Massimo D’Alema/ Nuovo attacco a Renzi: “Le primarie? Sono una sorta di Festival di Sanremo!”

- La Redazione

Massimo D’Alema contro Matteo Renzi: “Non c’è nulla di personale tra me e Renzi, ci sono di mezzo i grandi problemi del Paese. Le primarie? Sono una sorta di Festival di Sanremo!” 

massimo_dalema_renzi
Massimo D'Alema contro Matteo Renzi

Massimo D’Alema contro Matteo Renzi: “Le primarie? Sono una sorta di Festival di Sanremo!” – “Non c’è nulla di personale tra me e Renzi, ci sono di mezzo i grandi problemi del Paese. Questa del fatto personale è una sua guapperia, una stupidaggine, con quella aria che ha”: queste le parole con le quali Massimo D’Alema ha dichiarato all’emittente ligure Primocanale. Per l’ex di Sinistra Italiana, l’ex premier italiano deve fare i conti con ciò che ha fatto per il Paese: “Venti milioni di italiani hanno bocciato la riforma che ha promesso. La legge elettorale è stata bocciata dalla Consulta perché è illegittima, perché non sono capaci, ha fatto questa bellissima riforma del Jobs act che sta producendo disoccupazione e licenziamenti”. Un bilancio sicuramente in negativo quello che D’Alema illustra nel corso dell’intervista, soprattutto se paragonata alla modesta ripresa economica che si registra in Europa. Ma ecco arrivare al discorso sulle primarie che D’Alema definisce: “Le primarie non sono una cosa seria. Sono una specie di Festival di Sanremo. Vedrete che a Salerno voterà più gente che a Genova”.

Massimo D’Alema contro Matteo Renzi, l’ex premier dice la sua a Che Tempo Fa: “Avrebbe dovuto sfidarmi al PD” – Dichiarazioni forti quelle di Massimo D’Alema che ben si scontrano con quelle di Matteo Renzi ospite a Che Tempo fa. L’esordio dell’ex premier è infatti di sfida: “Lo invito a non scappare, ma a correre alle primarie. Vediamo chi ha più voti! Avrebbe dovuto sfidarmi nel Pd”. Ma non si ferma qui Renzi, che nello studio di Fabio Fazio aggiunge: “Nel mondo il problema della sinistra sono Trump e Le Pen, possibile che il problema della sinistra in Italia sia io?», chiede retoricamente l’ex premier dicendosi comunque dispiaciuto della scissione che, commenta, “Abbiamo fatto di tutto per evitarla”. “La sinistra deve accettare che se uno vince la competizione interna, anche se non ha la stessa storia dei capi di prima, ha diritto a fare il proprio lavoro” dichiara Matteo Renzi appena tornato dalla California e alla sua prima apparizione in tv da candidato alle primarie Dem.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori