Fico in autobus a Montecitorio/ M5s, la verità sulla foto del neo presidente della Camera: “era con la scorta”

- Carmine Massimo Balsamo

Fico in autobus a Montecitorio, ha fatto il giro dei social la fotografia del neo presidente della Camera, esponente del M5S, sull’85 a Roma: le parole del fotografo Angelo Carconi

roberto_fico_m5s_presidente_camera_lapresse_2018
Vitalizi, Fico avvia istruttoria per superarli (Foto: LaPresse)

Roberto Fico in autobus a Montecitorio: la foto circola da ieri, lunedì 26 marzo 2018, sui social network e non sono mancati elogi e anche critiche al nuovo presidente della Camera. Il noto esponente del Movimento Cinque Stelle sabato è stato eletto come terza carica dello Stato e già da subito ha testimoniato la sua voglia di cambiamento sui privilegi, rinunciando all’indennità di funzione (4223 euro netti). E ieri ecco la novità: il presidente della Camera a bordo dell’autobus 85 a Roma per raggiungere Montecitorio. Gli elettori pentastellati hanno elogiato la normalità di Roberto Fico, sottolineando la diversità di tutto il Movimento rispetto alle altre forze politiche, ma c’è anche chi chiede spiegazioni: “Se non ha cambiato abitudini, come ha fatto in questi 5 anni a spendere 15.180 euro di taxi e solo 314 di bus e metro?”, le parole su Twitter della deputata Alessia Morani, esponente del Partito Democratico.

FICO IN AUTOBUS A MONTECITORIO: PARLA IL FOTOGRAFO

I rendiconto dello scorso anno stanno facendo molto discutere, con l’autobus che non è stato sicuramente il mezzo più utilizzato dal presidente della Camera. Ma a provare a risolvere il rebus è stato Angelo Carconi, il fotografo dell’Ansa che ha immortalato l’esponente dell’M5S sull’ormai noto 85: “Lo stavo aspettando alla stazione e aspettavo che scendesse dal treno. Fico è uscito dalla stazione e credevo prendesse un taxi. Invece è salito a bordo dell’autobus. Inizialmente credo che volesse prendere un taxi, ma c’era fila. Sinceramente mi aspettavo che prendesse al massimo un taxi o una macchina”. Continua Carconi, parlando anche della scorta al suo fianco: “L’uomo seduto al suo fianco credo sia uno della sua scorta, ma non li conosco però. Fico mi ha visto anche prima che salisse sull’autobus. L’ho accompagnato dalla stazione Termini all’autobus”. Infine, una battuta sul possibile accordo per fare la foto: “No, non è così: non c’erano tantissime persone, l’autobus non era stracolmo. Alcuni passeggeri lo ha riconosciuto, altri no. Se ha timbrato il biglietto? Non lo so, io sono salito dopo di lui”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori