Viterbo e Avellino, risultati Elezioni Comunali 2018/ Ballottaggi Lazio e Campania: in Irpinia è Pd vs M5S

Elezioni Comunali 2018, risultati di tutti i 140 Comuni tra Lazio e Campania: Amministrative, candidati sindaco e sondaggi. Ultime notizie: ballottaggi a Viterbo e Avellino

elezioni_voto_schede_elettorali_1_lapresse_2016
Lapresse

Uno dei pochi casi in cui, a livello nazionale, il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle andranno al ballottaggio dopo la tornata di ieri delle Elezioni Comunali 2018 è in Campania, ad Avellino, dopo che il primo turno ha consegnato questo risultato per i due candidati più votati: l’avvocato irpino Nello Pizza si è fermato infatti al 42,89%, seguito dal 20,29% di consensi per Vincenzo Ciampi, candidato grillino. Nonostante l’ampio divario tra i due, al ballottaggio potrebbe ribaltarsi tutto nel caso in cui Luca Cipriano (13,25% con la sua lista civica “Mai più”) e Sabino Morano (10,82%, cdx) dovessero lasciare libertà di voto oppure appoggiare il candidato pentastellato. Ad ogni modo, Pizza parte favorito e l’affluenza in calo di questa prima tornata (sotto il 72%) potrebbe essere un vantaggio in vista della sfida che ad Avellino andrà in scena il prossimo 24 giugno. (agg. di R. G. Flore)

Qui le ultime notizie per Elezioni Amministrative 2018affluenza e sondaggi. Qui i risultati Comunali: Brescia, Sondrio (Lombardia) – Brindisi, Barletta (Puglia) – Imperia, Ivrea (Liguria e Piemonte) – Catania, Messina (Sicilia) – Siena, Pisa, Terni (Toscana e Umbria) – Vicenza, Imola, Ancona (Veneto, Emilia Romagna e Marche)

ANAGNI, CDX VS CASAPOUND

Viterbo ma non solo: nel Lazio tantissimi comuni al voto per le elezioni amministrative 2018. A partire da Pomezia, dove il ballottaggio vedrà di fronte Movimento 5 Stelle, con Adriano Zuccalà al 28,70 per cento, e Centrodestra, con Pietro Matarese al 25,38 per cento. Scontro tradizionale tra Centrosinistra e Centrodestra invece a Fiumicino, con il dem Esterino Montino al 39,03 per cento e l’ex UdC Mario Baccini al 27,70 per cento. Sconfitta per Paolo Trenta, fratello del ministro Elisabetta, a Velletri: al secondo turno ci saranno di fronte Orlando Pocci del Pd e il leghista Giorgio Greci. La sorpresa però è legata ad Anagni, dove andrà in scena un derby di destra: Daniele Natalia di Forza Italia sfiderà Daniele Tasca, esponente di CasaPound. Il forzista ha raggiunto il 39,42 per cento. A Ferentino nessun ballottaggio: trionfa l’esponente del Centrosinistra Antonio Pompeo con il 65,58 per cento. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

ARENA AL 40%

Ora è confermato al 100%: sarà ballottaggio tanto a Viterbo quanto ad Avellino, i due Comuni al voto più importanti delle Elezioni Amministrative in Lazio e Campania. Se nelle zone laziali però il Movimento 5 Stelle paga “al contrario” l’effetto del sindaco Raggi di fatto perdendo quasi dovunque, ad Avellino riesce ad andare al ballottaggio con Vincenzo Ciampi che strappa il biglietto del secondo turno contro Nello Pizza, favorito, al 42,89%. La città campana è una delle poche a livello nazionale di importanza che vede il tonfo del Centrodestra con il candidato Sabino Morano non riuscito nell’impresa di battere Pd e Movimento 5 Stelle (chiude col 10,37%). Prima lista ad Avellino resta il Pd (16%), di poco avanti ai grillini che ottengono il 14,13% e si apprestano a combattere al secondo turno sperando nei voti degli elettori di Centrodestra, specie della Lega con la quale condivide l’esperienza di Governo gialloverde. Per quanto riguarda invece la città di Viterbo, non riesce il “colpo” al primo turno per il forte candidato di Centrodestra Giovanni Maria Arena: il 40% non basta per evitare il ballottaggio a cui parteciperà la seconda classificata Chiara Frontini (liste civiche) che chiude al 17,5%, nettamente distaccata dal candidato sindaco di Salvini, Berlusconi e Meloni. Male il Pd con Ciambella che non va oltre il 10,88%, stessa storia per i grillini che con Erbetti non sperano il 6,71%. (agg. di Niccolò Magnani) 

MUNICIPI ROMA, “EFFETTO RAGGI” AL CONTRARIO

Cominciano a prendere forma i risultati delle Elezioni Comunali Amministrative 2018 in Campania e Lazio. A Pomezia, ad esempio, sarà ballottaggio tra il MoVimento 5 Stelle e il centrodestra. Adriano Zuccalà, che ha ottenuto il 28,70%, dovrà sfidare tra due settimane Pietro Matarese (25,38%). Il sindaco uscente Fabio Fucci, ex M5s, potrebbe giocare un ruolo decisivo, visto che ha conquistato alle urne il 23,47%. Il centrosinistra con Stefano Mengozzi si attesta al 18,81%. A Fiumicino il sindaco uscente di centrosinistra Esterino Montino se la vedrà al ballottaggio con Mario Baccini, a capo di una lista civica sostenuta da Forza Italia. Due anni dopo il trionfo elettorale di Virginia Raggi, a Roma si ribaltano i rapporti di forza: il centrosinistra ha conquistato al primo turno l’VIII Municipio. Anche a Velletri non va oltre il primo turno Paolo Trenta, fratello della neo ministra della difesa del governo gialloverde Elisabetta Trenta. (agg. di Silvana Palazzo)

SGARBI SINDACO DI SUTRI

Il MoVimento 5 Stelle si consola con Avellino, dove il candidato Ciampi andrà al ballottaggio con Pizza che è 42,9%. Dai risultati delle Elezioni Comunali Amministrative 2018, con lo spoglio ancora in corso, emerge un dato chiaro: non si ripe l’exploit del 4 marzo per il M5s. Si registra invece una generale affermazione del centrodestra, anche se il Pd e gli alleati del centrosinistra sono avanti. Forte l’affermazione di Forza Italia e alleati ad Afragola, dove Claudio Grillo viaggia sul 54% e potrebbe essere eletto al primo turno quando mancano poche sezioni da scrutinare. Anche a Castellammare il centrodestra è in vantaggio con Gaetano Cimmino al 30,95 per cento. Chi lo sfiderà al ballottaggio? I dem con Massimo de Angelis sono al 22,41 appena superati da Andrea Di Martino (civiche di centro, è al 22,68). Già eletti al primo turno, tra gli altri, i sindaci di Casandrino, Cicciano, Cimitile, Pollena Trocchia, San Vitaliano e Scisciano. Per quanto riguarda il Lazio, Vittorio Sgarbi è il nuovo sindaco di Sutri. (agg. di Silvana Palazzo)

EXIT POLL, PIZZA AL 40%

Arrivano i primissimi aggiornamenti sui risultati delle elezioni comunali di Avellino, dove è corsa a otto: diramati i primi exit poll. Irpinia Tv, subito dopo le 23, ha portato avanti la rilevazione delle intenzioni di voto fuori dai seggi. Si profila un ballottaggio tra Nello Pizza, esponente del Centrosinistra, e Vincenzo Ciampi, esponente del Movimento 5 Stelle. Ovviamente parliamo di dati da prendere assolutamente con le pinze, ma danno una prima indicazione sugli orientamenti dell’elettorato avellinese: Pizza tra il 38 e il 41 per cento, mentre Ciampi tra 23,5 e 25 per cento. Più staccato il civico Luca Cipriano di Mai Più, tra 12,5 e 13,5 per cento, così come l’esponente del Centrodestra Sabino Morano, tra 10,3 e 11,3 per cento. Dino Preziosi, di La svolta inizia da Te – Fratelli d’Italia, tra 4,5 e 5,5 per cento e poi a scalare: Nadia Arace (SiPuò) 3,8-4,4 per cento, Massimo Passaro (Cittadini in Movimento) 2,6-3,4 per cento e Giuliano Bello (CasaPound) 0,6-1,2 per cento. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LE ULTIME NOTIZIE

Cresce l’affluenza anche nel Lazio, dove oggi è giornata di Elezioni Comunali Amministrative 2018. Il dato delle 19 conferma il trend: è andato a votare il 46,11% di chi ne ha diritto, quindi è stato raccolto qualche punto percentuale in più rispetto al dato precedente, al 40,71%. Poco più bassi i numeri nei due municipi romani, il Terzo e l’Ottavo, mentre si registrano pacchi di partecipazione nei Comuni di Cervara e Cerreto, tra il 66 e il 75 per certo. Si scelgono nuove amministrazioni comunali anche in Campania. L’affluenza è del 44,41% alle 19. Spicca un dato in particolare, quello di Palma Campania, dove a quattro ore dalla chiusura delle urne, l’affluenza supera già il 60% degli aventi diritto . Ma particolare è la situazione a Pollena Trocchia, dove c’è un solo candidato. Qui rischia di vincere l’astensionismo, visto che non è scontato che venga raggiunto il quorum del 50%, visto che alle 19 si oltrepassa appena il 32%. (agg. di Silvana Palazzo)

TIENE BANCO IL TEMA LAVORO

Il Sud sarà un bel banco di prova alle elezioni comunali 2018, fari puntati in particolari su Lazio e Campania. La campagna elettorale è stata intensa e piena di attacchi tra forze politiche, con il tema del lavoro e della precarietà che ha tenuto banco soprattutto ad Avellino. Nel capoluogo di provincia campano l’Ipercoop ha disposto la chiusura dell’importante punto vendita e centinaia di lavoratori rischiano di rimanere per strada. Nel corso del comizio di Luigi Di Maio, i rappresentanti degli operai hanno chiesto un incontro con l’attuale ministro del Lavoro per cercare di trovare una soluzione. La delegazione ha invocato aiuto dopo l’inizio delle procedure di mobilità dell’azienda. Tutti i candidati sindaco hanno preso posizione sulla vicenda, pronti a collaborare con il governo per trovare la soluzione adatta per salvare il posto di lavoro di tante famiglie. (Aggiornamento di Massimo Balsamo) 

COMUNALI 2018, LAZIO E CAMPANIA

Elezioni Comunali Amministrative 2018, 140 Comuni tra Lazio e Campania al voto oggi domenica 10 giugno 2018. L’eventuale turno di ballottaggio è fissato per il prossimo 24 giugno 2018. La regione campana vedrà 93 comuni al voto, il 16,9 per cento del totale: 18 di questi hanno più di quindici mila abitanti, 75 ne hanno meno di quindici mila. Da segnalare la revoca di elezioni per i comuni di Caivano (Napoli), Calvizzano (Napoli) e Marano di Napoli (Napoli). Solo 47 su 378, il 12,4 per cento del totale, i Comuni del Lazio a elezione: 11 con più di quindici mila abitanti e 36 con meno di quindici mila abitanti. Si voca inoltre nei Municipi III e VII di Roma Capitale per l’elezione del Presidente del Consiglio municipale e dei suoi consiglieri. Sono due in particolari le città sotto i riflettori, un capoluogo di provincia per Regione: Viterbo per il Lazio e Avellino per la Campania, ma attenzione anche a numerose altre località che hanno un influente peso nelle dinamiche di voto…

ELEZIONI COMUNALI AMMINISTRATIVE 2018: VITERBO E AVELLINO

63.209 cittadini di Viterbo chiamati al voto per scegliere l’erede del sindaco Leonardo Michelini, sostenuto da Partito Democratico e altri partiti e liste civiche di sinistra. Sono ben otto i candidati viterbesi: Michela Luisa Ciambella (Partito Democratico, Orizzonte Comune e La Voce dei Giovani Viterbesi), Giovanni Arena (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Unione di Centro e Fondazione), Massimo Erbetti (Movimento 5 Stelle), Francesco Serra (Impegno Comune e Viterbo dei Cittadini), Paola Celletti (Lavoro e Beni Comune), Chiara Frontini (Viterbo 2020 e Viterbo Cambia), Filippo Rossi (Viva Viterbo e Area Civica), Claudio Taglia (CasaPound e Viterbo in Musica). Otto anche gli aspiranti sindaco di Avellino, anche qui guidata da un esponente del Centrosinistra, Paolo Foti: Nello Pizza (Partito Democratico, Davvero Avellino, Insieme Protagonisti, Avellino Rinasce, Avellino Democratica e Avellino Libera e Protagonista), Sabino Morano (Forza Italia, Lega, Democrazia Cristiana-UdC e Noi con Avellino), Vincenzo Ciampi (Movimento 5 Stelle), Dino Preziosi (Fratelli d’Italia e La Svolta Inizia da Te), Nadia Arace (Si Può), Luca Cipriano (Mai Più), Massimo Passaro (I Cittadini in Movimento), Giuliano Bello (CasaPound).

LAZIO E CAMPANIA: GLI ALTRI COMUNI AL VOTO

Delle elezioni importanti che si tengono a oltre tre mesi di distanza dalle politiche, dove si sono registrati dei trend differenti: nel Lazio il Movimento 5 Stelle non ha sfondato, con il Centrodestra prima coalizione sebbene alle Regionali abbia trionfato Luca Zingaretti, esponente del Partito Democratico sostenuto dal Centrosinistra unito. In Campania, invece, successo clamoroso dei pentastellati, che hanno approfittato delle lacune delle altre due forze politiche. Oltre a Viterbo e Avellino, al voto altri importanti comuni: nel Lazio citiamo Anagni, Anzi, Aprilia, Ferentino, Fiumicino, Pomezia e Velletri; in Campanai invece Afragola, Castellamare di Stabia, Maddaloni, Ottaviano, Quarto, San Giuseppe Vesuviano, Torre del Greco e Volla. Per quanto riguarda le info ultimi per le modalità e le operazioni di voto per le Comunali tanto nei Comuni sopra i 15mila abitanti, tanto in quelli “inferiori”, è possibile consultare il nostro approfondimento su tutti i dettagli utili: dal “come si vota” alla scheda elettorale fino al regolamento sui ballottaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori