BERLUSCONI A TONINELLI: “MA SEI SCEMO?”/ Ministro: “Sue parole come medaglie”

- Niccolò Magnani

Berlusconi in Basilicata contro il Governo Lega-M5s, “cadrà presto”: nuovo avviso a Salvini e attacco ai grillini, “sono imbarazzanti e combinano guai”

Eletti-candidati Forza Italia, Elezioni Europee 2019
Silvio Berlusconi, Forza Italia (LaPresse, 2019)

Silvio Berlusconi accolto da un bagno di folla a Matera, dove il Cav è impegnato in questi giorni in campagna elettorale per lanciare la candidatura del candidato governatore del centrodestra Vito Bardi. C’è tempo però per parlare anche della situazione nazionale, con il leader di Forza Italia particolarmente duro con Danilo Toninelli e il suo modo di gestire la vicenda Tav:”Toninelli che dice ‘si’ si’, bene, adesso possiamo anche dare il via, tanto poi tra sei mesi stoppiamo i lavori’ è una cosa che quasi non si può credere di poter sentire da uno che poi siede sulla poltrona del ministro delle Infrastrutture”. Il Cav poi chiosa: “Ma sei scemo?”. La replica dell’esponente M5s non si è fatta attendere su Twitter:”Le parole del pregiudicato di Arcore sono come medaglie per me. Ricordo solo gli scempi delle sue leggi ad personam e del Parlamento costretto a votare sulla ‘nipote di Mubarak’. Un periodo in cui l’Italia era zimbello d’Europa. Grazie Silvio, hai già fatto abbastanza”. (agg. di Dario D’angelo)

BERLUSCONI ALL’ATTACCO

Dopo Abruzzo e Sardegna è la Basilicata ad attendere la politica nazionale per le prossime Elezioni Regionali (il 24 marzo prossimo, ndr) e il primo leader a sbarcare anticipando tutti è Silvio Berlusconi: il mantra però è lo stesso di quanto visto a L’Aquila e Cagliari, l’attacco al Governo Lega-M5s. «Più si va avanti e più questo governo non fa bene. Sarà difficile uscire dalla crisi che ha generato. Spero che non si vada avanti ancora a lungo», spiega l’ex Cav in visita a Matera dove ha anche raccontato di aver dormito «nella camera scavata nella roccia. Tornare qui è sempre una grande emozione». Il leader di Forza Italia vuole da un lato ripetere il buon andamento in Abruzzo e dall’altro intende “limitare” i voti per Salvini: per l’inizio della campagna elettorale allora Berlusconi ha deciso di incontrare due personalità particolarmente apprezzate sul territorio, il vescovo Giuseppe Antonio Caiazzo e il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri.

BERLUSCONI ANCORA IN CAMPAGNA ELETTORALE

«Salvini si è intricato in questo contratto. Penso che non sarà lui a gestire l’alleanza ma saranno i fatti a farla cadere» attacca ancora Berlusconi arrivando a Matera, sottolineando come il leader della Lega non sarà in prima battuta lui a dover “staccare la spina” ma ci penseranno le crisi e i prossimi fatti a convincere la Lega nell’addio ai grillini. «Se non cade prima delle europee, mi auguro che cada al più presto: perché tutto ciò che decidono questi signori dei Cinque Stelle è irraggiungibile», ha ribadito l’ex premier di Forza Italia. Addirittura Berlusconi afferma di dire «una preghiera tutte le sere perché il Governo non vada avanti molto ancora». Intanto prosegue da ieri la polemica contro il Ministro Toninelli per il fronte Tav: dopo aver ribadito, come Salvini, che comunque l’opera si farà, Berlusconi attacca «E’ ridicolo quello che si vede… C’è Toninelli che dice ‘no, no, ma tanto tra sei mesi posso riprendere il via che ho dato…’ Ma come, dai il via a dei lavori, a delle spese importanti per il Paese, dai il via a delle spese nell’Europa e poi tra qualche mese dici ‘tolgo questo via’… Ma dove vivi, sei scemo? Mi sono spiegato con sufficiente chiarezza?». Immancabile qualche piccolo commento sulla attualità sportiva, altro grande pallino dell’ex Cav: per il presidente del Milan più vincente d’ogni epoca, oltre a fare i complimenti a Mister Gattuso anche un “endorsement” per il bomber dell’Inter in crisi, Mauro Icardi «lo prenderei subito, anche se il mio credo resta giocatori puliti, senza barba, tatuaggi e orecchini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA