VELTRONI MORSO DA UN CANE/ Festa dell’Unità, tra ironie e polpacci: “attacco reazionario e antipopolare!”

- Niccolò Magnani

Walter Veltroni morso da un cane al polpaccio: Festa dell’Unità di Brescia, l’incidente per il fondatore del Pd. Tra ironie, rimandi “politici” e presunti padroni dell’animale

Walter_veltroni_cane_festa_unita_morso_ambulanza_lapresse_2017
Ricoverato in grave condizioni un 40enne di Sanremo

Udite, udite signori: il compagno Walter è stato colpito! Con un po’ di immaginazione fantapolitica quanto avvenuto a Veltroni alla Festa dell’Unità di Brescia ieri sera ha fatto il giro del web. L’ex segretario e fondatore del Pd è stato infatti morso al polpaccio dall’attacco improvviso di un cane mentre stava per presentare e tenere un incontro sul suo nuovo film “Indizi di felicità”. Ecco, di massima felicità ieri sera non deve esserci stata al centro dei pensieri del buon Walter, preso alla sprovvista dall’attacco “canino” come lo ha chiamato lo stesso Veltroni ironicamente dopo la serata alla Festa dell’Unità. Inutile dire come, una volta assicuratisi che il guaio di Veltroni fosse davvero cosa minima, l’ironia del web ha iniziato a prendere piede: in particolar modo, sul celebre forum “Spinoza” si sono viste sfiziose chicche che faranno sorridere, siamo certi, anche il fondatore Pd ed ex Pci: «Veltroni morso da un cane alla Festa provinciale dell’Unità di Brescia, dove ha presentato il suo ultimo film. Era il premio della critica», o ancor meglio «Brescia, Veltroni morso da un cane alla festa dell’Unità. Per non dire che non c’era manco un cane». Il simpatico animale e il partito di Renzi, e il gioco è fatto: «Veltroni morso da un cane alla festa dell’Unità. Anche Renzi ha abbracciato la svolta animalista».

CANE MORDE POLPACCIO DI WALTER VELTRONI: ECCO COSA È SUCCESO

“IL VILE ATTACCO CANINO-REAZIONARIO”

Ma l’ironia dopo il polpaccio graffiato dal cane non finisce certo con Spinoza: il buon Veltroni dopo aver visto il morso sui pantaloni ha voluto lo stesso partecipare alla presentazione del suo film, e solo poi si è fatto medicare dalla Croce Bianca presente alla kermesse. «Arrivato ai tavoli del ristorante si è avvicinato a una coppia di bresciani che voleva salutarlo. Con loro c’era il cane (taglia media) al guinzaglio che si è alzato, aggrappandosi ai pantaloni dell’ex segretario», riporta Repubblica sulla cronaca “live” del “vile attacco canino”. Già, proprio approfittando del curioso fatto avvenuto, Veltroni su Facebook ha voluto dare sfogo all’ironia, idealmente rispondendo in prima persona a Spinoza. «Il cane che ha morso ieri il caro ex leader lo ha fatto certamente su istigazione della reazione in agguato. Erede di Pallante, la simpatica bestiola, colpita dal volitivo polpaccio del caro ex leader, voleva portarselo a casa per finire di mangiarlo. La pronta reazione dei democratici presenti, sdegnati per il vile attacco, ha messo fine all’odiosa provocazione reazionaria». Tutto è bene ciò che finisce bene: ecco, con “Indizi di felicità”, il nuovo film di Veltroni, ci viene abbasta facile fare il collegamento su quali “indizi” possano portare al “vero” padrone di quel cane. Baffi e una certa qual dose di… amore per le “sinistre divisioni” e arcinemico giurato dell’ex sindaco di Roma. Sì esatto, proprio lui, ecco qui sotto la soluzione (ironica) del rebus canino…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori