SALVINI: “OBBLIGO DI CHIUSURA ALLE 21 PER NEGOZI ETNICI”/ Video, pronto il Decreto Sicurezza dopo imam espulso

Salvini: “Espulso Imam: incitava al terrorismo islamico in Italia”. Ultime notizie Viminale, il ministro dell’Interno esulta sui social network: lancia poi il Decreto Sicurezza

10.10.2018 - Carmine Massimo Balsamo
matteo_salvini_4_lapresse_2017
Matteo Salvini (Lapresse)

Con una lunga diretta Facebook dai tetti di Roma, il Ministro degli Interni rilancia il Decreto Sicurezza con diverse novità dopo aver programmato e firmato la prima espulsione di imam accusato di terrorismo da quanto è titolare del Viminale. «Nel decreto sicurezza e immigrazione confluirà un emendamento in cui si chiede la chiusura entro le 21 di quei negozietti etnici che la sera diventano ritrovo di ubriaconi, spacciatori, casinisti», avanza Salvini che aggiunge «Sono sicuro che come ce l’ho io vicino a casa, ce l’avete anche voi». Non ha parole “tenere” il Ministro con i negozi etnici, dove «c’è gente che beve birra, whiskey fino alle tre del mattino, dove pisciano e cag.. e se lo fanno sul cancello o sulla porta di casa, non è educato». A chi lo attaccherà per tali misure, Salvini anticipa anche la risposta dedicata «Non è un’iniziativa contro i negozi stranieri, ma una iniziativa per limitare gli abusi e le irregolarità di alcuni negozi – quasi tutti gestiti da cittadini stranieri – che diventano ricettacolo di gente che fa casino». (agg. di Niccolò Magnani) Qui sotto a fondo pagina la video-diretta Facebook di Matteo Salvini

SALVINI ESPELLE IMAM ACCUSATO DI TERRORISMO

“Mi ricordo molto bene di questo signore che mi ruppe due costole in nome della “religione di pace”. A mai più!”: è arrivato anche il commento di Daniela Santanchè dopo l’espulsione di Elbadri, imam che incitava al terrorismo islamico. Fu infatti lui ad aggredire nel 2009 l’esponente di Fratelli d’Italia nel corso di una manifestazione contro il velo integrale per le donne musulmane. Ma non solo: secondo quanto riportato da Repubblica, “Aboualy aveva anche legami con alcuni soggetti pericolosi come Mohamed Game”, autore dell’attentato alla caserta dell’Esercito Santa Barbara di Milano. Quest’ultimo il 12 ottobre del 2009 si presentò nel piazzale della caserma con un ordigno rudimentale, esploso parzialmente causando danni allo stesso attentato e ferendo leggermente due militari presenti nella zona. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

AGGREDI’ LA SANTANCHE’

L’Imam per il quale il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha firmato personalmente il provvedimento di espulsione, era salito alla ribalta delle cronache per aver aggredito in passato un’altra esponente dello schieramento di centro-destra, Daniela Santanché. L’aggressione avvenne nel 2009 durante una manifestazione contro il velo integrale per le donne musulmane, capeggiata dalla Santanché che si trovò pesantemente apostrofata dall’Imam. Secondo le indagini, come confermato anche da Salvini, l’Imam Ahmed Elbadry Elbasiouny Aboualy, egiziano, classe 1982, in Italia dal 2005, residente a Milano, aveva evidenziato un orientamento religioso ultra-radicale, come verificato dagli inquirenti nelle intercettazioni dei suoi apparecchi elettroniciì. (agg. di Fabio Belli)

SALVINI: “A CASA!”

Matteo Salvini: “Espulso Imam: incitava al terrorismo islamico in Italia”, il ministro dell’Interno annuncia sui social network un nuovo provvedimento di espulsione nei confronti di un uomo che esorta e elogiava l’Isis. Ecco le parole del capo del Viminale: “Firmata adesso l’espulsione di un Imam che incitava al terrorismo islamico in Italia: a casa!”, questa la didascalia di un’immagine che ritrae il segretario federale della Lega con la penna in mano mentre si appresta ad apporre la firma sul documento. Continua la battaglia del vice premier, che con il decreto sicurezza ha stretto ulteriormente sul tema terrorismo: revoca della cittadinanza italiana a carico dei condannati per reati di terrorismo, con le forze dell’ordine che nelle ultime settimane hanno individuato e ammanettato numerose persone in tutta Italia per il seguente reato.

ESPULSO IMAM, INCITAVA AL TERRORISMO ISLAMICO

Appena tre settimane fa, a metà settembre, erano stati arrestati ed espulsi dall’Italia quattro stranieri per motivi di sicurezza dello Stato: un imam tunisino e tre egiziani ritenuti vicini ad ambienti dell’estremismo islamico. E’ stata una nota ufficiale del Viminale a fornire i dettagli dell’operazione delle forze dell’ordine: “I tre egiziani sono stati rimpatriati con volo diretto a Il Cairo. Il primo, 30 anni, detenuto per reati comuni, era stato sottoposto, durante la detenzione, ad attività di osservazione per aver esultato in occasione dell’attentato terroristico compiuto a New York il 1° novembre 2017 sulla pista ciclabile a Lower Manhattan. L’uomo aveva più volte auspicato il compimento di attacchi simili anche in Italia, ed era riuscito a creare un gruppo di adepti tra i compagni di detenzione grazie al suo carisma”. Salgono dunque a 90 le espulsioni eseguite dal mese di gennaio. Qui di seguito il post del ministro dell’Interno

VIDEO DIRETTA FACEBOOK

I commenti dei lettori