Lorenzo Fontana “Tav va fatta, opere decisive in Italia”/ Ministro sul caso Diciotti: “no processo a Salvini”

Ministro della Famiglia Lorenzo Fontana difende Salvini e detta la linea della Lega: “Tav va fatta, sul caso Diciotti tutto il Governo andrebbe processato”

06.02.2019 - Niccolò Magnani
Lorenzo Fontana (Facebook)
Lorenzo Fontana (Facebook)

È considerato negli ambienti parlamentari uno degli scudieri più “fidati” del vicepremier Salvini e l’intervista di oggi a Tg Com24 non fa che confermare la “nomea”: di contro però Lorenzo Fontana, il Ministro più contestato dell’inizio di Governo per le sue convinzioni su adozioni, coppie omosessuali e biotestamento, ha molto da proporre e su Tav, Diciotti e tasse sviluppa un suo pensiero che di fatto corrisponde alle prossime battaglie decisive della Lega verso le Elezioni Europee di maggio. «Il segretario Salvini è stato chiaro, per noi determinate infrastrutture sono molto importanti. Io vengo dal veneto e so che un’infrastruttura come la Tav sarebbe fondamentale. Abbiamo necessità di avere maggiori infrastrutture proprio per il nostro sistema produttivo quindi, dal nostro punto di vista, sono opere fondamentali che andrebbero fatte Poi cercheremo di trovare un compromesso. La Torino-Lione è solo una parte, c’è un’altra parte fondamentale che riguarda Veneto e Lombardia»: per il Ministro della Famiglia Fontana, le infrastrutture sono fondamentali per poter sostenere un sistema produttivo in un periodo complesso come quello che assistiamo (dalla recessione al non decollo del Pil). «Che sia un argomento di scontro acceso lo vediamo anche in questi giorni, io sono convinto che tra persone di buon senso una soluzione si possa trovare. Ripeto, bisogna fare il bene del paese. Si possono ridurre i costi, si può tutelare l’ambiente ma questo non significa fermare il paese. Dobbiamo andare avanti. Ce lo chiede l’economia perché senza una forza economica anche i cittadini andranno a stare peggio. Questo è il focus fondamentale di cui tenere conto e questo è quello che ci muove nella nostra azione di governo», sottolinea ancora il Ministro leghista.

MINISTRO FONTANA “LANCIA” UN PIANO DI RIDUZIONE DELLE TASSE

Sul caso Diciotti, in attesa che la giunta in Senato compia il suo iter, è ancora Fontana a ritenere assurdo la possibilità di un processo per il vicepremier Matteo Salvini: «Abbiamo condiviso quella azione di governo. Ritengo che processare Salvini non sia giusto perché ha agito nell’interesse pubblico, nell’interesse del paese, pertanto mi auguro che al Senato tutti possano convogliare su un rifiuto rispetto a questa azione perché sarebbe una cosa ingiusta. E soprattutto, l’ho detto anche altre volte, qui non si tratta di un’autorizzazione a procedere per questioni come la corruzione o cose simili , alle quali anche io sarei stato favorevole, ma si tratta di un’azione politica nell’interesse del paese  penso che tutti i senatori debbano ragionare su questo». Interessante poi la proposta di riduzione delle tasse, con Fontana che cita il suo recente incontro fatto con i vertici di “Alternative fur Deutschland” (il partito della destra tedesca), «mi hanno detto che anche in Germania si sta risentendo di un periodo molto difficile nell’economia, a dimostrazione che questo momento duro si sta avvertendo non solo in Italia ma anche in Europa e in tutto il mondo. È ovvio che in Italia un’azione importante andrà fatta. La soluzione è abbassare le tasse, soprattutto per le nostre imprese, per i nostri cittadini, per rilanciare l’economia. Per fine febbraio i nostri tecnici stanno preparando un’azione mirata all’abbassamento delle tasse e speriamo di rilanciare l’economia da questo punto di vista. È chiaro che però, se la crisi si fa sentire a livello europeo, le soluzioni devono essere anche a livello europeo, per rilanciare la crescita», conclude il Ministro della Famiglia e della Disabilità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA