Salvini: “Flat tax? Tutti paghino meno tasse!”/ “Più soldi nelle tasche di italiani ricchi e poveri”

- Niccolò Magnani

Matteo Salvini difende la flat tax: “è giusto che chi guadagna di più paghi meno tasse, non è iniqua ma può aiutare tutti”. Ira del Pd che attacca “la Lega cambia la trama di Robin Hood”

matteo_salvini_8_lapresse_2018
Matteo Salvini (Lapresse)

L’obiettivo di Matteo Salvini, in merito alla Flat tax, è chiaro e anche oggi lo ha ribadito in occasione dell’intervista radiofonica a Rai Radio1: “l’obiettivo è che tutti paghino meno tasse!”, ha scritto su Facebook condividendo l’audio del suo ultimo intervento. In tanti hanno criticato proprio questo aspetto ed alle polemiche Salvini ha preferito replicare così: “Se uno fattura di più e paga di più è chiaro che risparmia di più, reinveste di più, assume un operaio in più, acquista una macchina in più e crea lavoro in più”, dice. A sua detta, l’assoluta intenzione è che tutti riescano ad avere qualche soldo in più in tasca da spendere. Per Salvini, dunque, con la Flat tax “ci guadagnano tutti”, sebbene le sue parole stiano continuano a far discutere. Dopo aver detto la sua, intanto, il neo ministro dell’Interno ha chiesto tramite la sua pagina Facebook di diffondere il più possibile il suo messaggio. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

PD ALL’ATTACCO

Le dichiarazioni del vice-presidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini sulla flat tax stanno facendo molto discutere. E a scatenare il dibattito il Partito Democratico che, attraverso i suoi principali esponenti, è pronto a fare dura opposizione. Maurizio Martina, segretario reggente dei dem, ha commentato così nel corso del suo discorso alla Camera: “Se deciderete di fare una contro-riforma fiscale dove chi ha di più paga di meno, come è stato appena detto dal vice-presidente del Consiglio di questo governo, noi daremo battaglia”. Giorgia Meloni, invece, propone un’altra strada: “#FlatTax Il Governo parta subito con la tassa piatta al 15% sui redditi incrementali: è una proposta a costo zero e che si può approvare nel primo Cdm utile. Tagliare le tasse è una priorità e #FdI farà la sua parte”, il commento della leader di Fratelli d’Italia su Twitter. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SALVINI SULLA FLAT TAX

Prima di qualsiasi altra polemica, occorre andare a vedere cosa ha veramente detto Matteo Salvini balzato sulle prime pagine di tutti i siti online per la frase (riassunta) di «chi guadagna di più è giusto che paghi meno tasse», parola più o parola meno. Il tema ovviamente è quello della Flat tax, la vera scommessa della Lega nel neo nato Governo gialloverde sulla quale si gioca molto, se non tutto di fronte agli elettori. «Perchè la flat tax? Perché è giusto che chi guadagna di più paghi meno tasse. Perché spende e investe di più. L’importante è che ci guadagnino tutti: se uno fattura di più, risparmia di più, reinveste di più, assume un operaio in più, acquista una macchina in più, e crea lavoro in più. Non siamo in grado di moltiplicare pani e pesci. Il nostro obiettivo è che tutti riescano ad avere qualche lira in più nelle tasche da spendere», così ha risposto per intero il vicepremier leghista in una intervista di stamani su Radio Anch’io (Radio 1), scatenando polemiche a non finire dopo i primi giorni di caos migranti in seno alla maggioranza. Il tema è vecchio e già consumato, eppure la discussioni non vengono mai meno: aumentare nelle tasche degli italiani, come imprenditori e manager, un po’ di liquidità in più per permettere una economia che giri meglio, oppure la cara e vecchia “patrimoniale” che rimetta al centro il reddito come unico criterio per il pagamento delle tasse.

CRITICHE DAL PD: “CAMBIA LA TRAMA DI ROBIN HOOD”

La risposta più piccata e arguta arriva da Anna Rossomando del Partito Democratico che, nel giorno del voto di fiducia alla Camera, attacca il vicepremier del Governo gialloverde: «Il governo del cambiamento ha cambiato la trama di Robin Hood,  si toglie ai poveri per dare ai ricchi». A farle eco ci pensa anche il Presidente del Pd Matteo Orfini che su Facebook scrive «Per Salvini è giusto che chi guadagna di più paghi meno tasse. Finalmente hanno detto la verità. A questo serve l’annunciata rivoluzione fiscale, a far guadagnare chi è più ricco. A danno di tutti gli altri. No alla flat tax». Terza voce dem è quella di Luigi Marattin, ex consulente al Ministero dell’Economia, anche lui parlamentare del Partito Democratico: «Decenni di dati economici che dicono che i redditi medio-bassi hanno una maggiore propensione al consumo di quelli alti e altissimi. Elementari considerazioni di equità sociale. Tutto questo buttato nel cestino da lui, Matteo Salvini, che dalle sommità del suo pensiero economico ci comunica che chi è più ricco deve pagare di meno di chi è più povero. A Robin Hood da Nottingham risponde Matteo Salvini da Pontida». Al trio di critiche, giunge la netta risposta dello stesso Ministro dell’Interno che uscendo dalla Camera annuncia «Con la flat tax ci guadagnano tutti. La nostra intenzione è che tutti riescano ad avere qualche lira in più in tasca da spendere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori