RENZI IN OSPEDALE/ Matteo rivela: “Piccolo intervento al cuore per mio padre”

- Silvana Palazzo

Renzi in ospedale: Matteo rivela che il padre è ricoverato. “Piccolo intervento al cuore per mio padre”, annuncia l’ex premier, ora segretario del Partito democratico

matteo_renzi_pd5_lapresse_2017
Matteo Renzi (Lapresse)

Tiziano Renzi è in ospedale: lo ha annunciato Matteo Renzi durante una tappa della presentazione del libro “Avanti”. «Mio padre è in ospedale per un piccolo intervento al cuore, domani andrò a trovarlo», ha dichiarato l’ex premier nella redazione del Mattino. Tiziano Renzi, nell’ambito dell’inchiesta Consip, è stato indagato per concorso in traffico di influenze. Poi è stato indagato anche il capitano dei carabinieri del Noe nell’ambito delle intercettazioni ai danni di Tiziano Renzi. Il figlio, segretario del Partito democratico, a proposito dell’inchiesta Consip ha dichiarato: «Non posso credere che in quella intercettazione mio padre non avesse titolo per essere intercettato. Sono certo che al Csm sapranno valutare». L’ex premier si è dunque detto certo che gli organi competenti, a partire appunto dal Csm, sapranno fare le loro valutazioni.

IL PADRE DI RENZI IN OSPEDALE

INCHIESTA CONSIP: LE RIVELAZIONI DELL’EX PREMIER

Non molla di un millimetro Matteo Renzi per quanto riguarda l’inchiesta Consip: «Se un pezzo delle istituzioni ha fabbricato prove false contro il presidente del Consiglio, devono venire fuori i nomi e i cognomi». Sul padre Tiziano ha fornito interessanti indiscrezioni proprio lui: nel suo libro ha infatti parlato anche di un particolare sfogo del padre. «Se non avessi avuto la fede mi sarei già suicidato». A tal proposito il figlio Matteo ha scritto: «Mi sento il cuore a pezzi, da figlio. Da uomo delle istituzioni, però, cos’altro posso fare?». Nel libro dunque l’inchiesta Consip diventa anche l’occasione per parlare del rapporto con suo padre: «Politicamente parlando le intercettazioni pubblicate mi fanno un regalo. Umanamente però mi feriscono, perché in quella telefonata sono molto duro con mio padre. E rileggendole mi dispiace, da figlio, da uomo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori