PROBABILI FORMAZIONI CROAZIA SCOZIA/ Quote, il duello Kovacic vs McGinn

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Croazia Scozia: le quote per il pronostico e le scelte dei due CT per la partita valida per la terza giornata nel gruppo D agli Europei 2020, ancora speranze di ottavi.

Scozia gol esultanza facebook 2021 640x300
Probabili formazioni Croazia Scozia, Europei 2020 gruppo D (da Facebook)

PROBABILI FORMAZIONI CROAZIA SCOZIA: IL DUELLO

Come potenziale duello nelle probabili formazioni di Croazia Scozia, avendo già parlato di Billy Gilmour, vogliamo citare quello che potrebbe diventare infuocato in mezzo al campo, tra Mateo Kovacic e John McGinn. I due si conoscono: nelle ultime due stagioni sono stati avversari in Premier League, il primo con la maglia del Chelsea e il secondo con quella dell’Aston Villa. Entrambi hanno raggiunto gli attuali club nel 2018; McGinn però ha disputato il primo anno a Birmingham nel Championship, risultando determinante per il grande ritorno dell’Aston Villa in Premier League. Le sue cifre con questa squadra, nel massimo campionato inglese, parlano di 65 partite e 6 gol; nelle ultime due stagioni Kovacic ha giocato 58 partite segnando una sola volta, ma a titolo personale si è tolto parecchie soddisfazioni avendo vinto Europa League e Champions League. questa sera i due si ritroveranno ad Hampden Park; per quanto riguarda McGinn, va detto che prima di arrivare in Inghilterra aveva giocato tre stagioni nel St. Mirren e soprattutto tre nel’Hibernian, la squadra di Edimburgo che lo aveva lanciato nel giro della nazionale maggiore con cui ha esordito infatti nel marzo 2016, e nella quale oggi ha accumulato 35 presenze. (agg. di Claudio Franceschini)

CROAZIA SCOZIA: IN CERCA DI RISCATTO

Il riscatto nelle probabili formazioni di Croazia Scozia potrebbe arrivare per Marcelo Brozovic. Il centrocampista dell’Inter è arrivato agli Europei 2020 da fresco campione d’Italia e avendo disputato una stagione molto positiva; punto fermo della sua nazionale, è partito titolare nel match di apertura contro l’Inghilterra ma, dopo aver ricevuto un’ammonizione, è stato sostituito dal suo Commissario Tecnico. Venerdì scorso, contro la Repubblica Ceca, Zlatko Dalic ha tenuto Brozovic in panchina: ha preferito giocare con Luka Modric e Mateo Kovacic nella zona mediana, arretrando la posizione di Andrej Kramaric che è andato a fare il trequartista. Il regista dell’Inter dunque è entrato in campo soltanto per gli ultimi 3 minuti: ora, come abbiamo visto, sembra che il CT della Croazia stia considerando l’ipotesi di confermare questo assetto anche nella partita di Hampden Park, e allora Brozovic rischia seriamente un’altra panchina. Tuttavia, il giocatore nerazzurro sa bene che anche a partita in corso, magari con un po’ di più di 3 minuti a disposizione, sarebbe in grado di fare la differenza e allora vedremo se sarà così… (agg. di Claudio Franceschini)

CROAZIA SCOZIA: DOPPIO REGISTA

Nelle probabili formazioni di Croazia Scozia abbiamo già visto che Steve Clarke dovrebbe confermare l’assetto con il 3-5-2 (e questo era abbastanza scontato) ma soprattutto la posizione di Scott McTominay: il centrocampista del Manchester United ha affrontato la partita contro l’Inghilterra nel terzetto difensivo, e questa dovrebbe essere ancora la scelta del Commissario Tecnico dei britannici per il match decisivo agli Europei 2020. McTominay con la maglia dei Red Devils è cresciuto molto anche tatticamente; non è raro che un calciatore dall’ottima intelligenza e con piedi educati possa arretrare il suo raggio d’azione, questo anzi succede spesso in nazionale (pensiamo per esempio a Dwight Yorke, ma anche a George Weah ai tempi della Liberia) e Clarke dovrebbe nuovamente percorrere questa soluzione. L’idea sarebbe quella di avere una sorta di doppio regista, perché con McTominay la Scozia avrebbe un giocatore in grado di impostare la manovra da dietro ma, allo stesso tempo, lasciando a Billy Gilmour il comando delle operazioni in mezzo al campo. Vedremo se il giovane del Chelsea salirà di colpi contro il compagno di squadra Mateo Kovacic e un campione come Luka Modric, ma la posizione di McTominay nelle probabili formazioni di Croazia Scozia potrebbe risultare decisiva… (agg. di Claudio Franceschini)

CHI GIOCA A GLASGOW?

Con le probabili formazioni di Croazia Scozia analizziamo la partita che si gioca alle ore 21:00 di martedì 22 giugno ad Hampden Park: qui, e in contemporanea a Wembley, si chiude il gruppo D agli Europei 2020. Entrambe le nazionali possono ancora qualificarsi agli ottavi: ovviamente devono vincere, un pareggio servirebbe a poco o nulla (impossibile arrivare tra le migliori terze con 2 punti), e poi ci sarebbe anche da verificare il risultato che arriverà dall’altro campo, perché una delle due (la vincente) potrebbe anche arrivare seconda.

I balcanici, calati tanto dopo la finale al Mondiale di tre anni fa, arrivano dal deludente pareggio contro la Repubblica Ceca ma la sensazione è che per questa sera siano comunque favoriti, anche se i britannici non vanno affatto sottovalutati e lo hanno dimostrato frenando l’Inghilterra, in una partita che avrebbero anche meritato di vincere. Aspettiamo di scoprire cosa succederà a Glasgow, nel frattempo possiamo fare una valutazione sulle scelte da parte dei due CT leggendo insieme le loro scelte, nelle probabili formazioni di Croazia Scozia.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Croazia Scozia possiamo valutare le informazioni che ci vengono fornite dall’agenzia Snai: il segno 1 per la vittoria della nazionale dell’Est Europa porta in dote una vincita pari a 2,35 quanto puntato, mentre il segno X che identifica il pareggio vi farebbe guadagnare 3,65 volte la vostra giocata. Il segno 2, sul quale puntare per l’affermazione dei tre leoni, vale con questo bookmaker 2,90 volte l’importo che avrete scelto di mettere sul piatto.

PROBABILI FORMAZIONI CROAZIA SCOZIA

LE SCELTE DI DALIC

Zlatko Dalic, nelle probabili formazioni di Croazia Scozia, ha sostanzialmente due dubbi in difesa: al centro deve scegliere tra Lovren e Caleta-Car per il partner centrale di Vida che dovrebbe essere confermato (Livakovic sarà il portiere), a sinistra se la giocano Domagoj Bradaric e Gvardiol che è stato titolare nell’ultima partita. Per il resto le scelte sembrano essere fatte: il terzino sinistro sarà Vrsaljko, al centro del campo Modric e Kovacic si scambieranno i compiti di regia e recupero del pallone con il centrocampista del Real Madrid che verosimilmente sarà il primo playmaker, poi davanti a loro avremo una linea di trequartisti con Perisic schierato sull’esterno e Brekalo sull’altro versante (il giocatore dell’Inter dovrebbe andare a destra), Kramaric in posizione centrale alle spalle di Rebic. In alternativa, occhio a Brozovic che porterebbe Modric o Kovacic ad avanzare la sua posizione.

GLI 11 DI CLARKE

Anche Steve Clarke ha le idee chiare per le probabili formazioni di Croazia Scozia: sarà un 3-5-2 con McTominay che ancora una volta dovrebbe giocare nei tre dietro, così da permettere a Gilmour di essere supportato in regia da due mezzali come McGinn e McGregor. Hanley e Tierney completeranno il terzetto che verrà posizionato davanti al portiere Marshall, mentre O’Donnell e Robertson saranno i due laterali che si alzeranno a centrocampo, andando però a formare una difesa a cinque in fase di non possesso. Detto della mediana, nella quale Stuart Armstrong potrebbe tutto sommato avere la possibilità di giocare dall’inizio, resta l’attacco: qui salgono soprattutto le quotazioni di Nisbet, ma sia lui che Christie dovrebbero accomodarsi in panchina lasciando spazio a Ché Adams e Dykes che, già titolari contro l’Inghilterra, dovrebbero essere confermati.

IL TABELLINO

CROAZIA (4-2-3-1): Livakovic; Vrsaljko, Caleta-Car, Vida, D. Bradaric; Modric, Kovacic; Perisic, Kramaric, Brekalo; Rebic. Allenatore: Zlatko Dalic

SCOZIA (3-5-2): Marshall; McTominay, Hanley, Tierney; O’Donnell, McGinn, Gilmour, McGregor, Robertson; C. Adams, Dykes. Allenatore: Steve Clarke

© RIPRODUZIONE RISERVATA