PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI GENK/ Diretta tv, chi al fianco di Mertens in attacco?

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Napoli Genk: diretta tv, le scelte dei due allenatori per la partita dello stadio San Paolo che si gioca nella sesta e ultima giornata del girone E di Champions League.

mertens ospina luperto maksimovic napoli genoa 2019 lapresse
Probabili formazioni Napoli Genk, Champions League gruppo E (Foto LaPresse)

Eccoci alla presentazione dell’attacco, nelle probabili formazioni di Napoli Genk: l’ultima rete, importantissima, contro il Liverpool l’ha segnata Dries Mertens che dunque è il principale favorito per una maglia da titolare martedì sera. Carlo Ancelotti però deve ancora scegliere il suo partner offensivo: tutto lascia intendere che possa essere nuovamente Hirving Lozano, considerato che Arkadiusz Milik è ancora ai box. Tuttavia, ci sono un paio di alternative: la prima è quella che riguarda Fernando Llorente, centravanti di peso che darebbe un diverso piano di attacco alla squadra. La seconda è quello del ritorno al 4-3-3, che in questa stagione si è visto soltanto a Torino e in casa contro il Bologna: se così fosse, José Callejon e lo stesso Lozano si giocherebbero il posto a destra con Lorenzo Insigne che viaggerebbe verso una maglia a sinistra. Attenzione però, perchè il capitano è stato sostituito a Udine e Ancelotti ha espressamente detto che non era soddisfatto dal suo operato: già escluso due volte in questa stagione di Champions League (più una in cui era virtualmente infortunato), Insigne non è sicuro del posto nella partita decisiva per volare agli ottavi. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

Come sarà disposto il centrocampo partenopeo martedì sera? Nelle probabili formazioni di Napoli Genk abbiamo già detto che Carlo Ancelotti potrebbe tornare alla mediana a tre: se così fosse, il grande sacrificato sarebbe José Callejon perchè nel tridente i favoriti sarebbero Dries Mertens e Lorenzo Insigne, che accompagnerebbero Hirving Lozano con messicano e belga ad alternarsi nella posizione di centravanti. Tuttavia resta valida l’alternativa della mediana a quattro: in questo caso Callejon avrebbe il suo posto sulla fascia destra con lo stesso Insigne che è in ballottaggio con Piotr Zielinski per la corsia opposta, mentre al centro in assenza di Allan – che ha lavorato ancora a parte – Fabian Ruiz potrebbe essere affiancato da Elijf Elmas, forse tenuto fuori non a caso alla Dacia Arena. Con il centrocampo a tre invece Ancelotti punterebbe sul giovane macedone come mezzala, destinando Fabian Ruiz al ruolo di perno centrale; senza il minimo dubbio l’altro interno sarebbe Zielinski che giocherebbe così nel suo ruolo naturale. (agg. di Claudio Franceschini)

LA DIFESA

Leggendo le probabili formazioni di Napoli Genk, possiamo fare una valutazione più approfondita sulle scelte che Carlo Ancelotti potrebbe utilizzare per la sua difesa. A Udine la coppia centrale è stata formata da Kostas Manolas e Kalidou Koulibaly; vista la necessità di vincere, o comunque di fare la partita, il Napoli dovrebbe riproporre la difesa a quattro (dunque con Giovanni Di Lorenzo e Mario Rui sugli esterni) ma eventualmente dare riposo al greco, che all’inizio di questa stagione ha avuto parecchi problemi fisici e potrebbe approfittarne per tornare al 100% in vista dei prossimi impegni. Il problema è che Nikola Maksimovic, destinato a giocare anche per l’espulsione rimediata dalla panchina sabato, si è fermato nell’allenamento della domenica a causa di un problema muscolare: il serbo è a forte rischio per la partita di Champions League e dunque i piani di Ancelotti andrebbero rivisti. Vista l’entità della partita (il Genk è già eliminato avendo fatto un solo punto nel gruppo E), potrebbe essere lanciato titolare Sebastiano Luperto, che si gioca la maglia con Manolas: il greco resta favorito, poi si vedrà. (agg. di Claudio Franceschini)

LE NOTIZIE ALLA VIGILIA

Eccoci all’appuntamento con le probabili formazioni di Napoli Genk: la partita valida per la sesta giornata nel gruppo E di Champions League 2019-2020 va in scena alle ore 18:55 di martedì 10 dicembre. Per i partenopei vincere significherebbe passare il turno, ma c’è anche la speranza di prendersi il primo posto nel girone; questo dipende dal Liverpool, nel senso che i Reds dovranno eventualmente mancare la vittoria contro un Salisburgo che, contro ogni pronostico, potrebbe volare agli ottavi e che in ogni caso è già sicuro di un posto in Europa League. Il Napoli non è riuscito a vincere nelle ultime nove partite, contando tutte le competizioni: non il modo migliore per arrivare alla sfida contro un Genk che ha ottenuto il suo unico punto in questa Champions League proprio contro i partenopei, ma il pronostico gioca del tutto dalla parte degli azzurri. Studiamo allora le probabili formazioni di Napoli Genk, provando a individuare le scelte dei due allenatori mentre aspettiamo che arrivi il martedì per il calcio d’inizio.

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Genk viene garantita dalla televisione satellitare, e dunque i suoi abbonati potranno seguire questa partita sui canali relativi; in assenza di un televisore ci sarà la possibilità di assistere alla sfida di Champions League anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI GENK

GLI 11 DI ANCELOTTI

Carlo Ancelotti potrebbe disporre la sua squadra con un 4-3-3, e dunque Napoli Salisburgo verrebbe affrontata con un modulo che i tifosi hanno invocato fin dallo scorso anno. Spazio a Meret in porta, con Manolas favorito su Nikola Maksimovic anche se il serbo dovrà saltare la prossima partita di campionato; sulle corsie laterali si preparano Di Lorenzo e Ghoulam, mentre i dubbi maggiori riguardano come sempre il centrocampo. Allan proverà a stringere i denti, in alternativa il suo ruolo verrà dato a Elmas che dunque agirà da mezzala con Fabian Ruiz schierato come regista. Verso una maglia da titolare praticamente certa Zielinski, davanti invece rischia Lorenzo Insigne che giocherebbe con Mertens da prima punta e Lozano sull’altro versante (a destra), in alternativa però scalpita Fernando Llorente che potrebbe essere un interessante attaccante di peso a disposizione di Ancelotti fin dal primo minuto di gioco.

LE SCELTE DI WOLF

Il Genk di Hannes Wolf dovrebbe giocare con la stessa squadra che ha perso in casa contro il Salisburgo: sarà un 3-4-3 con Dewaest, Cuesta e Lucumì che si schierano davanti al portiere Coucke, e dunque i due esterni che agirebbero sulla stessa linea di centrocampo sarebbero di rimando Mahele da una parte e De Norre dall’altra. Sono previsti due mediani in mezzo al campo: Berge, che a gennaio dovrebbe lasciare la squadra belga ed è peraltro un giocatore sul taccuino di Cristiano Giuntoli, si occuperà della cabina di regia mentre Hrosovsky dovrebbe esser il mediano adibito all’interdizione. Nel tridente offensivo il principale spauracchio sarà come sempre Samatta, il giocatore più rappresentativo di questa squadra che non dovrebbe rinunciare nemmeno alla velocità del giapponese Ito, che al netto dei risultati del Genk nel girone ha disputato una buona Champions League. A sinistra invece ci sarà la spinta di Paintsil.

IL TABELLINO

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Elmas, Fabian Ruiz, Zielinski; Lozano, Mertens, L. Insigne
Allenatore: Carlo Ancelotti

GENK (3-4-3): Coucke; Dewaest, Cuesta, Lucumì; Maehle, Berge, Hrosovsky, De Norre; Ito, Samatta, Paintsil
Allenatore: Hannes Wold

© RIPRODUZIONE RISERVATA