ELETTI LEGA, REGIONALI LOMBARDIA 2018/ Nomi, seggi e voti: i consiglieri di Varese e Brescia

- Dario D'Angelo

Eletti Lega: i risultati delle elezioni Regionali Lombardia 2018: seggi e voti. I candidati leghisti, le ultime notizie e i precedenti del 2013: adesso quello di Salvini è il primo partito. 

attilio_fontana_lombardia_regionali_elezioni_lega_lapresse_2018
Attilio Fontana (Lapresse)

VARESE E BRESCIA: I VOTI DEI CANDIDATI

Alle elezioni regionali Lombardia 2018 la Lega si è assicurata oltre il 30 per cento dei voti a Varese. Sono tre i consiglieri regionali che verranno eletti e tra questi rientra l’unica donna: parliamo di Francesca Brianza, assessore uscente, che ha raccolto 4376 preferenze. Dopo di lei Emanuele Monti, consigliere regionale uscente, con 2463 preferenze. Infine, eletto il sindaco di Siste Calende Marco Colombo: per lui 2234 preferenze.

Anche a Brescia sono tre i consiglieri regionali che verranno eletti, con la Lega che ha ottenuto grandi risultati anche nel bresciano. Grande exploit per Fabio Rolfi, consigliere regionale uscente: per lui 9602 voti. Dopo di lui Floriano Massardi, che ha raccolto 5735 preferenze, e Francesco Ghiroldi, volto noto della lega che si èa ssicurato 4468 preferenze.

ELETTI LEGA, REGIONALI LOMBARDIA 2018

Non poteva chiedere niente di meglio la Lega a queste elezioni regionali Lombardia 2018. Sì, perché al 18% su scala nazionale ottenuto da Salvini si è aggiunta la riconferma alla guida del Pirellone con l’affermazione del candidato di coalizione Attilio Fontana, ma più di tutti il risultato della Lega come primo partito del centrodestra. Un risultato netto, quello ottenuto dai leghisti, che con un milione e mezzo di voti si attestano al 29,67% doppiando di fatto l’alleato Forza Italia, fermo al 14,33% in linea con la percentuale ottenuta nel resto d’Italia. Un vero e proprio exploit quello della Lega, se si considera che alle ultime elezioni del 2013, vinte sempre dal leghista Bobo Maroni, la percentuale conseguita era stata del 12,96%. Questi numeri sono il preludio di un dato incontrovertibile: al Pirellone la presenza leghista sarà massiccia. Ma da chi sarà composta?

PREFERENZE ED ELETTI

Partiamo col dire che dopo diversi conteggi si può affermare con una certa probabilità che ad occupare gli scranni del consglio regionale della Lombardia saranno 28 onorevoli della Lega. Ma quali sono gli esponenti che hanno conquistato la fiducia degli elettori a suon di preferenze? Troveranno certamente posto quasi certamente Fabio Rolfi (9.602 voti) Floriano Massardi (5.735) e Francesco Ghiroldi (4.468), tra i migliori nella circoscrizione di Brescia. Grandi numeri anche in Monza e Brianza con Andrea Monti primo dei leghisti con 3.217 preferenze a fronte delle 2.552 di Alessandro Corbetta 2.552 e delle 1.177 di Marco Mariani. A Lodi vola Pietro Foroni con 2.527, mentre a Pavia il migliore della compagine salviniana è Roberto Mura con 2.659 voti, poco più indietro Silvia Piani con 2.401. A Varese Francesca Brianza ottiene 4.004 consensi, mentre a Como è testa a testa fra Fabrizio Turba 2.412 consensi e Gigliola Spelzini 2.367. Imprendibile a Sondrio Massimo Sertori con 8809 voti, mentre a Bergamo il pienone arriva grazie ai numeri di Giovanni Malanchini 6.194 voti, Roberto Anelli (3.232) e Alex Galizzi (2.822). Non altissimi a Cremona i numeri di Federico Lena (1.412 voti) e Cristina Cappellini (1.221). A Mantova infine i numeri più alti della Lega sono quelli di Alessandra Cappellari (1804).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori