Probabili formazioni Lazio Milan/ Quote: Ibrahimovic è il jolly di lusso

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Lazio Milan: le quote del match e le scelte da parte dei due allenatori per la partita valida per la 30^ giornata della Serie A, squadre in campo allo stadio Olimpico.

Krunic Milinkovic Milan Lazio lapresse 2020
Probabili formazioni Lazio Milan, Serie A 30^ giornata (Foto LaPresse)

Nelle probabili formazioni di Lazio Milan è inevitabile citare Zlatan Ibrahimovic: lo svedese è tornato a disposizione di Stefano Pioli e ha giocato un’abbondante porzione di secondo tempo a Ferrara. La sua metà stagione con i rossoneri è stata costellata, per il momento, più da ombre che da luci: appena 3 gol, l’infortunio che gli ha fatto saltare le prime gare post-lockdown, il tira e molla sull’eventuale rinnovo di contratto, il fatto che la squadra abbia iniziato a marciare soprattutto per i gol di Ante Rebic. Ora, Ibrahimovic può dimostrare di essere tornato con uno scopo ben preciso: il gioco si fa duro e viene lanciata la lunga volata per arrivare in Europa League, e allora l’attaccante deve in qualche modo prendersi la responsabilità di guidare il Milan verso il ritorno alle coppe internazionali. Lo indichiamo come jolly proprio perché non è detto che sarà lui il faro attorno al quale gireranno i rossoneri, ma in una partita di cartello contro una grande avversaria come la Lazio potrebbe davvero essere il giocatore chiave, magari nel secondo tempo sfruttando le sue grandi doti fisiche. Non resta allora che stare a vedere come andranno le cose qui allo stadio Olimpico… (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Studiando le probabili formazioni di Lazio Milan, uno dei grandi protagonisti di questa partita potrebbe essere Alexis Saelemaekers: il classe ’99 verosimilmente prenderà il posto di Samu Castillejo sulla corsia destra della squadra rossonera. Un acquisto a sorpresa quello del giovane belga, arrivato a gennaio con la formula del prestito e diritto di riscatto; cresciuto nel florido settore giovanile dell’Anderlecht, ha avuto qualche spezzone per mettersi in mostra e dopo il lockdown da Coronavirus ha fatto vedere di poter giocarsi la conferma in questa rosa. In particolare, la partita contro la Roma ce lo ha mostrato in grande spolvero: è entrato nell’azione del gol con cui Ante Rebic ha sbloccato il risultato ed è stato una spina nel fianco della difesa giallorossa. Anche contro la Spal Stefano Pioli ha deciso di puntare su di lui quando Castillejo si è arreso a un problema muscolare; è giusto dire allora che Saelemaekers sia la seconda opzione del Milan su quella corsia, un giocatore in crescita che potrà essere molto utile per il finale di stagione, quando l’allenatore rossonero avrà bisogno di tutti gli effettivi per tirare la volata che potrebbe condurre fino all’Europa League. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO

Quale sarà il duello che animerà le probabili formazioni di Lazio Milan? Avremmo potuto citare Lucas Biglia, grande ex della partita, e Lucas Leiva che ne ha preso il posto in biancoceleste, ma nessuno dei due dà la sensazione di partire titolare. Allora, possiamo parlare di Francesco Acerbi e Alessio Romagnoli: i due leader delle rispettive difese, che hanno avuto percorsi diversi ma in qualche modo sono legate alle avversarie. Acerbi dal Milan è passato, quando era in rampa di lancio qualche anno fa: funzionò poco anche per problemi personali – di cui in seguito ha parlato – si è ritrovato con la maglia del Sassuolo e oggi è con pieno merito il perno centrale di una retroguardia che è tra le meno battute in Serie A. Romagnoli non ha mai nascosto di essere un grande tifoso della Lazio, ma è cresciuto nelle giovanili della Roma: esordio da giovanissimo in prima squadra, poi il prestito alla Sampdoria e i 25 milioni con cui il Milan lo ha acquistato. Oggi vale almeno più del doppio, ma la sensazione è che in rossonero resterà ancora per molto; perno anche della nostra nazionale, è uno dei grandi insostituibili di Stefano Pioli. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI

Nelle probabili formazioni di Lazio Milan, come abbiamo detto, il grande tema risiede nell’assenza congiunta di Ciro Immobile e Felipe Caicedo: i biancocelesti senza di loro perdono un bottino di 37 reti complessive, stiamo parlando infatti della migliore coppia gol del nostro campionato di Serie A che ha generato oltre la metà dei gol della squadra. Simone Inzaghi non ha altri attaccanti a disposizione nella sua rosa, e questo è un tema che avevamo affrontato in passato: cosa sarebbe successo nel momento in cui i biancocelesti avessero perso qualche giocatore? Qui la partita è singola, ma c’è il Milan: per scardinare la difesa rossonera il tecnico dell’Aquila dovrà allora affidarsi alle sue mezzali e giocatori di fantasia, schierando di fatto un reparto offensivo che faccia dello spazio (sulla scia dei dettami di Pep Guardiola a Barcellona) il vero centravanti. Luis Alberto, Joaquin Correa e Sergej Milinkovic-Savic dovranno lasciare sguarniti gli ultimi metri per buttarcisi a turno; il problema è che la Lazio è stata abituata a giocare con un grande bomber che è maestro nell’attaccare la profondità, dunque bisognerà abituarsi a questa nuova soluzione e potrebbero sorgere delle difficoltà non indifferenti. Oppure chissà, sarà il Milan a penare non avendo punti di riferimento da marcare… (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Le probabili formazioni di Lazio Milan ci introducono al big match della 30^ giornata in Serie A 2019-2020: si gioca allo stadio Olimpico, calcio d’inizio alle ore 21:45 di sabato 4 luglio e partita fondamentale per i biancocelesti, che inseguono il sogno scudetto e sono reduci da due rimonte autoritarie e di carattere ma, questa sera, si troveranno ad affrontare un avversario tosto e lo faranno praticamente senza attacco. Il Milan per contro ha ritrovato Ibrahimovic che potrà essere l’arma in più per andare a caccia dell’Europa League, ma arriva da un deludente pareggio in casa della Spal; se non altro i rossoneri sono riusciti a riprendere la partita per i capelli guadagnando un punto, ma rispetto alle ultime uscite hanno sicuramente fatto un passo indietro. Ora attendiamo che la partita abbia inizio, ma nel frattempo andiamo a valutare quali potrebbero essere alcune scelte da parte degli allenatori analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Lazio Milan.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai prevede che per Lazio Milan la situazione di partenza sia di grande equilibrio: i biancocelesti sono favoriti ma il valore posto sulla loro vittoria (segno 1) è di 2,35 volte la somma messa sul piatto e non è affatto distante dal 3,05 che regola invece il successo esterno dei rossoneri, per il quale dovrete puntare sul segno 2. Il pareggio, eventualità identificata dal segno X, vi permetterebbe invece di guadagnare una cifra corrispondente a 3,30 volte la puntata con questo bookmaker.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO MILAN

I PROBLEMI DI INZAGHI

Nel presentare le probabili formazioni di Lazio Milan abbiamo detto che Simone Inzaghi è senza attacco: sia Caicedo che soprattutto Immobile sono squalificati, tegola pesantissima per i biancocelesti che dunque saranno spuntati. La soluzione più probabile è quella di alzare Luis Alberto e posizionarlo sulla linea offensiva con Joaquin Correa: non due prime punte ma attaccanti di movimento che dovranno soprattutto creare spazio per gli inserimenti di Sergej Milinkovic-Savic, posizionato sempre da mezzala ma con altri compiti. Cataldi in cabina di regia perché Lucas Leiva al massimo andrà in panchina, per aumentare la spinta offensiva è probabile che a sinistra ci sia Jony, con Manuel Lazzari che invece sarà sull’altro versante. In difesa invece Luiz Felipe corre per il recupero, ma le sue condizioni non saranno comunque ottimali; probabile allora che il terzo centrale sia nuovamente Patric, che agirà sul centrodestra con l’ex Acerbi a guidare lo schieramento completato da Stefan Radu e dal portiere Strakosha.

LE SCELTE DI PIOLI

Qualche dubbio nelle probabili formazioni di Lazio Milan c’è anche per Stefano Pioli, ex della partita: Castillejo andrà sostituito e il principale indiziato è Saelemaekers, ma il forfait dello spagnolo potrebbe anche portare Bonaventura a piazzarsi sulla corsia destra del campo lasciando Rebic sull’altro versante, e favorire così l’inserimento di Ibrahimovic dal primo minuto. Lo schieramento potrebbe risultare buono anche con Rafael Leao nei panni del centravanti, in alternativa Rebic resterà davanti a tutti; in ogni caso Calhanoglu sarà come sempre il trequartista che si abbasserà sulla linea di centrocampo a giocare il pallone, di fatto un regista aggiunto che dia una mano all’impostazione di Bennacer. Al fianco del playmaker algerino sarà confermato Kessie, il grande ex Lucas Biglia ha recuperato ma per lui dovrebbe esserci solo panchina. Difesa con Kjaer e Alessio Romagnoli piazzati davanti a Gigio Donnarumma; Andrea Conti torna titolare a destra, sull’altra corsia spazio ovviamente a Theo Hernandez.

IL TABELLINO

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, S. Radu; M. Lazzari, Parolo, Cataldi, S. Milinkovic-Savic, Jony; Luis Alberto, J. Correa
A disposizione: Proto, Guerrieri, Armini, Jorge Silva, Bastos, Vavro, Luiz Felipe, Marusic, A. Anderson, Lucas Leiva, D. Anderson, J. Lukaku
Allenatore: Simone Inzaghi
Squalificati: Immobile, Caicedo
Indisponibili: Lulic

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; A. Conti, Kjaer, A. Romagnoli, T. Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic
A disposizione: Begovic, An. Donnarumma, Calabria, Gabbia, Laxalt, Krunic, Lucas Biglia, D. Maldini, Bonaventura, Rafael Leao
Allenatore: Stefano Pioli
Squalificati:
Indisponibili: Castillejo

© RIPRODUZIONE RISERVATA