PROBABILI FORMAZIONI MILAN VENEZIA/ Quote, per Francesco Forte un derby personale

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Milan Venezia: le quote per il pronostico e le scelte dei due allenatori per la partita che si gioca per la quinta giornata di Serie A, squadre in campo a San Siro.

Brahim Diaz Milan lapresse 2021 640x300
Video Milan Venezia, Serie A 5^ giornata (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI MILAN VENEZIA: IL PROTAGONISTA

Un potenziale protagonista nelle probabili formazioni di Milan Venezia è sicuramente Francesco Forte: per l’attaccante dei lagunari sarà una sorta di derby personale, perché tra il 2011 e il 2013 ha fatto parte dell’Inter. Con la Primavera dei nerazzurri Forte ha vinto uno scudetto, l’anno seguente Andrea Stramaccioni lo ha fatto esordire prima in Coppa Italia e poi in Serie A; tuttavia lo spazio richiesto non c’era, e così è iniziato il lungo peregrinare nelle serie minori. Prima il ritorno al Pisa, poi il Forlì ma in tutti questi anni l’attaccante classe ’93 è stato prolifico solo con la Lucchese, con cui ha giocato per due diversi spezzoni (da 6 mesi ciascuno) collezionando un totale di 25 gol in 39 apparizioni.

Dopo un’esperienza in Belgio non esattamente indimenticabile, per Forte c’è stato il ritorno in Italia: è stato devastante con la Juve Stabia (17 gol che però non hanno evitato la retrocessione in Serie C delle Vespe), determinante con 15 gol – uno di questi nei playoff – per spingere il Venezia in Serie A nello scorso campionato. Oggi Francesco Forte non è titolare fisso nell’attacco della squadra veneta, ma sicuramente Paolo Zanetti lo tiene in grande considerazione e nella corsa alla salvezza anche lui potrà dare il suo ampio contributo. (agg. di Claudio Franceschini)

MILAN VENEZIA: IL DUELLO

Andando alla ricerca di un potenziale duello nelle probabili formazioni di Milan Venezia, scegliamo quello che si giocherà a centrocampo tra Sandro Tonali e Antonio Vacca. Entrambi potrebbero iniziare dalla panchina, ma la sfida stuzzica: 10 anni di differenza, ma Tonali dopo aver incantato in Serie B ha giocato una stagione da titolare in Serie A con il suo Brescia, è già nel giro della nazionale maggiore ed è stato capitano della nostra Under 21. Subito si sono sprecati i paragoni con Andrea Pirlo, dopo una stagione di apprendistato nel Milan sembra aver svoltato, l’avvio di 2021-2022 è stato straordinario (anche il primo gol rossonero) e dunque adesso Stefano Pioli lo tiene in enorme considerazione.

Vacca è un veterano, che dopo tanta gavetta è finalmente arrivato al piano di sopra: è cresciuto nel Benevento con cui ha giocato 61 partite in Prima Divisione Lega Pro, poi due apparizioni in serie B a Livorno e quindi la consacrazione tra Catanzaro e Reggiana, diventando in seguito un cardine del Foggia che con Giovanni Stroppa è tornato in cadetteria. Sei mesi a Parma in Serie B – con altra promozione – quindi la Casertana e, dal 2019, il Venezia: qui è arrivato il terzo salto nella massima categoria, oggi Vacca finalmente è in Serie A e se la merita tutta, essendo ancora uno dei giocatori sui quali Paolo Zanetti fa maggiore affidamento per il centrocampo dei lagunari. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI

Scorrendo gli assenti nelle probabili formazioni di Milan Venezia, scopriamo come già noto che i problemi per Stefano Pioli continuano: il tecnico dei rossoneri deve rinunciare a Tiemoué Bakayoko e Davide Calabria così come a Rade Krunic, e domenica sera ha perso anche Simon Kjaer che si è infortunato nel corso della partita contro la Juventus. Si accorciano le rotazioni per il Milan, che comunque anche così sta dimostrando di poter fare il suo; da valutare anche le condizioni di Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud.

Nel Venezia invece saltano questa partita i due calciatori che avevano già alzato bandiera bianca contro lo Spezia: si tratta del surinamese Ridgeciano Haps e dell’islandese Arnor Sigurdsson. Inoltre, i due lungodegenti Luca Lezzerini (di fatto il portiere titolare) e Luca Fiordilino potranno tornare a disposizione di Paolo Zanetti soltanto in ottobre, e poi bisognerà capire se saranno in grado di affrontare subito una partita ufficiale. (agg. di Claudio Franceschini)

MILAN VENEZIA: CHI GIOCA A SAN SIRO?

Le probabili formazioni di Milan Venezia ci portano a discutere della partita valida per la 5^ giornata di Serie A 2021-2022: a San Siro si gioca alle ore 20:45 di mercoledì 22 settembre, e in questo turno infrasettimanale potrebbe essere tutto facile per i rossoneri che, reduci dal pareggio contro la Juventus, hanno mantenuto la loro imbattibilità e sono al secondo posto in classifica alle spalle del Napoli, continuando a crescere verso la corsa a uno scudetto che quest’anno potrebbe essere ancora più vicino.

Rendimento ancora piuttosto ondivago per il neopromosso Venezia; prima il colpo in casa dell’Empoli, poi la bruciante sconfitta interna contro lo Spezia, ma comunque Paolo Zanetti ha avuto un approccio buono alla Serie A, con una classifica comunque in bilico. Vedremo come andranno le cose tra poco sul terreno di gioco, certamente nell’attesa che la partita prenda il via possiamo valutare le scelte da parte dei due allenatori, leggendo insieme le probabili formazioni di Milan Venezia.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico “ufficiale” su Milan Venezia possiamo dare uno sguardo alle quote fornite dall’agenzia Snai. Il segno 1 che identifica la vittoria della squadra di casa vi farebbe guadagnare una somma corrispondente a 1,23 volte quanto puntato, per contro il segno 2 che regola l’affermazione degli ospiti porta in dote una vincita pari a 11,00 volte quanto messo sul piatto. L’eventualità del pareggio, identificata dal segno X, ha invece un valore che ammonta a 6,25 volte l’importo investito.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN VENEZIA

LE SCELTE DI PIOLI

Il turnover di Stefano Pioli per Milan Venezia potrebbe riguardare Kessie e non Tonali: l’ex Brescia potrebbe comunque partire titolare al fianco di Bennacer, che avrebbe una maglia da titolare in mezzo al campo. L’altro giocatore che beneficerà del riposo concesso ai titolari dovrebbe essere Florenzi, che però giocherà ancora alto sulla trequarti: scala in panchina Saelemaekers, in difesa infatti Pioli sembra intenzionato a confermare l’assetto disegnato domenica sera dopo l’infortunio di Kjaer, ovvero quello con Kalulu terzino destro (Calabria è ancora indisponibile) e Tomori riportato al centro a fare coppia con Alessio Romagnoli, che dunque indosserà la fascia di capitano. In porta Maignan, a sinistra Theo Hernandez, cambierà poco anche nel reparto avanzato con Rebic che giostrerà da prima punta, con Brahim Diaz e Rafael Leao ad accompagnare Florenzi alle spalle del croato.

GLI 11 DI ZANETTI

Volendo ipotizzare qualche cambio di formazione, diremmo che in Milan Venezia Zanetti potrebbe puntare su Kiyine a centrocampo, lasciando fuori Busio e confermando invece la regia di Vacca e la maglia di seconda mezzala a Crnigoj. L’ex di turno Caldara si piazzerà come sempre al centro della difesa, a protezione di Maenpaa; l’altro centrale dovrebbe essere Ceccaroni che resta in vantaggio su Modolo, poi Pasquale Mazzocchi e Molinaro viaggiano verso la conferma sulle corsie esterne. Per quanto riguarda l’attacco, è qui che l’allenatore del Venezia potrebbe cambiare di più: Aramu, che è utile anche per la linea mediana, dovrebbe prendersi la maglia di esterno destro mentre Francesco Forte è favorito su Henry come centravanti. Allo stesso modo, Johnsen appare in vantaggio su Okereke per completare il tridente; tra poche ore le scelte ufficiali potrebbero essere diverse da queste ipotesi, ma staremo a vedere cosa deciderà l’allenatore dei lagunari…

IL TABELLINO

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Kalulu, Tomori, Al. Romagnoli, T. Hernandez; Tonali, Bennacer; Florenzi, Brahim Diaz, Rafael Leao; Rebic. Allenatore: Stefano Pioli

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; P. Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Molinaro; Crnigoj, Vacca, Kiyine; Aramu, F. Forte, Johnsen. Allenatore: Paolo Zanetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA