(FANTA)POLITICA/ L’approvazione dei matrimoni gay? Una manovra per distrarre dagli attacchi dei coccodrilli

- Silvana Palazzo

(Fanta)Politica: l’approvazione dei matrimoni gay? Una manovra per distrarre dagli attacchi dei coccodrilli, secondo il politico australiano Bob Katter. Ed è subito polemica…

bob_katter
Il politico Bob Katter sull'approvazione dei matrimoni gay

Svolta storica in Australia: è diventato il 25esimo paese al mondo a legalizzare i matrimoni gay. La stragrande maggioranza dei cittadini australiani ha approvato la scorsa settimana le nozze tra persone dello stesso sesso, ma non tutti hanno espresso soddisfazione. Tra questi c’è il parlamentare Bob Katter, secondo cui questa è una manovra dei suoi colleghi per distrarre l’opinione pubblica dagli attacchi dei coccodrilli, un tema che evidentemente ritiene più serio di quello dei matrimoni gay… La sua tesi non è rimasta tra le righe di qualche quotidiano locale, nella speranza che l’imbarazzo potesse essere celato agli occhi del resto del mondo. No, Bob Katter ha indetto una conferenza stampa per esporre la sua tesi. “Le persone hanno diritto ad esprimere il loro orientamento sessuale, ma non perdo tempo su questo argomento, perché nel frattempo le persone nel North Queensland vengono fatte a pezzi dai coccodrilli”, ha dichiarato il politico. Quello degli attacchi dei coccodrilli è un problema serio in Australia, ma perché metterlo sullo stesso piano dei matrimoni gay finendo così (involontariamente o non) per “delegittimarlo”? 

MATRIMONI GAY, MA SI IGNORANO GLI ATTACCHI DEI COCCODRILLI…

Un rapporto di giugno del National Critical Care and Trauma Response Centre australiano ha rilevato che tra il 2005 e il 2014 sono stati riscontrati 11 decessi dovuti ad attacchi di coccodrilli su scala nazionale. Quindi il tasso di morte è di un uomo ogni 10 mesi in tutta l’Australia, non di un decesso ogni tre mesi solo nel Queensland settentrionale. L’uscita di Bob Katter è stata dunque criticata perché esagerata sul fronte dei matrimoni sessuali ed errata nel merito degli attacchi dei coccodrilli. Le sue dichiarazioni hanno avuto comunque risalto internazionale, infatti il comico americano Stephen Colbert ne ha parlato con la sua proverbiale ironia nel suo Late Show. Dopo aver dato la notizia dell’approvazione dei matrimoni omosessuali in Australia tra gli applausi del pubblico ha chiuso l’argomento con una battuta: “Voglio dire, le persone hanno diritto ad essere felici. Dico, vivi e lascia vivere. Ma chi si preoccupa del fatto che ogni cinque minuti le bande di canguri e dingo mordono la faccia di tuo nonno?”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori