Alla vostra salute Amici!”.

Matteo Salvini terrà questa sera il suo discorso di fine anno alternativo a quello del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Non sappiamo ancora cosa ha intenzione di dire il segretario della Lega Nord per salutare l’anno nuovo, anche se qualche idea possiamo già iniziarcela a fare. Matteo Salvini è stato uno dei politici italiani che più è stato entusiasta della vittoria di Donald Trump alle presidenziali degli Stati Uniti d’America e, proprio ieri, ha voluto mandare un messaggio all’uomo più discusso degli Usa (e del suo stesso Partito Repubblicano). “OBAMA, peggior presidente storia USA. Gli hanno pure regalato Nobel per la Pace.. Anno nuovo, presidente nuovo: benvenuto @realDonaldTrump!”, ha scritto Matteo Salvini su Twitter. Nel suo discorso di fine anno nominerà il nuovo Presidente e attaccherà Barack Obama, il primo presidente afroamericano degli Stati Uniti? Non ci resta che aspettare stasera per scoprirlo. Clicca qui per leggere il tweet di Matteo Salvini.

Che cosa dirà Salvini nel suo discorso di fine anno? E’ quello che si chiedono gli italiani in queste ore dopo che il leader Lega Nord ha annunciato che oggi 31 dicembre, in concomitanza con il discorso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, terrà un suo discorso alternativo. Salvini lo farà in diretta Facebook streaming video. Intanto, sempre sul suo profilo sul social network, Matteo Salvini ha ricondiviso un video dellos corso giugno della Polizia di Stato in cui è stato ripreso un accoltellamento tra stranieri: “++ I VIDEO PIU’ VISTI DEL 2016 ++ VIDEO PER STOMACI FORTI. Palermo, egiziano accoltella e quasi AMMAZZA un altro straniero che, pare, avesse fatto apprezzamenti alla fidanzata. Questa è la gente che gira per le nostre strade. Un GRAZIE alle nostre Forze dell’ordine che l’hanno arrestato, purtroppo, anziché essere rispedito subito in Egitto a calci nel sedere, temo ce lo ritroveremo presto in circolazione” (clicca qui per vedere il video). E’ nota infatti la posizione del leader Lega Nord sugli stranieri nel nostro paese: Salvini nel suo discorso di fine anno farà un’invettiva contro di loro?

Un discorso di fine anno alternativo, su diretta Facebook streaming video, per cercare di contrastare quello istituzionale di Mattarella: Matteo Salvini scende in campo per il primo anno con una proposta alternativa al discorso di fine anno del Presidente della Repubblica e lo fa con la consueta carica provocatoria dopo una anno 2016 appena passato in totale opposizione ad ogni proposta e progetto del Quirinale come di Palazzo Chigi. L’annuncio alla Festa della Lega Nord “Berghem Frecc” di Albino in provincia di Bergamo: il segretario federale ha infatti promesso che per la giornata di oggi, 31 dicembre 2016, terrà in contemporanea con il discorso a Reti unificate di Mattarella un proprio discorso alternativo sulla sua pagina Facebook. «Saremo in concorrenza o in concomitanza» con quello di Mattarella, «vediamo se facciamo più ascolti noi sulla libera Rete o il presidente a reti unificate». Salvini ha affermato di voler fare «un discorso ai non rassegnati». «I rassegnati – ha aggiunto – guardino Mattarella». Va poi ben oltre la semplice polemica Salvini quando informa il popolo dei leghisti del suo “odg” assai particolare, «Mattarella è nel suo studio, io magari mi farò riprendere con dei cotechini o le lenticchie – ha ironizzato a proposito del discorso di fine anno -. Vedrò di prepararmi anch’io un discorso infarcito di ipocrisie, rimandi e ‘supercazzole’, ma un pò più diretto ai problemi veri, che non sono la legge elettorale, ma il lavoro, le tasse, i tempi della giustizia civile e tributaria, la sicurezza. E il futuro, che significa tornare a fare figli o saremo invasi». Appuntamento presumibilmente alle ore 20.30 – ancora non è arrivata la conferma ufficiale sulla pagina Facebook di Matteo Salvini – per il discorso alternativo e diretto contro il Capo dello Stato.

Alle 20.30 tutti quelli che non vorranno seguire in diretta streaming video il discorso di fine anno di Sergio Mattarella o di Beppe Grillo potranno collegarsi con la pagina ufficiale di Matteo Salvini per assistere al “discorso alternativo” di Capodanno, per la prima volta in diretta video e in completa polemica contro le istituzioni del Quirinale e di Palazzo Chigi, «che ci hanno regalato l’ennesimo governo non eletto dal popolo», va ripetendo come una solfa Salvini rispetto al governo Gentiloni, voluto e scelto dal Presidente Mattarella. Ma non è certo il primo anno in cui Salvini prova a boicottare il discorso del Capo dello Stato, solo che gli scorsi anni l’obiettivo numero 1 era ovviamente Giorgio Napolitano. Si vedrà se anche con Mattarella si raggiungeranno gli apici di attacchi a volte molto duri come con il presidente emerito: due anni fa, per l’ultimo discorso di Napolitano, Salvini annunciò che avrebbe preferito guardare con la figlia una puntata del cartone animato Peppa Pig, per poi passare lo scorso anno appunto a Masha e Orso. Finora con Mattarella, il leader della Lega si è mantenuto non del tutto contrario, definendolo più vittima delle logiche del Parlamento che non fautore, ma dopo la nomina di Gentiloni in seguito alle dimissioni di Renzi il rapporto tra il Quirinale e via Bellerio si è praticamente del tutto interrotto: come il segretario dem, anche quello della Lega vuole le elezioni immediate e saranno certamente il primo dei punti ribaditi nel “discorso alternativo” di questa fine 2016. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori