Probabili formazioni Lecce Venezia/ Quote, Niki Maenpaa è il protagonista a sorpresa

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Lecce Venezia: le quote per il pronostico e le scelte dei due allenatori per la semifinale di ritorno dei playoff di Serie B, le due squadre giocano al Via del Mare.

Venezia Lecce mischia lapresse 2021 640x300
Probabili formazioni Lecce Venezia, ritorno semifinale playoff Serie B (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI LECCE VENEZIA: IL PROTAGONISTA

Uno dei protagonisti nelle probabili formazioni di Lecce Venezia è senza dubbio Niki Maenpaa. È curioso trovare due portieri finlandesi nel nostro campionato di Serie B (l’altro è Jesse Joronen, estremo difensore del Brescia): Maenpaa è un veterano, nato nel gennaio 1985 e arrivato in Italia lo scorso febbraio. Quando Luca Lezzerini si è rotto il crociato, il Venezia è corso ai ripari acquistando un altro portiere: a dire il vero Maenpaa avrebbe dovuto fare da riserva di Alberto Pomini, ma dopo otto panchine è stato lanciato titolare (contro la Spal) e da allora non è più uscito, saltando solo l’ultima giornata di stagione regolare. Nelle 8 partite disputate (andata della semifinale playoff compresa) Maenpaa ha subito 8 gol; essendo il calciomercato chiuso, il Venezia si è dovuto rivolgere agli svincolati e infatti il portiere finlandese era rimasto senza contratto dopo l’esperienza con lo Stoke City, dove aveva perso il posto a causa di un infortunio (arrivato prima dell’esordio). In precedenza Maenpaa era stato svincolato dal Bristol City; in carriera ha giocato anche in Eredivisie con Willem II e Venlo, è stato secondo portiere dell’AZ Alkmaar e con il Brighton ha timbrato la promozione in Premier League con una sola presenza, venendo poi ceduto. Ora un altro salto di categoria potrebbe arrivare verso la nostra Serie A… (agg. di Claudio Franceschini)

LECCE VENEZIA: L’EX DI GIORNATA

C’è un ex abbastanza importante nelle probabili formazioni di Lecce Venezia: stiamo parlando di Francesco Di Mariano, esterno offensivo classe ’96 che oggi è a disposizione di Paolo Zanetti. Per lui questa è di fatto la terza stagione con i lagunari: ci è arrivato nel 2018 e in Serie B era stato importante per la salvezza timbrando 8 gol, l’anno seguente ha trovato meno spazio e così dopo sei mesi è stato girato in prestito alla Juve Stabia. Tornato in questa stagione, ha messo a segno 2 gol con 7 assist; il passato nel Lecce è soprattutto quello delle giovanili, perché dopo i trascorsi a Palermo (nella scuola calcio guidata da Salvatore Schillaci, che è suo zio) è arrivato al Lecce e ci è rimasto per tre anni, prima che la Roma mettesse gli occhi su di lui. Con la squadra salentina ha poi avuto la possibilità di esordire tra i professionisti: era la squadra appena retrocessa in Serie C per illecito sportivo, Franco Lerda gli aveva dato campo anche in un match di Coppa Italia Lega Pro ma poi era finita lì, con tre presenze complessive. Oggi nel Venezia è uno dei giocatori di maggiore qualità: non sempre è stato titolare pagando soprattutto la concorrenza di Dennis Johnsen, ma questa sera Paolo Zanetti potrebbe decidere di puntare su un Di Mariano che può giocare sia come seconda punta che come laterale d’attacco. (agg. di Claudio Franceschini)

LECCE VENEZIA: CHI GIOCA AL VIA DEL MARE?

Con le probabili formazioni di Lecce Venezia parliamo della partita che si gioca alle ore 18:30 di giovedì 20 maggio, presso lo stadio Via del Mare: è la semifinale di ritorno nei playoff di Serie B 2020-2021, e si riparte dalla vittoria di misura che i lagunari hanno timbrato tre giorni fa. Due risultati su tre a disposizione per il Venezia, che spera di centrare l’ultimo atto verso la promozione in Serie A: sono passati 19 anni dall’ultima volta e l’obiettivo per Paolo Zanetti non è lontanissimo, ma intanto tra poche ore bisognerà eliminare il Lecce.

Che deve sì vincere, ma può farlo con qualunque risultato: non esiste la regola dei gol in trasferta, a parità di differenza reti si qualifica la meglio piazzata in classifica e di conseguenza anche i salentini hanno una bella occasione. Non resta che vedere quello che succederà al Via del Mare; noi qui ci vogliamo più che altro concentrare sulle scelte che verranno operate da parte dei due allenatori, e allora senza indugiare oltre andiamo a valutare le probabili formazioni di Venezia Lecce provando a ipotizzare quali saranno gli undici per la semifinale di ritorno.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha fornito il suo pronostico per Lecce Venezia, e dunque vediamo quali siano le quote ufficiali: il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa porta in dote un guadagno che ammonta a 2,15 volte quanto messo sul piatto, l’eventualità del pareggio (regolata dal segno X) vi farebbe guadagnare 3,20 volte la vostra giocata mentre con il segno 2, sul quale puntare per l’affermazione degli ospiti, andreste a intascare una cifra corrispondente a 3,50 volte l’importo investito con questo bookmaker.

PROBABILI FORMAZIONI LECCE VENEZIA

LE SCELTE DI CORINI

Partiamo dalle buone notizie: per Lecce Venezia Eugenio Corini ritrova Pettinari e Pablo Rodriguez, che però non sono al top. Possono comunque aumentare la rosa offensiva della squadra, anche se poi come titolare dovrebbe essere confermato Stepinski che farà da sparring partner a Massimo Coda. Sulla trequarti, come sempre, sarà vivo il ballottaggio tra Marco Mancosu e Liam Henderson: il primo è favorito in generale, ma per quello che ha passato la condizione non è ottimale e dunque lo scozzese potrebbe comunque prenderne il posto. Centrocampo poi con Tachtsidis che cerca spazio in cabina di regia: da valutare Hjulmand, verso la conferma Bjorkengren e Majer anche se quest’ultimo potrebbe essere beffato dallo stesso Henderson, che può giocare anche come mezzala. In difesa, Lucioni e Meccariello (o Dermaku) coppia centrale a protezione di Gabriel, Maggio o Pisacane per la corsia destra con Calderoni pronto a prendere il posto di Gallo per l’altra fascia.

GLI 11 DI ZANETTI

Paolo Zanetti affronta Lecce Venezia con il 4-3-1-2: rispetto a lunedì Aramu dovrebbe tornare a giocare come trequartista, così da destinare un uomo alla prima impostazione salentina. Johnsen lotta con Bocalon e Sebastiano Esposito per la maglia in attacco, dove ovviamente ci sarà Francesco Forte (con la riproposizione del tridente se la giocherebbe anche Di Mariano); in mediana il ballottaggio aperto è quello tra Fiordilino e Crnigoj, questa volta la maglia da titolare potrebbe spettare a quest’ultimo. L’allenatore dovrebbe riproporre Taugourdeau come playmaker davanti alla difesa e il preziosissimo Maleh sull’altro interno; in difesa sembra tutto confermato anche se Felicioli insidia il posto di Molinaro a sinistra, sull’altro versante Pasquale Mazzocchi è in netto vantaggio sulla concorrenza e non cambierà ovviamente la coppia centrale a protezione del portiere Maenpaa, ovvero Modolo e Ceccaroni.

IL TABELLINO

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Bjorkengren, Hjulmand, Majer; Mar. Mancosu; M. Coda, Stepinski. Allenatore: Eugenio Corini

VENEZIA (4-3-1-2): Maenpaa; P. Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro; Maleh, Taugourdeau, Crnigoj; Aramu; F. Forte, Johnsen. Allenatore: Paolo Zanetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA