ELETTI VERONA/ Sindaco, Consiglieri, preferenze, seggi: consiglio comunale, Croce con Sboarina (Elezioni 2017)

- Niccolò Magnani

Eletti Verona, ha vinto il sindaco Sboarina: consiglieri, preferenze, seggi nel nuovo Consiglio Comunale. Ripartizione per partito, nomi consiglieri, ultime notizie per le Elezioni Comunali

federico_sboarina_elezioni_comunali_verona_sindaco_lapresse_2017
Federico Sboarina: eletti Verona, consiglieri e seggi (LaPresse)

A Verona con la vittoria di Federico Sboarina, eletto nuovo sindaco dopo aver battuto Patrizia Bisinella, si chiude un’era. Si rinnoverà il Consiglio comunale e a farla da padrone d’ora in poi sarà la lista civica del nuovo sindaco Battiti per Verona, che ha ottenuto 11 seggi, a cui va sommato quello dello stesso Sboarina. L’area di maggioranza è composta anche da Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Sarebbe da aggiungere anche il seggio di Verona Pulita con Michele Croce in appoggio al nuovo sindaco, anche se l’apparentamento non è formale. Si chiude un’era, ma cinque consiglieri dell’aria tosiana saranno nel Consiglio comunale, tra cui lo stesso Tosi e la candidata sconfitta Patrizia Bisinella. Cinque sono quelli della coalizione che invece sosteneva Orietta Salemi. In consiglio anche due rappresentati del Movimento 5 Stelle e Michele Bertucco di Verona in Comune. (agg. di Silvana Palazzo)

Il nuovo sindaco di Verona è Federico Sboarina, uno dei maggiori successi del centrodestra a questa tornata di Amministrative 2017: il candidato di Lega, Forza Italia, FdI e liste civiche ha battuto nel ballottaggio la sfidante Patrizia Bisinella della lista Fare (è la compagna di Flavio Tosi). Risultato netto con il 58,1% delle preferenze nei risultati di ieri sera, contro il 41,8% della Bisinella che pure ja ricevuto il sostengo “ufficioso” del centrosinistra e degli elettori Pd. Vince Sboarina e viene la Lega anche a livello di Consiglio Comunale visto che a differenze dell’alleato Berlusconi, il numero di seggi è nettamente superiore. Sono 22 i seggi che vanno ufficialmente alla maggioranza ora al centrodestra chiamato all’eredità della duplice giunta Tosi: 4 seggi per le liste a sostegno di Bisinella sindaco, 4 seggi per il centrosinistra e un solo seggio per il Movimento 5 Stelle. Ha vinto un centrodestra che in quanto ad elettorato ha preso evidentemente molte preferenze dai cittadini “tosiani” nelle ultime due elezioni Comunali passate.

Il consiglio comunale che si insedierà a Verona nei prossimi giorni vedrà questa precisa composizione di seggi a seconda dei risultati del primo turno e dalla definitiva affermazione del ballottaggio di ieri sera: per la maggioranza, ben 11 seggi eletti vanno alla lista civica Sboarina sindaco, mentre 7 saranno per la Lega Nord, 2 soli per Forza Italia e Fratelli d’Italia. Per quanto riguarda invece l’opposizione al sindaco Sboarina, 3 seggi restano alla Lista Tosi, 1 solo per la lista civica Ama Verona: per il centrosinistra invece la candidata sconfitta al primo turno Orietta Salemi fa guadagnare tre seggi al Partito Democratico, un solo eletto invece per la Lista Verona-Civica. Chiude il Consiglio Comunale veronese con un seggio anche per il Movimento 5 Stelle, che con il candidato Alessandro Gennari puntava decisamente qualcosa di più nella crescita all’interno delle varie roccaforti del centrodestra nel Veneto.

La nuova giunta comunale di Federico Sboarina sarà resa nota nei prossimi giorni, mentre a livello di nomi e preferenze per il Consiglio Comunale dopo i risultati del ballottaggio a Verona ieri sera possono essere anticipati e ipotizzati anche se pure questa lista verrà confermata nelle prossime ore con la proclamazione ufficiale di Sboarina sindaco. Intanto, guardando le preferenze del primo turno e i seggi eletti ufficialmente nella nottata, si può già ipotizzare la composizione esatta del prossimo Consiglio veronese: per la lista civica Sboarina, gli eletti dovrebbero essere Marco Padovani, Marco Zandomeneghi, Paolo Rossi, Daniele Perbellini, Francesca Briani, Filippo Rando, Maria Fiore Adami, Rosario Russo, Nicolò Sesso, Stefano, Bertacco, Bruno Tacchella. Per i 7 seggi della Lega invece i consiglieri dovrebbero essere Lorenzo Fontana, Enrico Corsi, Luca Zanotto, Francesca Toffali, Roberto Simeoni, Anna Grassi, Vito Comencini; per Forza Italia i due eletti saranno Daniele Polato e Andrea Velardi mentre per la lista Fratelli d’Italia i consiglieri dovrebbero essere Massimo Mariotti e Leonardo Ferrari. Per quanto riguarda l’opposizione spicca il nome di Flavio Tosi che con la lista omonima dovrebbe entrare in consiglio comunale, salvo ripensamenti, assieme a Anna Leso e Alberto Bozza; Paolo Meloni di Ama Verona sarà invece l’altro consigliere eletto nelle liste pro-Bisinella. Per il centrosinistra invece i 4 consiglieri eletti dovrebbero essere Elisa La Paglia, Federico Benini e Stefano Vallani per il Pd, Tommaso Ferrari invece l’unico consigliere di Verona-Civica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori