PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS PARMA/ Quote, una sfida speciale per Gigi Buffon

- Michela Colombo

Probabili formazioni Juventus Parma: le quote. Ecco le possibili scelte degli allenatori per la sfida di questa sera all’Allianz Stadium, per la 32^ giornata di Serie A.

juraj kucka parma lapresse 2021 640x300
Probabili formazioni Juventus Parma - Kucka (LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS PARMA: IL PROTAGONISTA

Il protagonista nelle probabili formazioni di Juventus Parma sarebbe Dejan Kulusevski, ma chiaramente l’ex storico è Gianluigi Buffon. Il portierone potrebbe giocare questa partita, che sarebbe la numero 683 con la maglia bianconera: sono invece 220 quelle che ha garantito ai ducali, e non possiamo dimenticare tutti i passi percorsi dal carrarino in gialloblu. L’esordio a 17 anni contro il Milan con una prestazione super, la conferma nei campionati seguenti, la maglia della nazionale arrivata presto (era l’ottobre 1997), i tre trofei messi in bacheca compresa la Coppa Uefa, ultima volta in cui una squadra italiana ha vinto questa competizione poi diventata Europa League. Nel 2001 Buffon è stato pagato 105 miliardi di vecchie lire dalla Juventus, arrivando in bianconero insieme a Lilian Thuram: da allora ha battuto il record di imbattibilità e presenze in Serie A, ha vinto altri 20 titoli (più altri 2 scudetti, revocati) e infranto il primato di presenze con l’Italia. A giugno, si dice, potrebbe lasciare per andare a giocare con l’Atalanta che gli garantirebbe la maglia da titolare in Champions League: la “maledetta” che a Gigi è sempre sfuggita, nonostante tre finali giocate. Per ora, al quarto posto cercherà di spingere la Juventus magari con qualche parata contro il “suo” Parma, se Andrea Pirlo (con cui ha vinto quattro tricolori e un Mondiale) gli darà spazio… (agg. di Claudio Franceschini)

JUVENTUS PARMA: IL DUELLO

Quale sarà il duello che animerà le probabili formazioni di Juventus Parma? Non sarà semplice per Giuseppe Pezzella, che dovrebbe partire titolare nella squadra ducale, arginare Juan Cuadrado. Anche contro l’Atalanta, in una partita persa, il colombiano è stato il migliore dei suoi: alla sesta stagione con la maglia bianconera ha raggiunto il suo livello definitivo, e in questo gli è certamente stato utile l’aver operato in qualunque ruolo perché, partito terzino ai tempi di Udinese e Lecce, si è ritrovato addirittura seconda punta con la Fiorentina per poi fare l’esterno nel tridente offensivo alle prime uscite in bianconero, poi nuovamente spostato come laterale basso da Massimiliano Allegri che gli ha dato campo da aggredire, una scelta confermata da Maurizio Sarri. Oggi con Andrea Pirlo, Cuadrado gioca prevalentemente come quarto di centrocampo; in carriera ha raramente segnato tanto ma le sue accelerazioni piene di fantasia sono manna dal cielo per una Juventus che con lui e Federico Chiesa potrebbe in futuro ripartire con la trazione esterna. Come detto, compito improbo per Giuseppe Pezzella, che è favorito sulla concorrenza (Riccardo Gagliolo, se Mattia Bani dovesse giocare come centrale) e dovrà anche provare a costringere il colombiano alla fase difensiva. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI

Se volessimo fare un confronto, nelle probabili formazioni di Juventus Parma, tra la condizione delle due rose dovremmo dire che i ducali hanno parecchi problemi in più. Roberto D’Aversa si trova a rincorrere una salvezza impossibile con un gruppo decimato dagli infortuni: assenti sicuri all’Allianz Stadium saranno Joshua Zirkzee e Wylan Cyprien, per i quali il campionato è terminato in anticipo, oltre a Simone Iacoponi. Rischiano poi concretamente di saltare questa partita anche Andrea Conti, Hernani e Roberto Inglese; non ci sarà quello che sarebbe stato un ex, ovvero Hans Nicolussi Caviglia che, appena arrivato in prestito a Parma, si è rotto il legamento crociato. La Juventus ha comunque un’assenza importante in Federico Chiesa, che nella seconda parte della stagione è stato senza ombra di dubbio l’uomo in più della squadra bianconera (anche e soprattutto in Champions League, pur se i suoi gol non sono bastati); da valutare rimane inoltre Federico Bernardeschi, che nelle scorse settimane è stato contagiato dal Coronavirus e dunque ha dovuto sottostare al protocollo previsto in questa circostanza. Per il resto, Andrea Pirlo potrà contare su tutti gli uomini. (agg. di Claudio Franceschini)

JUVENTUS PARMA: CHI IN CAMPO OGGI?

Occhi puntati sulle probabili formazioni di Juventus Parma, bella sfida della 32^ giornata della Serie A, che pure ci farà compagnia all’Allianz Stadium alle ore 20.45. Questa sera è mission (quasi) impossible per D’Aversa: i ducali, dopo anche il KO rimediato pochi giorni fa contro il Cagliari, sono a un passo dalla retrocessione, ma certo oggi hanno l’obbligo di crederci ancora, pur contro la Campionessa d’Italia in carica.

Pure la Juventus però ha oggi qualcosa da dimostrare: mancato il decimo scudetto di fila, la Vecchia Signora deve riscattarsi dalla sconfitta subita solo nell’ultima giornata di campionato contro l’Atalanta e dimostrare di poter, senza problemi, qualificarsi per la top four della classifica finale. Vediamo allora come i due tecnici hanno preparato questo match importante, esaminando le loro mosse per le probabili formazioni di Juventus Parma.

QUOTE E PRONOSTICO

Alla vigilia della sfida per la 32^giornata di campionato, non esitiamo a concedere ai padroni di casa il favore del pronostico. Il portale di scommesse Snai poi, per l’1×2 ha fissato a 1.27 il successo della Juventus contro il più alto 11.00 per la vittoria del Parma, mentre il pareggio paga la posta a 5.75.

LE PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS PARMA

LE MOSSE DI PIRLO

Con tutta probabilità per il 4-4-2 di Pirlo in vista della sfida casalinga dovrebbe essere gran ritorno di Cristiano Ronaldo titolare, dopo il riposo osservaTO nell’ultimo turno per un problema ai flessori: sarà dunque ballottaggio tra Dybala e Morata per completare le due punte d’attacco questa sera. Per il centrocampo ricordiamo poi che il tecnico bianconero, per le probabili formazioni di Juventus Parma, ha perso un tassello fondamentale come è Chiesa: avremo Ramsey allora al posto dell’azzurro, con Cuadrado avanzato sull’esterno del reparto (McKennie pure non è in fortissima): Arthur e Bentancur saranno titolari al centro. In difesa sarà infine spazio per De Ligt e Bonucci al centro, con Alex Sandro e Danilo in corsia: tra i pali ecco l’ex del match Buffon.

LE SCELTE DI D’AVERSA

Classico 4-3-3 per mister D’Aversa, che pure deve fare ancora i conti con un’infermeria che continua a riempirsi: se non altro per la trasferta piemontese il tecnico ha recuperato Hernani e Karamoh. Dei due però solo il brasiliano ha chance di maglie da titolare e sarà dunque schierato dal primo minuto in mediana, in compagnia di Brugman e Kurtic. Per la difesa sarà invece riconferma del duo centrale composto da Osorio e Bani, con Pezzella e uno tra Busi e Laurini collocati ai lati dello schieramento. Spazio poi dal primo minuto a Mihaila e Gervinho in attacco, con Pellè riprovato in prima punta: rimarranno freschi in panchina poi Man e Cornelius, ma non Kucka, in infermeria per alcune noie muscolari.

IL TABELLINO

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Danilo, De Ligt, Bonucci, A Sandro; Cuadrado, Bentancur, Arthur, Ramsey; C Ronaldo, Dybala All. Pirlo

PARMA (4-3-3): Sepe; Busi, Osorio, Bani, Pezzella; Hernani, Brugman, Kurtic; Mihaila, Pellè, Gervinho All. D’Aversa

© RIPRODUZIONE RISERVATA