Sondaggi Politici/ Elezioni 2018: intenzioni di voto non ‘influenzate” dallo scandalo banche

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici elettorali, ultime notizie e intenzioni di voto verso le Elezioni 2018: leader centrodestra, Salvini battuto da Berlusconi, analisi verso il voto

mariaelena_boschi_6_lapresse_2017
Maria Elena Boschi (Lapresse)

EUROMEDIA, INTENZIONI DI VOTO NON INFLUENZATE DAL CAOS BANCHE

I sondaggi prodotti da Euromedia Research danno un’interessante lettura dell’attuale caso-banche che infiamma i primi giorni di campagna elettorale verso le Elezioni 2018: è stato infatti chiesto se la vicenda su Banca Etruria, le banche venete e il presunto coinvolgimento dell’allora ministro Maria Elena Boschi ha condizionato o meno le ultime intenzioni di voto degli intervistati di Euromedia. Ebbene, il risultato è particolare: solo il 38% si dice influenzato da questo scandalo, di cui il 15,4% “molto” e il 23,4% “abbastanza”. È invece la maggioranza, il 53,2%, a dirsi poco influenzata (22,8%) o per nulla proprio (30,2%) dalle vicende complesse e considerate legate a intrighi di palazzo e meno “interessante” per i problemi reali dei cittadini elettori. Insomma, se fosse davvero così, per Renzi e Pd potrebbe non per forza essere una pessima notizia elettorale: le urne ovviamente saranno il giudice ultimo e supremo..

IXÈ, LEADER CENTRODESTRA: SALVINI BATTUTO

Sembra di tornare indietro nel tempo con lui, e vedendo gli ultimi sondaggi politici si ha la stessa netta e identica impressione: Silvio Berlusconi negli ultimi mesi si è ripreso sui media, sulle tv, sui giornali e anche nella “sensazione” comune della gente normale il ruolo di vero leader del centrodestra, la coalizione che in questo momento più di tutte punta a vincere le prossime elezioni in Primavera. Stando ai sondaggi prodotti da Ixè e pubblicati ad una settimana dal Natale, è stato chiesto agli elettori quale leader dovrebbe guidare il centrodestra visto che ad oggi ancora non si è trovata la quadra a livello interno su chi debba incarnare la nuova campagna elettorale da assoluto protagonista. Gli italiani non hanno dubbi: con il 44% è Berlusconi l’unico e vero leader in grado di poterlo fare; doppiato Matteo Salvini al 25% e Giorgia Meloni al 21%, mentre l’opzione “nessuno di questi” raccoglie solo l’8% (mesi fa sfiorava il 30% invece la volontà di un “papa straniero” per la coalizione larga di centrodestra). I moderati ci sono ancora e al momento spingono per tornare da Berlusconi: Salvini e gli estremismi, per ora, non attecchiscono con piena fiducia..



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori