Sondaggi Politici/ Elezioni 2018, Piepoli: fiducia leader, Grasso e Bonino superano Renzi

Sondaggi politici elettorali, ultime notizie di oggi 23 dicembre 2017: intenzioni di voto verso le Elezioni 2018, fiducia leader con caduta Renzi, superato da Grasso e Bonino

23.12.2017 - Niccolò Magnani
pietro_grasso_3_lapresse_2017
Pietro Grasso, presidente del Senato (LaPresse)

PIEPOLI, FIDUCIA LEADER: RENZI SUPERATO ANCHE DA BONINO E GRASSO

In questi ultimi giorni del 2017 i sondaggi Piepoli si sono specializzati nell’analisi sulle principali fiducia e consenso dei principali leader politici italiani, in vista delle prossime decisive settimana di campagna elettorale verso le Elezioni in Primavera 2018. In particolare, stando al dato emerso alla vigilia di Natale, è ancora Sergio Mattarella il più “in fiducia” secondo gli elettori intervistati, con il 57% di consenso su scala nazionale. Dietro le principali novità: Matteo Renzi (al 29%, confermando quel calo che lo stesso segretario dem ha ammesso negli scorsi giorni) viene superato e battuto sia da Paolo Gentiloni (44%), ma anche Emma Bonino (37%) e il leader di Liberi e Uguali al 31%. Dietro resta Luigi Di Maio, al 28%, Giorgia Meloni al 26% e Silvio Berlusconi al 23%, pari merito con Matteo Salvini e davanti a Beppe Grillo al 19%.

L’ESPRESSO, COSA VOTANO I 18ENNI?

Ma i neomaggiorenni che a marzo voteranno per la prima volta alle Elezioni Politiche, quali partiti sceglieranno? Se l’è chiesto l’analisi fatta dai sondaggi de L’Espresso con risultati interessanti che da un lato si “allineano” alle generali intenzioni di voto nazionali e dall’altro forniscono un’indicazione più specifica sull’orientamento politico dei giovanissimi, per lo più spostati a sinistra. Al 28,2% è il Pd il più votato dai neomaggiorenni, seguito dal Movimento 5 Stelle che con il 19,5% si vede superare sul piano-giovani dal rivale e nemico Matteo Renzi. Scendendo agli altri partiti, troviamo il 13,5% per Forza Italia e a sorpresa Liberi e Uguali con Pietro Grasso al 10,3%, nettamente sopra Salvini e la Lega Nord che non convince molti 18enni (solo il 7,5%). Da ultimo, troviamo Fratelli d’Italia al 6,4%, Mdp al 5,1%, Casa Pound al 4,7% (dato molto alto per neofascisti), Radicali al 2,7% e Alternativa Popolare al 1% su base nazionale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori