RISULTATI ELEZIONI COMUNALI 2017/ Como preferenze consiglieri, eletti: Rapinese “raddoppia” (Amministrative)

- Niccolò Magnani

Risultati Elezioni Comunali 2017, Amminisrative Como: eletti, consiglieri preferenze e ultime notizie dopo gli scrutini. Ballottaggio Landriscina-Triaglio, M5s resta tagliato fuori. I dati

elezioni_voto_schede_elettorali_2_lapresse_2016
Elezioni Comunali Amministrative 2018, Toscana e Umbria (LaPresse)

Primo responso elettorale a Como, dove andranno al ballottaggio Mario Landriscina, candidato del centrodestra, e Maurizio Traglio, lo sfidante del centrosinistra. I risultati delle Elezioni Comunali 2017 hanno però confermato un record negativo, cioè quello relativo all’affluenza alle urne. Quello positivo riguarda Alessandro Rapinese, che ha collezionato un successo personale incredibile: ha ottenuto il 22,6% dei voti, raddoppiando il 9,8% del 2012. Le distanze si sono allungate, invece, fuori da questo terzetto. La lista Rapinese sindaco è la regina delle Elezioni Comunali 2017 a Como, nonostante il candidato sindaco non sia riuscito ad andare al ballottaggio. Il centrodestra che sostiene Mario Landriscina vede primeggiare Forza Italia con il suo 11,27% dei voti. Segue Lega Nord con il 10%, tre punti sopra l’ultima tornata elettorale. In totale il centrodestra ha totalizzato il 34,8%. (agg. di Silvana Palazzo)

Anche a Como sarà dunque ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra, col candidato di Forza Italia e Lega Nord Mario Landriscina in netto vantaggio su Maurizio Traglio. Al ballottaggio, previsto per domenica 25 giugno, potrebbe però essere decisivo l’effetto Rapinese. Riferito ad Alessandro Rapinese, il candidato civico che ha letteralmente sbancato con il suo 22,60%, che non gli è stato sufficiente per partecipare al ballottaggio, ma oltre ad insediare Traglio gli ha permesso di essere sostenuto dalla lista più votata, la sua Rapinese Sindaco che ha ottenuto lo 0,07% in più dei suoi voti come Sindaco, manifestando dunque una grande concordanza. Dove andranno a finire questi voti al ballottaggio? Rispondere a questa domanda significherebbe sapere in anticipo chi diventerà Sindaco di Como. Di sicuro Landriscina parte con un margine molto ampio su Traglio, ma sul piatto c’è anche il 5,43% del candidato del Movimento 5 Stelle e la partita lariana appare dunque ancora aperta. (agg. di Fabio Belli)

I risultati delle Elezioni Comunali a Como vedono confermato il “trend” nazionale di queste Amministrative: è ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra, specie al Nord, con il Movimento 5 Stelle tagliato fuori e con le liste civiche che ancora una volta hanno avuto il loro peso all’interno dello scrutinio finale al primo turno. Mario Landriscina, favorito della vigilia, ha raccolto il 34,7% dei voti, battendo (per ora) il rivale Maurizio Triaglio del Pd al 26,88%. Si ritroveranno il prossimo 25 giugno in ballottaggio i due candidati sindaci chiamati a raccogliere in queste due settimane di campagna qualche “ticket” tra le altre forze politiche che sono uscite sconfitte dal primo turno. La lista civica di Alessandro Rapinese in primis, con il 22,6% dei voti raccolti; o anche Bruno Magari, della lista civica Civitas, che ha chiuso al 6,1% appena davanti al Movimento 5 Stelle di Fabio Aleotti, con il 5,4%.

Per quanto riguardano le liste politiche dopo le Amministrative di Como, è il Pd a vincere la sfida con il 14,2% dei voti, davanti a Forza Italia con l’11,2%: al terzo posto la Lista Civica “Svolta Civica per Como” al 10,8% mentre la Lega Nord si aggiudica il quarto posto con il 10,3%. La lista civica di Rapinese, come lista unica a sostegno del candidato sindaco, ha raccolto però più di tutti gli altri, con il 22,6% e si candita come “preda appetibile” sia per Landriscina che per Traglio tra due settimane.

Sul fronte delle preferenze a Como i risultati delle Comunali hanno dato la palma di più votato a Barbara Minghetti con 667 voti con la Svolta Civica per Como; nella stessa lista, bene anche Vittorio Nessi e Luigi Ostinelli. Per il Partito Democratico campione di preferenze è stato Patrizia Lissi davanti a Stefano Fanetti, (357 voti a 325), seguiti da Gabriele Guarisco con 245 preferenze raccolte; per i rivali di Forza Italia a sostegno di Landriscina, i più votati risultano essere Anna Veronelli, Antonio Tufano detto Tony e Francesco Pettignano. Per quanto riguarda la Lega Nord, è Alessandra Locatelli ad aver raccolto il maggior numero di voti per il Carroccio, con 346 preferenze, avanti a Claudio Borghi e Alessandra Bonduri. Per sapere invece tutti i candidati consiglieri in “odore” di elezione e i dati aggiornati prima del ballottaggio del 25 giugno, è consultabile questo link diretto al Comune di Como con tutti i dati elettorali delle Amministrative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori