Virginia Raggi, “innominata” dal Pd ma non da Zingaretti/ Incontro con il governatore: “C’è convergenza”

- Silvana Palazzo

Virginia Raggi, “innominata” dal Pd ma non da Zingaretti. Incontro con il governatore del Lazio: “C’è convergenza”, fanno sapere i due. Le ultime notizie sulla sindaca di Roma

virginia_raggi_1_m5s_lapresse_2017
Virginia Raggi, Sindaco di Roma (LaPresse)

Marco Causi presenta il libro “Sos Roma” con la prima linea romana del Pd nel panel. Si parla della capitale, del suo passato glorioso e del suo presente problematico, ma non viene mai fatto il nome di Virginia Raggi. Il nome della sindaca resta come un sottinteso. «Con noi Roma cresceva il doppio del resto d’Italia perché era governata. Per questo non credo che sia una città ingovernabile. Semmai è una città difficile, enorme, una sfida per gli amministratori», ha dichiarato Walter Veltroni, ex sindaco di Roma e padre nobile dei dem. Nessun attacco frontale a Virginia Raggi, ma quel “modello Roma” che viene rievocato e rivendicato sembra un nuovo messaggio politico dopo la sconfitta elettorale, prima in Campidoglio e poi alle politiche. C’è stato invece un incontro tra Nicola Zingaretti, riconfermato presidente della Regione, e la sindaca Virginia Raggi, per parlare di Roma e nel Lazio. Tanti temi caldi: il ciclo dei rifiuti e la gestione dei trasporti su cui c’è «convergenza tematica», ha sottolineato Raggi, e su cui servirà «collaborazione anche politica», ha fatto eco Zingaretti. Per il governatore «non ci sono né contrapposizioni, né idee diverse» tra Regione e Campidoglio ma, la convergenza «per essere raggiunta avrà bisogno di una collaborazione anche politica, che aiuti a superare tanti problemi». 

ROMA, MANCATO ASSESSORE M5S CADE IN UNA BUCA E FA CAUSA

Bocciata dal sindaco Virginia Raggi come aspirante assessore ai Lavori pubblici in favore di Margherita Gatta, la militante grillina Paola Giannone ha deciso di fare causa al Comune capitolino dopo essere caduta in una bica. L’architetto e insegnante, come riportato da Repubblica, ha riportato varie ferite e la frattura del setto nasale cadendo nell’atrio della scuola di via Fabiola sulla Gianicolense. Quindi ha deciso di citare per danni il Comune: ha presentato richiesta di risarcimento sia all’Inail sia al XII municipio e ad Assicurazioni di Roma per la scivolata «causata dall’importante disconessione nell’asfalto, dovuta da cattiva manutenzione». Ha allegato foto e regolare referto medico rilasciato dal pronto soccorso del San Camillo che ha certificato le contusioni a una mano, alle ginocchia e la brutta frattura delle ossa del naso. «Si stanno defilando tutti e guarda un po’ anche le Assicurazioni di Roma che coprono il Comune. Il danno si aggira sui 40 mila euro. Se moltiplicato per tutti gli infortunati che cadono a causa delle voragini disseminate in giro per la città, altro che “buco” di bilancio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori