PROBABILI FORMAZIONI EINTRACHT RANGERS/ Quote: Tavernier, il terzino goleador

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Eintracht Rangers: le quote per il pronostico e le scelte dei due allenatori per la finale di Europa League, che si gioca a Siviglia la sera di mercoledì 18 maggio.

Rangers Ibrox gruppo esultanza lapresse 2022 640x300
Probabili formazioni Eintracht Rangers, finale Europa League (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI EINTRACHT RANGERS: IL PROTAGONISTA

C’è un grande protagonista nelle probabili formazioni di Eintracht Rangers, e non può che essere James Tavernier: l’inglese, incredibilmente, è il capocannoniere dell’Europa League con 7 gol. Capitano dei Rangers, ha girato parecchie squadre dopo 7 anni nel vivaio del Leeds; il Newcastle lo ha messo sotto contratto senza mai dargli davvero la possibilità di esprimersi (anzi), così dal 2015 Tavernier è arrivato a Glasgow e ha partecipato al campionato del grande ritorno in Scottish Premiership. Le cifre non mentono: in 239 partite di campionato Tavernier ha segnato 57 gol, arrivando per tre volte in doppia cifra e dunque dimostrando che questa stagione per lui non rappresenta certo una novità.

L’Europa League l’aveva già giocata con il Newcastle, mentre con i Rangers contando anche i turni preliminari siamo a 57 partite e 15 gol; cifre davvero importanti per un terzino destro che naturalmente può alzarsi anche sulla linea dei centrocampisti, ma la cui propulsione sulla corsia è uno dei grandi segreti che hanno permesso alla squadra di Giovanni Van Bronckhorst, che del ruolo – a sinistra – è stato ottimo interprete, di raggiungere la finale di Europa League e ora sognare il ritorno in Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

EINTRACHT RANGERS: IL DUELLO

Quale duello potrebbe risultare determinante nelle probabili formazioni di Eintracht Rangers? Ne scegliamo uno a centrocampo: da una parte il norvegese Jens-Petter Hauge, dall’altra l’inglese John Lundstram, anche per la posizione in campo i due si potrebbero incrociare spesso nella finale di Europa League. Hauge ha giocato nel Milan l’anno scorso: i rossoneri, stregati da lui nel preliminare contro il Bodo/Glimt, lo hanno portato a Milanello e il giovane norvegese ha convinto con prestazioni di livello, tanto che avrebbe probabilmente meritato una conferma che non è arrivata. Tuttavia, quando è stato venduto per generare una plusvalenza, non erano pochi i tifosi che avrebbero preferito sacrificare Rafael Leao.

La stagione in corso ci ha detto che Paolo Maldini ha fatto bene a tenere il portoghese, ma tutto sommato Hauge si è confermato anche all’Eintracht e il suo valore non è comunque in discussione. Lundstram invece è stato un calciatore importante nelle nazionali giovanili dell’Inghilterra, ma ad un certo punto ha pagato la grande concorrenza nel ruolo e non è maturato come ci si aspettava. Cresciuto nell’Everton, ha poi girato nelle serie minori; ha giocato quattro stagioni nello Sheffield United prima di passare ai Rangers, questo è il primo anno con la maglia della squadra di Glasgow e a conferma della sua importanza c’è il fatto che, dai playoff a oggi, in Europa League ha sempre giocato titolare senza mai venire sostituito. (agg. di Claudio Franceschini)

EINTRACHT RANGERS: GLI ASSENTI

L’analisi degli assenti nelle probabili formazioni di Eintracht Rangers è abbastanza importante: abbiamo già parlato di Martin Hinteregger, ma spesso dimentichiamo che gli scozzesi hanno raggiunto la finale di Europa League senza elementi di grande spessore. Filip Helander, visto in Italia con Verona e Bologna e che ha 19 presenze con la Svezia, è per esempio fermo da metà settembre per un grave infortunio al ginocchio: ha saltato l’intera Europa League, e sarebbe un centrale titolare nella difesa dei Rangers. Ianis Hagi avrebbe potuto fare parecchio comodo.

Il figlio del grande George è passato dalla Fiorentina, dal 2020 è a Galsgow dopo essere stato in Belgio con il Genk e nel girone di Europa League era stato titolare in tre occasioni, poi anche lui si è fatto male al ginocchio e non gioca una partita ufficiale dal 18 gennaio. Infine, e soprattutto, Alfredo Morelos: il colombiano ha segnato 4 gol in 9 presenze in Europa League e 12 in 26 di campionato (con 8 assist totali), dal 2017 a oggi ha infilato 112 gol in 222 apparizioni con i Rangers ma alla fine di marzo un infortunio alla coscia lo ha tagliato fuori dal resto della stagione. Nessuno di questi tre giocatori ha messo piede in campo dai quarti di Europa League in avanti, ma gli scozzesi hanno comunque raggiunto la finale e anche questo è un grande punto a favore… (agg. di Claudio Franceschini)

EINTRACHT RANGERS: CHI GIOCA LA FINALE?

Le probabili formazioni di Eintracht Rangers ci introducono a parlare della finale di Europa League 2021-2022: squadre in campo alle ore 21:00 di mercoledì 18 maggio presso il Ramon Sanchez Pizjuan di Siviglia, partita sicuramente intrigante tra due squadre che non erano tra le principali candidate ad arrivare sino a qui ma che invece ci sono, peraltro con merito perché una lungo la strada ha eliminato il Barcellona, mentre l’altra per iniziare la sua corsa (dopo i gironi, e nei playoff) si è trovata di fronte il Borussia Dortmund e ha vinto al Signal Iduna Park, segnandovi quattro gol. Non solo questi turni, ovviamente: l’Eintracht per esempio non ha ancora perso in Europa League, i Rangers hanno mostrato qualità passando anche dal cambio di allenatore.

Sarà allora una finale molto interessante: magari qualcuno potrebbe dire che sarà anche in tono “minore” vista l’assenza, appunto, delle grandi favorite ma la realtà è che saranno 90 minuti – o magari di più – intensi e di qualità, perché queste due squadre hanno dimostrato di saper giocare a calcio e, soprattutto, guardano molto da vicino la possibilità di andare in Champions League nella prossima stagione. dobbiamo allora metterci comodi e scoprire quello che succederà a Siviglia; mentre aspettiamo che la finale di Europa League prenda il via, proviamo a fare le nostre consuete valutazioni sulle scelte operate dai due allenatori, leggendo insieme le probabili formazioni di Eintracht Rangers.

QUOTE E PRONOSTICO

Cosa ci dicono le quote ufficiali per il pronostico su Eintracht Rangers? Diamo uno sguardo al quadro che ci viene fornito dalla Snai, uno dei bookmaker di riferimento: la squadra favorita per il titolo è quella tedesca, infatti il segno 1 (l’Eintracht gioca formalmente in casa) vale 2,30 volte quello che avrete pensato di mettere sui piatto mentre il segno 2, che identifica l’ipotesi della vittoria del Rangers, vi farebbe guadagnare una somma corrispondente a 3,05 volte l’importo investito. L’eventualità del pareggio, per la quale dovrete puntare sul segno X, ha un valore che equivale a 3,40 volte la giocata sulla finale di Europa League.

PROBABILI FORMAZIONI EINTRACHT RANGERS

LE SCELTE DI GLASNER

Solito 3-4-2-1 per Oliver Glasner nelle probabili formazioni di Eintracht Rangers. In difesa manca Hinteregger: dovrebbe essere ancora Almamy Touré ad adattarsi nel reparto a tre disegnato davanti a Trapp, con Tuta e Ndicka che naturalmente saranno titolari. A centrocampo la propulsione delle corsie esterne arriverà come sempre dal giovane Knauff e da Kostic, quest’ultimo uno dei grandi leader emotivi dello spogliatoio, già presente quando l’Eintracht aveva raggiunto la semifinale di Europa League tre anni fa. In mezzo al campo invece ci sarà Rode, il capitano della squadra, e al suo fianco Djibril Sow che rimane favorito su Jakic in quello che forse è l’unico testa a testa aperto nella squadra tedesca. Andiamo poi alla trequarti, dove troviamo un volto noto: si tratta del norvegese Hauge, che ha giocato una buona stagione nel Milan ma poi è stato sacrificato per la plusvalenza. Kamada giocherà insieme a lui a supporto del centravanti: Gonçalo Paciencia spera, ma in netto vantaggio c’è sempre Rafael Borré che ha portato l’Eintracht in finale di Europa League.

GLI 11 DI VAN BRONCKHORST

Per Eintracht Rangers Giovanni Van Bronckhorst ha le idee particolarmente chiare, anche perché nessuno dei suoi infortunati di lusso recupererà per la finale di Europa League: dunque ecco un 4-3-3 nel quale Goldson e Bassey (favoriti su Balogun) giocano come centrali difensivi davanti al portiere McGregor, con i terzini che saranno il goleador Tavernier e Barisic; poi un centrocampo comandato da Lundstrom, che si piazza davanti alla retroguardia per fare il playmaker basso. Ai suoi lati le mezzali saranno Jack e Glen Kamara, quest’ultimo visto agli Europei con la Finlandia; il trentasettenne Steven Davis potrebbe certamente avere un cameo nel secondo tempo, ma dipenderà anche da come la partita si metterà tatticamente. Per quanto riguarda il tridente, Sakala è la soluzione con il centravanti di ruolo e Aribo la conferma rispetto alla semifinale di Ibrox, dunque un attaccante di movimento; Scott Wright e Kent sono in vantaggio rispetto all’ex Atalanta e Manchester United Amad Diallo per occupare le due posizioni sugli esterni.

IL TABELLINO: LE PROBABILI FORMAZIONI DI EINTRACHT RANGERS

EINTRACHT (3-4-2-1): Trapp; A. Touré, Ndicka, Tuta; Knauff, D. Sow, Rode, Kostic; Kamada, Hauge; Borré. Allenatore: Oliver Glasner

RANGERS (4-3-3): McGregor; Tavernier, Goldson, Bassey, Barisic; Jack, Lundstrom, G. Kamara; S. Wright, Aribo, Kent. Allenatore: Giovanni Van Bronckhorst





© RIPRODUZIONE RISERVATA