Pier Silvio Berlusconi/ “Conflitto di interessi? Ok ad una legge equa, preoccupato dal Milan non dal governo”

Pier Silvio Berlusconi: “Conflitto di interessi? Ok ad una legge equa, preoccupato dal Milan non dal governo”. Il commento dell’amministratore delegato di Mediaset di poco fa

pier_silvio_berlusconi_2018
Pier Silvio Berlusconi ha parlato oggi del neo-governo - Youtube

Pier Silvio Berlusconi si è intrattenuto con i giornalisti a margine della conferenza stampa di presentazione del palinsesto Mediaset in vista degli imminenti Mondiali di calcio. L’ad della nota tv meneghina è stato incalzato sul nuovo governo M5S-Lega, formatosi pochi giorni fa. Il figlio dell’ex Premier si dice soddisfatto: «Ritengo che sia un fatto positivo che l’Italia abbia un governo – le sue parole riportate da IlGiornale nonché da altri organi di informazione online – questo è già un fatto fondamentale. Faccio impresa e la stabilità è la cosa più giusta». Berlusconi ha parlato anche della legge sul conflitto di interessi che il nuovo esecutivo vorrebbe attuare a breve.

“LA LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSI BEN VENGA, MA…”

Per Pier Silvio si tratta di un fatto positivo, a patto che non se ne faccia una questione di “colore”: «Ben venga una legge se riguarda tutti i conflitti di interesse – ha ammesso – ho sentito come poche altre volte parlare di conflitto di interesse non in modo ideologico». Il riferimento era al discorso tenuto nella giornata di ieri alla Camera dei Deputati, da parte del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Berlusconi ha poi ammesso che sul nuovo governo non ha «Opinioni o giudizi. Vedremo cosa faranno e poi capiremo», sottolinenando inoltre di non temere reazioni nei confronti della sua azienda, piuttosto… «Sono più preoccupato del Milan che del governo». Una preoccupazione sicuramente fondata, viste le molte incertezze legate al futuro societario della storica società di calcio rossonera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori