Paola Taverna, “Si occupino de pecore, sti burini”/ Tweet contro l’Abruzzo, ma è una bufala: ira senatrice M5s

Paola Taverna su Twitter, “abruzzesi si occupino di pecore, sti burini..”: bufera sulla senatrice M5s, ma è una bufala. “Denuncerò gli autori di questo fake!”

11.02.2019 - Niccolò Magnani
Tweet fake di Paola Taverna
Paola Taverna, il tweet fake

«Gli abruzzesi è meglio se continuano a occuparsi de pecore.. sti burini…»: il tweet della polemica dopo la sconfitta alle Regionali in Abruzzo vede come autrice la senatrice “romanaccia” M5s Paola Taverna, non certo nuova a prese di posizione forti, “unconventional” financo gaffe clamorose. Sembra tutto vero, visto che l’account è quello e c’è anche la “spunta” azzurra che certificherebbe l’autenticità del tweet: invece è tutto un fake, una bufala, una “sóla”, insomma, chiamatela come volete ma la Taverna quelle parole non le ha mai pronunciate. Dopo la sconfitta clamorosa dei grillini alle Elezioni Regionali abruzzesi, gli animi in casa M5s non erano certo dei migliori (anche perché il rivale-alleato Salvini vola al primo posto, ndr) e qualcuno ha pensato bene di giocare con questo rilanciando la stizza della Taverna contro il popolo d’Abruzzo. La bufala però impazza e ancora adesso circola, dopo ore dalla smentita, su tutti i social: come ben spiega il focus di “Open Online” «Il finto tweet è stato realizzato prendendo a modello un vecchio post della senatrice Taverna e, usando un editor presente o su Google Chrome o Firefox, è stato modificato scegliendo di usare la simulazione di un iPhone 5/SE, l’unica che permette questo tipo di impaginazione».

LA BUFALA E LA REPLICA

Spesso la Taverna si è lasciata scappare commenti e attacchi assai poco convenzionali e addirittura grossolani, ma non è questo il caso e giustamente la senatrice M5s scatta d’ira (questa volta tutta vera!) su un altro social network, Facebook: «Oggi è successa una cosa inaccettabile. Qualcuno si è permesso di diffondere in rete un tweet palesemente falso a mio nome che offende gli abruzzesi, un tweet in cui ci si appropria in maniera meschina della mia immagine e del mio nome, con il chiaro intento di diffamarmi». La politica grillina a breve presenterà ufficiale denuncia e spinge affinché bufale del genere non circolino più: «L’Abruzzo è un splendida regione. Purtroppo, per i prossimi anni sarà governata da una coalizione che non premierà il territorio. Il Movimento 5 Stelle pur correndo da solo ha ottenuto un risultato di tutto rispetto, ma come sempre rifletteremo sui nostri errori, perché abbiamo il sogno di migliorare la vita dei cittadini e non ci arrenderemo. Non mi resta che augurare ai nostri neoeletti consiglieri buon lavoro!». Purtroppo non sarà la prima e nemmeno l’ultima “notizia fake” che spunterà nella politica italiana e non: un piccolo consiglio per un personalissimo “fact checking” che può fare chiunque potrebbe esser quello di controllare immediatamente l’account originario del presunto post per verificare al meglio. La certezza non si avrà mai ma di certo si abbatteranno casi come quelli dei “burini abruzzesi”..



© RIPRODUZIONE RISERVATA