Sanzioni alla Russia, Salvini: “Non escludo veto”/ Italia pronta a linea dura: “convinceremo i partner”

- Carmine Massimo Balsamo

Sanzioni alla Russia, Salvini: “Non escludo veto”. Il ministro dell’Interno in conferenza stampa a Mosca: “pronti a convincere i partner con i numeri”

matteo_salvini_pontida_lega_raduno_lapresse_2018
Salvini al raduno di Pontida (LaPresse)

Sanzioni alla Russia, Matteo Salvini: “Non escludo veto”. Il ministro dell’Interno nel corso della conferenza stampa di Mosca ha infatti evidenziato la possibilità, come “ultima ratio” di porre il veto sulle sanzioni economiche contro il Paese guidato da Vladimir Putin, pronto così a rompere un nuovo fronte unito dell’Unione Europea. “L’Italia è convinta che non servirà a porre il veto al prolungamento delle sanzioni europee alla Russia”, sottolineando che “riuscirà a convincere i partner europei con i numeri”. Il capo del Viminale però non si tira indietro e afferma: “Non avremo paura a dire dei no, dei noi che altri non hanno detto”.Non esclude dunque il ricorso al veto, con Salvini che ha spesso analizzato i danni causati dalle sanzioni dal punto di vista economico, ma non solo. “Noi vogliamo convincerli con le buone maniere, con l’arte della democrazia, dei numeri e delle evidenze”.

SALVINI SULLE SANZIONI ALLA RUSSIA: NON ESCLUSO IL VETO

Bilancio europeo, politica agricola e tema delle relazioni: questi alcuni punti intaccati in via negativa dalle sanzioni alla Russia, con Matteo Salvini che ha detto che “ci sono dossier su cui non avremo paura a dire dei no che altri non hanno detto”. Non è la prima volta che il segretario federale della Lega interviene sull’argomento: lo scorso giugno, in occasione della festa nazionale della Russia, Salvini aveva sottolineato che “sulle sanzioni l’Italia ha le idee chiare”. E’ già in quell’occasione aveva risposto con un “dobbiamo ragionarci” alla domanda sul possibile ricorso al veto. Un siparietto che ha scatenato qualche scontro interno all’esecutivo, con il leader politico del Movimento 5 Stelle che aveva replicato “vedrà il premier Conte nei consessi internazionali sulla necessità di porre il veto italiano sul prosieguo delle sanzioni alla Russia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori