Stefania Craxi attacca Antonio Di Pietro/ “Lui negli anni si è arricchito, spieghi perché andò in America e con chi”

- La Redazione

A 25 anni da Tangentopoli, Stefania Craxi attacca Antonio Di Pietro: “Fu burattino, spieghi perché andò in America e con chi”. Ultime notizie sulla figlia dell’ex presidente del Consiglio

bettinocraxi_zoomR439
Bettino Craxi (Foto: LaPresse)

Le accuse di Antonio Di Pietro nei confronti di Bettino Craxi tornano d’attualità a venticinque anni dallo scandalo di Tangentopoli: ne ha parlato Stefania Craxi, commentando anche il suo coinvolgimento nella vicenda. «Non esiste nessuna prova di un reato di tipo corruttivo nelle sentenze» ha dichiarato la figlia dell’ex presidente del Consiglio a Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano. Non è stato corrotto da nessuno, né ha mai corrotto: questa la tesi di Stefania Craxi, secondo cui non c’è alcun conto corrente intestato a suo padre e alla sua famiglia né sono stati usati fondi esteri a scopo personale. Poi è passata al contrattacco, invitando Antonio Di Pietro a tacere «su quella brutta storia in cui è stato il burattino e non il burattinaio». L’alternativa è una per la figlia di Bettino Craxi: l’ex magistrato dovrebbe altrimenti parlare «delle tante pagine oscure che lo riguardano, a cominciare dalla sua promozione a magistrato, alla sua dismissione della toga». Non usa mezzi termini né si perde in giri di parole Stefania Craxi, che prosegue: «Ci racconti perché è andato in America e con chi ci è andato». Anche per la figlia dell’ex presidente del Consiglio sono comunque tante le vicende oscure che riguardano Tangentopoli, definita una «brutta pagina di storia che ha distrutto il sistema politico del nostro Paese». Quello scandalo – conclude Stefania Craxi – «ha distrutto i partiti, che avevano delle regole. Oggi i partiti sono dei marchi in franchising, espressioni di interessi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori