Maurizio Costanzo vs Virginia Raggi/ Rifiuti Roma: “il sindaco è una incapace, i topi puliscono la città”

- Niccolò Magnani

Maurizio Costanzo vs Virginia Raggi: rifiuti a Roma, il giornalista sbotta “il sindaco è una incapace, i topi stanno ripulendo la città”. Attacchi anche a Luciano Spalletti e Chiara Ferragni

virginia_raggi_1_m5s_lapresse_2017
Virginia Raggi, Sindaco di Roma (LaPresse)

È un Maurizio Costanzo Show nel vero senso della parola, contro Virginia Raggi, Luciano Spalletti e Chiara Ferragni: il giornalista e guru di Mediaset è stato intervistato questa mattina nella trasmissione ECG su Radio Cusano Campus, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio: diciamo che i peli sulla lingua non solo li ha levati ampiamente ma non sa forse neanche che cosa sono. Durissimo infatti l’attacco del conduttore e storico giornalista tv contro il sindaco di Roma a Cinque Stelle, all’interno della fastidiosa vicenda rifiuti nella Capitale. «L’emergenza rifiuti c’è. A Roma ci sono dei topi con la maglietta gialla che puliscono la città. La sindaco Raggi è talmente incapace che i topi si sono messi d’accordo tra di loro e puliscono la città». Pum, apriti cielo contro Costanzo che ora si ritrova sui tutti i portali online e sui social; il suo attacco al sindaco M5s non finisce però qui, visto che Costanzo se la prende con la Raggi anche sui “presunti” complotti che proverebbero a screditare il nome e l’immagine del sindaco di Roma eletto un anno fa. «Alla storia dei sabotaggi non ci credo,  non credo ai sabotaggi, quando si parla di sabotaggi non si è fatto qualcosa. La Raggi non è più considerata dalla stampa perché se ne è capita l’inconcludenza»; secondo Costanzo poi nel ruolo di sindaco di Roma, Marino e Alemanno «sono stati trattati peggio di lei, lei viene ignorata ed è ancora peggio. E a me dispiace, perché questa città va tenuta meglio».

Non si ferma però solo a Virginia Raggi il Maurizio Costanzo “show” andato in scena stamani a Radio Cusano Campus: sempre sulla vicenda Roma, ma lato calcistico, non poteva mancare il commento sulla querelle Francesco Totti-Luciano Spalletti, con il tecnico giallorosso accusato di non aver fatto fare l’ultima passerella a San Siro domenica scorsa durante Milan-Roma. «Io sono un suo grande tifoso e vorrei che Spalletti capisse che non si da un contentino di cinque minuti a una bandiera. Le bandiere vanno fatte giocare, Spalletti vada a fare l’allenatore in provincia». Secondo Maurizio “nazionale” Spalletti è addirittura «invidioso della storia di Totti, lui pensava di fare il mister famoso, dinnanzi a Totti che è più famoso e di altri dieci allenatori messi insieme, dove c…o va?». Come chiosa finale, terzo duro scontro di Costanzo contro un personaggio famoso, questa volta è Chiara Ferragni, la nota fascio blogger, fresca promessa sposa del rapper Fedez – anche in questo caso toccando uno dei temi maggiormente affrontati nell’opinione pubblica negli ultimi giorni -; «Uno si può pure dichiarare all’Arena di Verona, durante un concerto. Io appartengo alla generazione che si è consumata le dita al telefono e che aspettava con ansia l’arrivo di un postino che portasse una lettera di incoraggiamento». È una fashion blogger gli viene ricordato a Costanzo che per tutta risposta, «beh non so chi è, la lascio ai suoi lettori…».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori