Beppe Grillo “lascia” il M5s/ Ultime notizie, il simbolo passa a Davide Casaleggio: strappo definitivo?

- Carmine Massimo Balsamo

Beppe Grillo “lascia” il M5s. Ultime notizie, il simbolo passa a Davide Casaleggio: strappo definitivo? Ecco la goccia che ha fatto traboccare il vaso

beppe_grillo_m5s_5_lapresse_2018
Beppe Grillo (LaPresse)

Beppe Grillo “lascia” il M5s: il simbolo del movimento politico passa nelle mani di Davide Casaleggio, consumato lo strappo definitivo? Secondo Il Giornale sì e c’è un dettaglio rilevante che lo rimarca. Come riportato dal quotidiano, il simbolo del Movimento 5 Stelle era esclusivamente gestito dal comico e fondatore ma ora è entrato in possesso della Casaleggio Associati, la rottura tra le parti è stata sancita anche sotto il profilo giuridico ed arrivano le prime reazioni dal mondo pentastellato. Il motivo? Il ruolo non di primo piano riservato a Beppe Grillo nell’evento Italia 5 Stelle in programma il prossimo 20 e 21 ottobre 2018 a Roma: Di Maio e Casaleggio hanno deciso di concedere un solo intervento nel corso della kermesse e con tempo limitato, la goccia che ha fatto traboccare il vaso dopo un periodo di alta tensione…

BEPPE GRILLO LASCIA IL M5S

Nell’ultimo periodo infatti Beppe Grillo, Davide Casaleggio e Luigi Di Maio vivevano da separati in casa, con il fondatore del Movimento 5 Stelle che non ha condiviso molte delle scelte fatte dal vice presidente del Consiglio: tra queste, le posizioni sull’immigrazione vicine alla Lega, l’assunzione di amici nei posti chiave dei ministeri ma non solo. Beppe Grillo già nel 2016 decide di cancellare il proprio nome dal logo del Movimento 5 Stelle, mentre lo scorso gennaio 2018 lasciò la ‘poltrona’ di guida politica del M5s: indicò proprio Luigi Di Maio come suo successore. Un altro campanello d’allarme era quello legato al blog, con quello personale scisso da quello del gruppo parlamentare. Attesi aggiornamenti nelle prossime ore e comunicazioni ufficiali dal movimento pentastellato, Beppe Grillo saluta la sua creatura…







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori