PROBABILI FORMAZIONI ATLETICO MADRID JUVENTUS/ Higuain una certezza per Sarri

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Atletico Madrid Juventus: i bianconeri arrivano al Wanda Metropolitano per l’esordio in Champions League, Gonzalo Higuain è già una certezza per Maurizio Sarri.

Higuain Savic Juventus Atletico Madrid lapresse 2019
Probabili formazioni Atletico Madrid Juventus, Champions League gruppo D (Foto LaPresse)

Le probabili formazioni di Atletico Madrid Juventus meritano un approfondimento anche per quanto riguarda l’attacco: al netto delle vicende estive e delle voci di cessione, Gonzalo Higuain è diventato a tutti gli effetti l’attaccante titolare di Maurizio Sarri. Il rapporto tra i due nel corso degli anni ha fruttato parecchio ad entrambi: in particolare il Pipita, sotto la guida del tecnico toscano, ha timbrato il record di gol in singolo campionato di Serie A (36) e, contando anche i sei mesi al Chelsea, ha realizzato un totale di 43 marcature in 60 apparizioni. Nella nuova avventura alla Juventus Higuain si è presentato con il gol realizzato contro il Napoli; Sarri ne ha fatto il suo attaccante principe al fianco di Cristiano Ronaldo ma ora l’argentino dovrà dimostrare di saper confermare questa fiducia nei suoi confronti. Ovviamente il portoghese, autore del ribaltone negli ottavi dello scorso anno, sarà regolarmente in campo mentre qualche dubbio Sarri ce l’ha a destra, dove Federico Bernardeschi è favorito dall’infortunio di Douglas Costa ma dovrà vincere la concorrenza di Paulo Dybala e magari anche di Juan Cuadrado, che potrebbe essere un’interessante arma tattica nel tridente. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

Eccoci al centrocampo nelle probabili formazioni di Atletico Madrid Juventus: qui parliamo dei Colchoneros e dello strano caso di Hector Herrera. Arrivato a parametro zero dal Porto – con cui ha giocato sei stagioni, mettendo a referto 48 partite internazionali – il messicano sembrava essere un pilastro della mediana biancorossa dopo che Rodri aveva scelto di sposare il progetto Manchester City. Invece in questo avvio di campionato Diego Simeone non gli ha concesso nemmeno un minuto di campo: davanti a lui, nelle gerarchie, è finito anche Marcos Llorente che rappresenta la prima alternativa a Koke, Saul Niguez e Thomas Partey che è fondamentale per il gioco del Cholo, e che mercoledì sera potrebbe essere regolarmente in campo. Herrera rischia dunque di non essere nemmeno in panchina per la prima in Champions League: al momento non ci si spiega come mai Simeone abbia scelto di non utilizzarlo nemmeno per qualche spezzone, ma ad ogni modo gli impegni stagionali dell’Atletico Madrid sono tanti e, magari proprio a cominciare dalla sfida contro la Juventus, il messicano potrà eventualmente trovare quei minuti che sperava di avere trasferendosi al Wanda Metropolitano. (agg. di Claudio Franceschini)

SCELTE BLOCCATE IN DIFESA

Studiando meglio le probabili formazioni di Atletico Madrid Juventus, scopriamo che in questo momento le scelte difensive di Maurizio Sarri sono abbastanza scontate: con l’infortunio di Giorgio Chiellini, che dopo aver timbrato il primo gol della stagione ha chiuso quest’ultima in anticipo, il tecnico bianconero si trova sostanzialmente obbligato a schierare centralmente Leonardo Bonucci e Matthijs De Ligt, a meno che non decida di concedere campo a Merih Demiral che ha disputato un ottimo precampionato ma forse non è ancora pronto a queste sfide. Daniele Rugani, pallino di Sarri, verosimilmente è al momento la quarta opzione; sugli esterni non c’è un cambio naturale a sinistra dopo la cessione di Leonardo Spinazzola e il prestito di Luca Pellegrini, dunque si potrebbe adattare Danilo che però rende decisamente meglio dall’altra parte. Juan Cuadrado quest’anno sarà utilizzato molto più come terzino di spinta, ma con Alex Sandro in campo sulla fascia mancina la scelta sarebbe azzardata: bisognerà aspettare che torni Mattia De Sciglio, in grado di portare un po’ di equilibrio. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO E ORARIO

L’analisi delle probabili formazioni di Atletico Madrid Juventus ci conduce alla partita che le due squadre, alle ore 21:00 di mercoledì 18 settembre, giocano nella prima giornata del gruppo D in Champions League 2019-2020: a sei mesi di distanza dal rocambolesco ottavo superato dai bianconeri, il Wanda Metropolitana torna ad ospitare una sfida che sulla carta vale per il primo posto nel girone, ma che entrambe le compagini devono prendere con le molle visto che almeno il Bayer Leverkusen promette battaglia. Per di più la Juventus è al primo anno con Maurizio Sarri e, come la partita di Firenze ha confermato, qualche dettaglio è ancora da limare; sarà dunque una serata complessa per i bianconeri, che tra l’altro si presentano a Madrid con qualche infortunio recente sul groppone. Aspettiamo dunque che arrivi il mercoledì sera per vedere le due squadre scendere sul terreno di gioco, intanto però possiamo provare a valutare quali siano certezze e dubbi nella mente dei due allenatori alla vigilia di questa partita importante e sentita, leggendo nel dettaglio quelle che sono le probabili formazioni di Atletico Madrid Juventus.

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Atletico Madrid Juventus sarà trasmessa esclusivamente sui canali della televisione satellitare, nello specifico Sky Sport Uno che trovate al numero 201 del decoder. Tutti gli abbonati, come di consueto, avranno la possibilità di seguire la partita anche in diretta streaming video, attivando su dispositivi come PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi.

PROBABILI FORMAZIONI ATLETICO MADRID JUVENTUS

LE SCELTE DI SIMEONE

Nelle probabili formazioni di Atletico Madrid Juventus, lato Colchoneros, inseriamo anche Morata: il grande ex dovrebbe esserci anche se potrebbe andare solo in panchina, lasciando spazio a Joao Felix e Diego Costa nel reparto avanzato. Naturalmente Diego Simeone schiera il consolidato 4-4-2, ma rispetto alla sconfitta di San Sebastian potrebbe cambiare in mezzo: con il rientro di Thomas Partey, Koke scalerebbe sull’esterno e verosimilmente sarebbe a sinistra, con Lemar che dunque dovrebbe rimanere fuori a meno che non sia utilizzato a destra, scalzando Vitolo dalla formazione titolare. Potrebbe eventualmente giocarsela Angel Correa, un potenziale undicesimo aggiunto per dirla così; in difesa invece si va verso la conferma dei soliti quattro, vale a dire Trippier e Lodi a percorrere le corsie esterne con la coppia centrale formata da Savic, che la Juventus ha provato a sondare dopo l’infortunio di Chiellini, e José Gimenez che come sempre si disporranno davanti al portiere sloveno Oblak.

I DUBBI DI SARRI

Pronti via, i bianconeri arrivano ad Atletico Madrid Juventus con la rosa decimata: oltre a De Sciglio e Chielliini manca Douglas Costa, Pjanic non dà garanzie dal primo minuto e come sappiamo le mancate cessioni hanno portato all’esclusione di Emre Can e Mandzukic dalla lista per i gironi. Verosimilmente, Sarri dovrebbe confermare la squadra che dopo gli infortuni ha giocato al Franchi: questo significa confermare la base di partenza e aggiungervi Bentancur in cabina di regia e Bernardeschi come laterale destro del tridente. Le alternative ovviamente ci sono, e si chiamano Ramsey e Dybala; tuttavia il tecnico della Juventus dovrebbe puntare al momento sulla squadra che ha iniziato la stagione. Il che significa che davanti a Szczesny giocheranno Bonucci e De Ligt, con i due brasiliani Danilo e Alex Sandro schierati come terzini; ci sarà anche la conferma di Khedira e Matuidi come interni di centrocampo (qui però Rabiot potrebbe eventualmente giocarsi una maglia) e naturalmente Higuain agirà da prima punta con Cristiano Ronaldo al suo fianco, largo da sinistra e intenzionato a ripetere la memorabile prestazione del ritorno degli ottavi.

IL TABELLINO

ATLETICO MADRID (4-4-2): 13 Oblak; 23 Trippier, 15 Savic, 2 J. Gimenez, 12 Lodi; 6 Koke, 8 Saul Niguez, 5 Thomas, 11 Lemar; 7 Joao Felix, 19 Diego Costa
A disposizione: 1 Adan, 4 Arias, 18 Felipe, 20 Vitolo, 16 Hector Herrera, 10 A. Correa, 9 Morata
Allenatore: Diego Simeone
Squalificati:
Indisponibili: Vrsaljko

JUVENTUS (4-3-3): 1 Szczesny; 23 Danilo, 19 Bonucci, 4 De Ligt, 12 Alex Sandro; 6 Khedira, 30 Bentancur, 14 Matuidi; 33 Bernardeschi, 21 Higuain, 7 Cristiano Ronaldo
A disposizione: 77 Buffon, 28 Demiral, 8 Ramsey, 5 Pjanic, 25 Rabiot, 16 Cuadrado, 10 Dybala
Allenatore: Maurizio Sarri
Squalificati:
Indisponibili: De Sciglio, Chiellini, Emre Can, Douglas Costa, Mandzukic

© RIPRODUZIONE RISERVATA