Michaela Biancofiore, ‘governo balneare’/ Video “Sud senza soldi non va in vacanza: vota M5s, vince Di Maio”

- Niccolò Magnani

Michaela Biancofiore e il “governo balneare”: video La7, deputata Forza Italia “Elezioni in estate? Sud senza soldi non va in vacanza: vota M5s e vince Di Maio”

michaela_biancofiore_la7_video_2018
Michaela Biancofiore, L'aria che tira (Video La7)

Se vi avessero chiesto quali fossero i principali motivi per cui un eventuale voto in luglio sarebbe stato pessimo, di certo non avreste saputo fare di meglio della deputata bolzanina di Forza Italia: Michaela Biancofiore, ex sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega alla Pubblica Amministrazione del Governo Letta, ieri mattina a La7 durante la trasmissione “L’aria che tira” dell’ottima Myrta Merlino ha provato a dare la sua personalissima versione del perché Salvini sbaglia in toto a chiedere il voto a luglio (posto che le ultime ore stanno provando che lo stesso leader della Lega, assieme a Di Maio, stanno provando a scongiurare l’ipotesi con la formazione di un governo politico in extremis, ndr). Il video parla già da solo, ma la “genialata” della Biancofiore merita di essere analizzata: «le elezioni in estate sarebbe una palese consegna della vittoria ai 5Stelle». Per il calo di FI? Per la sconfitta del Pd? Per il fatto che Salvini non sfonda al sud? Sono tutte risposte politiche, la Biancofiore ha saputo fare di meglio: «Purtroppo al Sud non si possono permettere di andare in vacanza e siccome sappiamo che Di Maio ha vinto le elezioni del 4 marzo in quasi tutto il sud, sarebbe come consegnare il voto di nuovo in mano al Movimento di Grillo». Di contro il Centrodestra ha vinto al centronord due mesi fa, dove invece sarebbero – seguendo il ragionamento della fedelissima di Berlusconi – tutti ricchissimi e in vacanza a luglio: «Si andrebbe sotto il 50%  il baratro per la democrazia».

IL GOVERNO BALNEARE E LE LEVATE DI SCUDI (DELLA SINISTRA)

Insomma, un “governo balneare” per la Biancofiore non s’ha da fare: troppo grillino, troppo sbilanciato e troppo, soprattutto, classista. Eh già, proprio questa accusa s’è beccata la “mitica” Michaela da ogni parte sul web e sui giornali dopo aver “sbracato” nel identificare il sud Italia come “poverissimo” e non in grado di guadagnarsi i soldi per poter andare in vacanza, a differenza del nord. Editoriali, video-analisi, attacchi a lei e al suo “mandante” Berlusconi: se ne sono viste di ogni per un caso che in fondo andrebbe derubricato semplicemente con una parola, “inezia”. Già: quanto detto dalla Biancofiore è una boutade tanto folle quanto innocua che non coglie ovviamente il segno della questione ma che non deve neanche – secondo noi – agitare così tanto le acque già tempestose della politica italiana nostrana. «La Biancofiore ha la memoria corta? Di origini pugliesi, fu eletta in Campania» e altri titoli del genere stanno apparendo nelle ultime ore dopo le dichiarazioni della deputata azzurra. Ora, basterebbe semplicemente fare notare a Michaela un piccolo dettaglio che smonterebbe tanto il suo ragionamento quanto l’insostenibile coro di “tifosi” che le si è subito rivoltato contro: in tanti al sud non andranno lontano dalle proprie località non tanto per una questione economica ma perché in Puglia, Campania, Calabria, Sardegna, Basilicata, Sicilia il mare e le bellezze estivo-balneari.. ce le hanno già lì!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori