PROBABILI FORMAZIONI MILAN SPARTA PRAGA/ Diretta tv: Leao può fare la prima punta

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Milan Sparta Praga: diretta tv, le scelte da parte dei due allenatori per la partita valida per la seconda giornata di Europa League, squadre in campo a San Siro.

Milan esultanza Europa League lapresse 2020 640x300
Probabili formazioni Milan Sparta Praga, Europa League gruppo H (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI MILAN SPARTA PRAGA: L’ATTACCO

Eccoci allora all’attacco per quanto riguarda le probabili formazioni di Milan Sparta Praga. Zlatan Ibrahimovic si può prendere un turno di riposo: lo svedese è indispensabile per le sorti della squadra ma ha anche 39 anni, e non si può certo pensare che giochi ogni singola partita da titolare. Ancor più con una panchina comunque importante: come prima punta possono indistintamente operare Ante Rebic e Rafael Leao. Il croato, lo ricorderete, era stato devastante nel girone di ritorno dello scorso campionato ed era riuscito a diventare il miglior marcatore della squadra, mentre il giovane portoghese dopo una stagione di apprendistato, comunque con guizzi interessanti, è stato frenato in settembre dal Coronavirus ma, quando è tornato a disposizione, ha dimostrato di poter essere un titolare di questa squadra. Non lo è più tecnicamente Samu Castillejo, scalzato dalla crescita di Alexis Saelemaekers; lo spagnolo però può ambire a mettere minuti nelle gambe in Europa League, allo stesso modo si può parlare di Brahim Diaz che però è stato già protagonista in Serie A, timbrando il primo gol con questa maglia e rivelandosi un’alternativa assolutamente preziosa per Pioli che, se vuole arrivare in fondo a tutte le competizioni, sa di aver bisogno di tutti gli effettivi. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

A centrocampo, leggendo ancora lo schema delle probabili formazioni di Milan Sparta Praga, Stefano Pioli potrebbe confermare lo schieramento a tre che si è già visto al Celtic Park: in questo modo il tecnico rossonero riuscirebbe in un duplice intento, ovvero quello di far giocare alcuni giocatori nel loro ruolo naturale e quello di far riposare uno dei due titolarissimi. Se giovedì scorso a rimanere in panchina è stato Ismael Bennacer, questa volta potrebbe toccare a Franck Kessié: Sandro Tonali, che ne prenderebbe il posto, sa infatti operare anche come mezzala e infatti, quando giocava nel Brescia, spesso e volentieri si è detto di come potesse coprire anche quella zona di campo, non essendo un playmaker purissimo. Il terzo giocatore ad operare in mediana sarebbe Rade Krunic: il bosniaco ha trovato il primo gol con la maglia del Milan proprio nella trasferta di Glasgow e ha preso fiducia, sicuramente il suo utilizzo non è lo stesso che gli veniva garantito nell’Empoli (dove era protagonista) ma anche in rossonero si può togliere delle belle soddisfazioni, e in questo senso un palcoscenico come quello dell’Europa League, soprattutto nel contesto di una fase a gironi abbastanza abbordabile, potrebbe essere quello giusto per farlo emergere del tutto e lanciarlo anche in direzione del campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

MILAN SPARTA PRAGA: LA DIFESA

Continuando la nostra analisi sulle probabili formazioni di Milan Sparta Praga, ci concentriamo adesso sulla difesa: abbiamo detto che la soluzione di mandare Calabria a fare il centrale è una di quelle che Stefano Pioli ha a disposizione, perché a dire il vero ce ne sarebbe un’altra. Ovvero, quella di far respirare Theo Hernandez che per il momento si trova a dover fare un vero e proprio tour de force, essendo di fatto l’unico terzino sinistro di ruolo: su quella corsia però può operare lo stesso Davide Calabria, che già in passato era stato utilizzato su quel versante. A destra si sistemerebbe così Andrea Conti, la cui avventura nel Milan è iniziata tre anni fa ma, tra infortuni e turnover, non è mai stata davvero brillante; in questo modo ovviamente sarebbero chiamati agli straordinari sia Simon Kjaer che Alessio Romagnoli, perché la coperta è davvero corta in questo reparto rossonero, a meno che ovviamente Matteo Gabbia riesca a tornare in tempo per giocare questa partita contro lo Sparta Praga. Vedremo, in ogni caso in porta ci sarà Ciprian Tatarusanu che avrà la sua occasione di essere protagonista. (agg. di Claudio Franceschini)

CHI SCENDERÀ IN CAMPO?

Analizziamo le probabili formazioni di Milan Sparta Praga: la partita è valida per la seconda giornata della fase a gironi di Europa League 2020-2021, e si gioca alle ore 18:55 di giovedì 29 ottobre. I rossoneri continuano la loro marcia: avendo già vinto in casa del Celtic hanno preso un bel vantaggio iniziando bene una competizione che, almeno idealmente, puntano a vincere e nonostante le assenze illustri sono largamente favoriti nel prossimo impegno. Lo Sparta Praga infatti ha penato parecchio nella sua prima uscita internazionale: si presenta al Giuseppe Meazza con 0 punti in classifica, ma soprattutto reduce dal poker incassato dal Lille che ha dominato in Repubblica Ceca, e di conseguenza non può che provare a vincere per sovvertire una situazione già complessa. Vedremo allora come andranno le cose in campo, ma aspettando la sera del match possiamo intanto valutare quali saranno le scelte da parte dei due allenatori, leggendo insieme le probabili formazioni di Milan Sparta Praga.

DIRETTA MILAN SPARTA PRAGA IN STREAMING VIDEO: COME VEDERE LA PARTITA

Ricordiamo che la diretta tv di Milan Sparta Praga sarà disponibile sui canali della televisione satellitare: la partita di Europa League sarà dunque un’esclusiva riservata ai soli abbonati, che in alternativa la potranno seguire anche con il consueto servizio di diretta streaming video che viene offerto dall’applicazione Sky Go, senza costi aggiuntivi e attivandola su dispositivi mobili come PC, tablet o smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN SPARTA PRAGA

I DUBBI DI PIOLI

Stefano Pioli deve fare i conti con la positività di Gigio Donnarumma e Hauge: nelle probabili formazioni di Milan Sparta Praga dunque si cambia ancora, in porta va Tatarusanu mentre davanti a lui potrebbe essere schierato come centrale Calabria, che andrebbe al fianco di Alessio Romagnoli o Kjaer lasciando la corsia destra ad Andrea Conti. Questa una delle possibili varianti per la difesa; a centrocampo invece Calhanoglu ha recuperato, ma ancora una volta per l’Europa League il modulo scelto dovrebbe essere il 4-3-3 e dunque con una mediana nella quale ci sarebbe spazio per Tonali e Krunic, questa volta l’ex Brescia può agire da interno lasciando la cabina di regia a Bennacer, in questo modo a riposare sarebbe Kessie. Davanti, Brahim Diaz contende una maglia da titolare sull’esterno; Castillejo dovrebbe giocare a destra, mentre da prima punta possibile turnover per Ibrahimovic con uno tra Rebic e Rafael Leao a giocare dal primo minuto questa partita.

LE SCELTE DI KOTAL

Nelle probabili formazioni di Milan Sparta Praga vediamo subito come Vaclav Kotal debba fare a meno di Ladislav Krejci, che è stato espulso giovedì scorso: a fare coppia con Lischka al centro della difesa sarà quindi Vitik, come terzini giocheranno Sacek e Hanousek con Heca tra i pali. A centrocampo, secondo un modulo che sarà il 4-2-3-1, ci sarà il tandem composto da Pavelka e Travnik; le possibili modifiche potrebbero allora arrivare davanti, dove Polidar insidia la maglia di Moberg Karlsson a sinistra e a destra Vindheim potrebbe essere sostituito da Karabec, che giocherebbe più largo rispetto al solito visto che in posizione centrale c’è Dockal, autore dell’unico gol ceco contro il Lille. La punta centrale uscirà dal ballottaggio tra Julls e Kozak, non utilizzato nella prima giornata di Europa League ma che stavolta potrebbe avere una maglia.

IL TABELLINO

MILAN (4-3-3): Tatarusanu; A. Conti, Calabria, A. Romagnoli, T. Hernandez; Tonali, Bennacer, Krunic; Castillejo, Rebic, Brahim Diaz. Allenatore: Stefano Pioli

SPARTA PRAGA (4-2-3-1): Heca; Sacek, Vitik, Lischka, Hanousek; Pavelka, Travnik; Karabec, Dockal, Polidar; Kozak. Allenatore: Vaclav Kotal

© RIPRODUZIONE RISERVATA